invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Gvido
esperto
Messaggi: 204
Iscritto il: 18/06/2014, 12:55
Reputation:
Località: Siena

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda Gvido » 20/10/2014, 19:16

franz ha scritto:
Silverprint ha scritto:L'utente Silver01 non può rispondere perché è stato bannato


Ti ringrazio per avermi avvisato.

Tra chi sparisce e chi è "cacciato" l'argomento inversione carta non gode buona salute. Peccato.

Se c'è qualche utente che ne vuole discutere (anche in forma privata) è il benvenuto.... qualsiasi informazione mi è gradita.

:-h :-h


In tal caso, che senso avrebbe usare questo forum? Se qualcuno ha voglia di discutere/condividere, che lo si faccia proprio qui ;)



Advertisement
Avatar utente
mazurka14
fotografo
Messaggi: 99
Iscritto il: 10/11/2014, 21:14
Reputation:

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda mazurka14 » 18/11/2014, 16:47



"Lucido" è quando credi soltanto alla metà delle cose che ti dicono. "Brillante" è quando sai a quale metà credere...

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5524
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda -Sandro- » 18/11/2014, 18:24

mazurka14 ha scritto:ho trovato questo ! :)
http://www.gri.it/forum/positivi-dirett ... onale.html


Credo che quel signore non abbia mai sperimentato ciò che propone, altrimenti quando scrive:

ciò significa che il primo sviluppo deve durare
almeno una ventina di minuti e spesso anche più di mezz’ora. Dopo aver agitato la stampa nel bagno per i primi minuti allo scopo di assicurarsi che lo sviluppo agisca
ovunque in modo uniforme la si può lasciare a riposo nella bacinella nella quale il liquido dovrà ricoprirla con almeno un centimetro si spessore. Alla fine la stampa avrà
l’aspetto di un notturno molto cupo.


Avrebbe caldamente raccomandato di compiere l'operazione in totale assenza di luce.

Secondo me poi dopo mezz'ora di sviluppo quella carta avrà un velo tale che nessuno potrà più togliere.



Avatar utente
mazurka14
fotografo
Messaggi: 99
Iscritto il: 10/11/2014, 21:14
Reputation:

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda mazurka14 » 18/11/2014, 18:37

-Sandro- ha scritto:
mazurka14 ha scritto:ho trovato questo ! :)
http://www.gri.it/forum/positivi-dirett ... onale.html


Credo che quel signore non abbia mai sperimentato ciò che propone, altrimenti quando scrive:

ciò significa che il primo sviluppo deve durare
almeno una ventina di minuti e spesso anche più di mezz’ora. Dopo aver agitato la stampa nel bagno per i primi minuti allo scopo di assicurarsi che lo sviluppo agisca
ovunque in modo uniforme la si può lasciare a riposo nella bacinella nella quale il liquido dovrà ricoprirla con almeno un centimetro si spessore. Alla fine la stampa avrà
l’aspetto di un notturno molto cupo.



Avrebbe caldamente raccomandato di compiere l'operazione in totale assenza di luce.

Secondo me poi dopo mezz'ora di sviluppo quella carta avrà un velo tale che nessuno potrà più togliere.


Quel signore è Alberto Novo presidente del Gruppo Namias (Antiche Tecniche) e penso che abbia succhiato chimica
e tecniche alternative al posto del latte materno. La tecnica consiste nello sviluppare (luce rossa) profondamente con un uno sviluppatore
ad alto contrasto e dopo aver effettuato l'arresto si può procedere ALLA LUCE con bagno di bicromato di potassio e acido solforico.
Poi sbianca e tutto il resto; sempre alla luce.


"Lucido" è quando credi soltanto alla metà delle cose che ti dicono. "Brillante" è quando sai a quale metà credere...

Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5524
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda -Sandro- » 18/11/2014, 20:26

Mi fa piacere saperlo, ciò non toglie che le indicazioni sono incomplete.
Io so benissimo come si fanno inversioni chimiche, ma chi non si è mai cimentato potrebbe pensare, in assenza di indicazioni di poter accendere la luce ad un certo punto come si fa con la stampa tradizionale. Se non gli si dice che il primo sviluppo va condotto al buio (o in luce rossa), ti saluto marianna. Ha copiato pari pari il metodo di ghedina, ma tale metodo provato da me su carta non funziona, e non ha funzionato nemmeno provato da persone più esperte di me, le quali mi hanno sempre consigliato di lasciar perdere l'inversione della carta.
La stessa Bellini sta studiando da molto tempo un sistema per l'inversione della carta (lo so per contatto diretto, non per sentito dire), e loro si che di chimica se ne intendono, ma se non è ancora in commercio sarei portato ancor di più a credere che si tratti di cosa assai difficile.
Sarebbe quindi simpatico integrare le note del Ghedina con un avvertimento: è estremamente difficile ottenere risultati validi. Perlomeno, io lo farei.



Avatar utente
mazurka14
fotografo
Messaggi: 99
Iscritto il: 10/11/2014, 21:14
Reputation:

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda mazurka14 » 18/11/2014, 20:58

mi sembrava fosse chiaro dall'articolo

cit -- {Per l’inversione di carte fotografiche comuni (operazione sempre problematica, ma che in qualche singolo caso può ugualmente dare risultati soddisfacenti quando la carta
non è troppo indurita e quando il suo strato di emulsione non è troppo spesso --- }

{ Dopo un breve lavaggio si passa al bagno di sbianchimento al permanganato acido
(con composizione uguale o simile a quella qui avanti menzionata per i negativo), si
lava nuovamente, si schiarisce mediante bisolfito, si lava ancora e si passa al secondo
sviluppo dopo averla esposta alla luce o effettuando lo stesso in luce viva.}

ed io stupidamente ho pensato che chi volesse cimentarsi in questa pratica, avesse qualche esperienza con lo sviluppo normale della carta. Un po' come consigliare, a chi passa dal 135 al medio formato, che deve caricare la pellicola nella spirale al buio assoluto. :)


"Lucido" è quando credi soltanto alla metà delle cose che ti dicono. "Brillante" è quando sai a quale metà credere...

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5524
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda -Sandro- » 18/11/2014, 22:47

Chi è veramente padrone di una tecnica non ha nessuna remora nel descriverla accuratamente in modo che qualcun'altro possa ripeterla.
Vedi ad esempio lo splendido post sulle lezioni di fotografia di Andrea Calabresi, o il mio articolo sulla inversione delle diapositive.
Quando invece vedo indicazioni generiche, come ad esempio "carta non troppo indurita" oppure "strato di emulsione non troppo spesso", mi si accende immediatamente un campanello di allarme: qualcuno ha mai misurato l'indurimento della carta oppure lo spessore dell'emulsione? E quel "non troppo" quant'è? Due pere? Tre melanzane? Un micron? Un parsec? Una trasformata di fourier, oppure la legge di Bernoulli?

Vedi, il miglior modo per dare fumo negli occhi è quello di rimanere sul vago: nessuno potrà mai smentirti perché non sei stato preciso, insomma, non ci hai messo la faccia sino in fondo.
Per questo secondo me quelle indicazioni non valgono niente, si possono trovare ovunque, scritte da chiunque, e non sono una citazione valida a giustificazione di un presunto metodo da consigliare.
Ho provato ad invertire carte fotografiche per sei mesi di fila, a margine di un lavoro sull'inversione delle pellicole durato due anni, sempre di fila (sono fatto così, prendo di petto le cose e le sviscero fin dove le mia scarse capacità intellettive mi permettono).
Nei sei mesi di sperimantazione sulla carta ho quasi sempre buttato via tempo e materiale, contrasto inaccettabile, toni inaccettabili. NON MI RISULTA che qualcuno sia riuscito ad ottenere risultati degni di nota, quindi non credo ad una parola di ciò che mi hai riportato come citazione autorevole. Per me sono solo chiacchere da forum, con tutto il rispetto possibile, s'intenda, ma nello specifico è aria fritta in olio di colza.
Se mi sbaglio desiderei trovare una metodologia di lavoro perfettamente descritta in modo da poterla ripetere; diversamente (e so già che sarà così) ho già scritto cosa penso.



Avatar utente
mazurka14
fotografo
Messaggi: 99
Iscritto il: 10/11/2014, 21:14
Reputation:

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda mazurka14 » 18/11/2014, 23:01

scusa Sandro ma non vedo perchè devi criticarmi in questo modo. il post non l'ho aperto io e chi l'ha aperto è sparito dopo aver dichiarato di essere riuscito nell'operazione di inversione senza aiutare gli altri utenti che da quanto leggo sono interessati alla cosa.
Io non ho provato e non ho nessuna intenzione di farlo, ho semplicemente inserito il link di una persona che mi sembra tratti l'argomento con competenza essendo il presidente del Gruppo Namias pensando di dare un aiuto o uno spunto ad altri utenti che
vorranno cimentarsi. Così come molto spesso avviene in questo forum; scambio di notizie e condivisione!

Da quanto leggo mi sembra di capire che se una cosa non riesci a farla tu, dai per scontato che nessun altro ci possa riuscire.
Un atteggiamento forse un tantino presuntuoso, ma non volermene a male. :)


"Lucido" è quando credi soltanto alla metà delle cose che ti dicono. "Brillante" è quando sai a quale metà credere...

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5524
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda -Sandro- » 18/11/2014, 23:49

Va bene, condividi, e vivi felice. Quando poi avrai provato a tua volta la formuletta di ghedina racconta qui i risultati, visto che io sono presuntuoso, almeno a te crederanno.



Avatar utente
mazurka14
fotografo
Messaggi: 99
Iscritto il: 10/11/2014, 21:14
Reputation:

Re: invertire carta BN per ottenere un diretto positivo

Messaggioda mazurka14 » 19/11/2014, 0:00

O non mi leggi o non so cosa pensare; è scritto qui sopra ma te lo ribadisco.

--- Io non ho provato e non ho nessuna intenzione di farlo ---

A me guarda che non deve credere proprio nessuno, ho solo condiviso informazioni come se ne condividono a centinaia su questo forum.


"Lucido" è quando credi soltanto alla metà delle cose che ti dicono. "Brillante" è quando sai a quale metà credere...



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti