KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Emanuele
esperto
Messaggi: 145
Iscritto il: 10/02/2011, 16:19
Reputation:
Località: Siracusa

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda Emanuele » 11/10/2014, 20:03

E' vero che il foglietto Tetenal dice questo, e potrebbe essere come dici. Ma sono poco propenso a credere che questa sia stata la causa, almeno nel mio caso specifico. Primo perché le avvisaglie della dominante magenta si sono viste già dalla terza sessione, dopo appena una settimana; poi, perché esperienze analoghe di altri fotografi parlano della possibilità di prolungamento dei tempi d'utilizzo (ne cito una per tutte, giusto perché è in Italiano: http://francescoferreri.wordpress.com/2 ... ortec-e-6/).
Ho scritto a Tetenal per chiedere un loro parere; mi hanno risposto con una dotta discquisizione di carattere chimico (ovviamente), ipotizzando un'eventuale squilibrio del pH dello sviluppo colore, in linea con quanto precedentemente affermato da Sandro. Non ho idea di come possa essersi verificato tale squilibrio, dal momento che ho preparato direttamente un litro di soluzione, miscelando perciò in maniera stechiometrica i due componenti del reagente; ma tant'è. #:-s
A giorni partirò con una nuova sessione, vediamo che succede; vi farò sapere.


"C'è differenza tra una bella ed una buona fotografia. La prima risponde all'estetica, la seconda risponde alla realtà, al racconto veritiero di una storia, scolpita nella lingua della vita e non solo nella forma".
Gianni Berengo Gardin

Advertisement
Avatar utente
Aleksej6
guru
Messaggi: 472
Iscritto il: 14/12/2012, 17:09
Reputation:
Località: Ceriale (SV)
Contatta:

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda Aleksej6 » 13/10/2014, 11:16

Generalmente sono problemi di temperatura o inquinamento delle soluzioni. Comunque riprova e facci sapere!



Avatar utente
Emanuele
esperto
Messaggi: 145
Iscritto il: 10/02/2011, 16:19
Reputation:
Località: Siracusa

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda Emanuele » 10/11/2014, 0:31

Allora... ho finalmente fatto la nuova prova con il kit di Tetenal. Ho preparato 2/3 di soluzione ed ho sviluppato 8 rulli (6 Provia e 2 Precisa), scattati durante un mio recente viaggio negli USA, nel settembre scorso; 4 sessioni in tutto, due rulli per volta, tank Paterson System 4.
Procedura invariata rispetto alla volta precedente, ad eccezione del fatto che la soluzione del 1° sviluppo è stata conservata in bottiglia a soffietto a temperatura ambiente e non in frigo, come la volta precedente. Risultati ottimi, senza alcuna spiccante dominante di colore, come evidente dagli esempi a seguire. :ympeace:
Sembrerebbe, quindi, che il problema sia consistito nel fatto che è assolutamente da evitare la conservazione dello sviluppo in frigo, come ha giustamente evidenziato Sandro e come ho purtroppo constatato nel corso di due mie precedenti disavventure, con formazione di un precipitato cristallino (idrochinone?) e completa disattivazione del reagente, anche sul B/N. :wall:
La disattivazione del FD a bassa temperatura spiega certamente le precedenti dia scure, ma avrà giocato un ruolo anche nella contestuale comparsa della dominante magenta, per qualche ignota interazione con il successivo sviluppo colore.
Adesso, finalmente, penso d'essere sulla strada giusta. :-bd
Allegati
San Francisco 01 - 2014 copia.jpg
4a sessione di sviluppo, Agfa Precisa.
San Simeon 03 - 2014 copia.jpg
Prima sessione di sviluppo, Fuji Provia.
Hearst Castle 01 - 2014 copia.jpg
Prima sessione di sviluppo, Fuji Provia.


"C'è differenza tra una bella ed una buona fotografia. La prima risponde all'estetica, la seconda risponde alla realtà, al racconto veritiero di una storia, scolpita nella lingua della vita e non solo nella forma".
Gianni Berengo Gardin

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5086
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda -Sandro- » 04/12/2014, 19:53

-Sandro- ha scritto:Devi preparare una soluzione N1 di sodio idrosolfito (non iposolfito) ed una soluzione N/10 di sodio carbonato anidro.
Ne prelevi pari quantità e le mischi immediatamente prima dell'uso, poi aggiungi il miscelato in ragione dell'1% al secondo sviluppo. Maggiore è la dominante magenta, maggiore deve essere il quantitativo aggiunto (non ho letto di un limite superiore).


Mi autocito per dare una nuova indicazione di cui sono entrato in possesso grazie alla Bellini.

Per eliminare la dominante rossa al posto del sodio ditionito si può usare una soluzione 5N (200g/litro) di sodio idrossido (va bene la soda caustica del ferramenta) ed aggiungerne 4cc/litro.
Per eliminare una dominante ciano invece si può usare acido solforico in soluzione 5N (140ml al 98%/litro) sempre in ragione di 4cc/litro di sviluppo.
La preparazione per entrambe le soluzioni si fa con meno acqua di un litro, si aggiunge il composto, e dopo si aggiunge acqua a fare un litro.
Per l'acido si parte da 800ml, per l'alcali da mezzo litro.

Acido solforico e soda caustica sono di facile reperimento, mentre l'idrosolfito di sodio è meno facile da trovare (e puzza tremendamente).



Advertisement
Avatar utente
Emanuele
esperto
Messaggi: 145
Iscritto il: 10/02/2011, 16:19
Reputation:
Località: Siracusa

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda Emanuele » 05/12/2014, 10:35

Decisamente meglio: ormai non è più facile come una volta trovare il tipo di reagenti che avevi precedentemente suggerito. :-$


"C'è differenza tra una bella ed una buona fotografia. La prima risponde all'estetica, la seconda risponde alla realtà, al racconto veritiero di una storia, scolpita nella lingua della vita e non solo nella forma".
Gianni Berengo Gardin

Avatar utente
Matteo Virili
guru
Messaggi: 440
Iscritto il: 08/05/2014, 16:04
Reputation:

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda Matteo Virili » 01/01/2015, 18:14

Ragazzi qualcuno sa se la parte 2 dello sviluppo cromogeno è volatile?
Perché dopo 2 mesi circa che non facevo E6 sono andato a ripreparare la soluzione e di CD Part 2 ce ne ho trovato molto meno della parte 1, al punto che pelo pelo è bastato.
Il che è strano perché invece la parte 1 è più abbondante anche se viene utilizzata di più.
Specifico che la soluzione è nella sua bottiglia originale, aperta qualche mese fa, usata, gasata e richiusa.
Stessa cosa gli alctri chimici ma non ho avuto questo problema.
Non è che è estremamente volatile e gli va cambiata boccetta con una più resistente?
Ah dimenticavo: non mi è caduto!
Misteri...



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5086
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda -Sandro- » 01/01/2015, 20:00

E' una soluzione acquosa, è volatile solo se ti trovi a luglio a dubai e lasci la bottiglia aperta al sole.
Probabilmente hai cannato la proporzione la prima volta che l'hai frazionata.

C'è da dire però che un lotto di bottiglie è risultato difettoso, dando luogo a perdite di prodotto, sono bottiglie trasparenti di colore marrone.
Se trovi traccia di perdita di liquido dove conservavi i prodotti, hai scoperto il motivo.



Avatar utente
Matteo Virili
guru
Messaggi: 440
Iscritto il: 08/05/2014, 16:04
Reputation:

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda Matteo Virili » 08/01/2015, 11:03

Non ho trovato alcuna tracca di perdite... a questo punto mi viene da pensare che la boccetta non sia mai stata del tutto piena, nemmeno appena aperta la confezione. Nel caso devo essere stato proprio sfortunato a beccare una confezione con questo difetto :wall:



MarcoLeoncino

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda MarcoLeoncino » 25/03/2015, 21:57

Buonasera a tutti,
chiedo venia se la domanda che faccio è stata già posta. Sono in possesso di una CPE2, che possiede due velocità di rotazione (1-2). Quale bisogna scegliere per lo sviluppo delle diapositive con il kit della Tetenal?
Grazie,
Marco



Avatar utente
Matteo Virili
guru
Messaggi: 440
Iscritto il: 08/05/2014, 16:04
Reputation:

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda Matteo Virili » 25/03/2015, 22:03

Qui ho letto che la velocità 2 va benone e mi sono attenuto a questa indicazione ottenendo sempre buoni risultati. La velocità 1 la uso solo per lo stabilizzatore perché può fare un po' di schiuma ma è più una paranoia mia che altro. Comunque mi hai ricordato che ho finito il kit e devo ricomprarlo! :-D





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alverto e 2 ospiti