Interpretazione letura esposimetro luce incidente

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1031
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Interpretazione letura esposimetro luce incidente

Messaggioda fabriziog » 13/01/2014, 9:13

Buongiorno, mi è venuto un dubbio riguardo la differenza tra esposimetro a luce incidente oppure riflessa.
Di come bisogna "interpretare" una lattura di un esp. a luce riflessa ci sono parecchi post, e ho le idee abbastanza chiare. Lettura, interpretazione e sovra- sottoesposizione in base a cosa voglio ottenere.

Ma con la luce incidente? Una volta fatta la lettura, anche in questo caso serve sovra-sottoesporre? La lettura fatta in quale delle 10 zone si posiziona?
Forse sono domande stupide, ma non ho una risposta certa.
Grazie
Fabrizio



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Interpretazione letura esposimetro luce incidente

Messaggioda Silverprint » 13/01/2014, 9:25

Ciao!

Eh...bella domanda.

La luce incidente è un metodo di misura particolare. La lettura a luce incidente ci dice solo che seguendola un tono medio sarà reso come tale. In pratica posiziona l'esposizione al centro del campo di luminanza del soggetto, però questo metodo produce un errore sistematico il quale aumenta all'aumentare del contrasto della scena, più è alto il contrasto più la misura fornita produrrà sotto esposizione. Quindi l'interpretazione del dato fornito dall'esposimetro va fatta valutando il contrasto della scena... a occhio; a occhio perché quel tipo di esposimetro non consente di misurare il contrasto.

Ci sono vari metodi, tutti empirici, per ingannare l'esposimetro affinché non s'inganni. Per esempio misurare la luce che incide sulle parti meno illuminate, oppure misurare sia in ombra che in luce per fare una valutazione approssimativa del contrasto e poi regolarsi a naso, etc, etc.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1031
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Interpretazione letura esposimetro luce incidente

Messaggioda fabriziog » 13/01/2014, 15:18

Infatti... il dubbio mi è sorto perchè misurando la luce incidente, non considero l'oggetto ma solo la luce che lo colpisce. Se voglio mettere il soggetto al centro dela scala tonale, perfetto... misuro ed il resto va a finire dove vuole.
Ma se invece, ad esempio in una situazione dove ci sono due oggetti vicini, uno chiaro ed uno scuro colpiti allo stesso modo dalla luce, con la misurazione incidente, avrò lo stesso valore di esposizione, anche se in realtà appariranno diversi sulla carta. "Quanto" diversi saranno gli oggetti sulla carta non è possibile saperlo.

Ho provato ieri degli scatti misurando con luce incidente... vedremo cosa esce...





  • Advertisement

Torna a “Tecniche fotografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti