KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
desertglow
appassionato
Messaggi: 16
Iscritto il: 23/08/2015, 17:34
Reputation:

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda desertglow » 25/08/2015, 16:38

Matteo Virili ha scritto:Qui ho letto che la velocità 2 va benone e mi sono attenuto a questa indicazione ottenendo sempre buoni risultati. La velocità 1 la uso solo per lo stabilizzatore perché può fare un po' di schiuma ma è più una paranoia mia che altro. Comunque mi hai ricordato che ho finito il kit e devo ricomprarlo! :-D

Io sulla cpp2 ho usato Vel. 3 e 4 , senza aver osservato apprezzabili differenze.

Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk



Advertisement
Avatar utente
desertglow
appassionato
Messaggi: 16
Iscritto il: 23/08/2015, 17:34
Reputation:

Re: KIT TETENAL PER DIAPOSITIVE

Messaggioda desertglow » 25/08/2015, 16:50

Emanuele ha scritto:Ciao a tutti.
Nell'ultima preparazione del kit Tetenal ho subito un infortunio inedito di cui non riesco a trovare la spiegazione.

Ho utilizzato tutto il kit in un'unica volta, preparando un litro di soluzione per ogni reagente. Son riuscito a fare tutti e dodici gli sviluppi, a due rulli per volta, nell'arco di circa tre settimane. Per le prime due sessioni non ho avuto particolari problemi; ma, a partire dalla terza, le diapositive hanno iniziato ad evidenziare una dominante magenta che è andata crescendo negli sviluppi successivi, fino ad essere molto marcata (vedi esempi allegati, prima e dopo correzione digitale). A questo problema si è aggiunto quello per cui la diapositive sono risultate, progressivamente, sempre più scure. :(
Ho usato prevalentemente pellicole Fuji Provia 100 e 400 e Velvia 100 ISO, ma ho trattato anche Agfa Precisa e Rollei CR 200, di cui una sottoesposta e pertanto tirata di +1 stop in fase di sviluppo. Ho conservato la soluzione del primo sviluppo in una bottiglia a soffietto, lasciandola in frigo a +7 °C tra una sessione e l’altra. Sono certo del controllo accurato della temperatura (variazione puntuale max +/- 0,2 °C) e sono stato attento ad evitare ogni tipo d’inquinamento (peraltro, non uso vaschette di miscelazione ma i trasferimenti tra tank e bottiglia avvengono direttamente). Ho prolungato i tempi attenendomi scrupolosamente alle indicazioni di Tetenal.
La mia impressione ho è che il primo sviluppo si sia esaurito prima del tempo.

Qualcuno può darmi una mano per capire cos'è successo?

Ho avuto più o meno lo stesso problema anche io. L' ho risolto però in modo radicale usando i chimici usa e getta e orientandomi verso il kit da 5 lt che costa "solo" il doppio di quello da 1 lt . Il kit aperto a temp ambiente e conservato rigorosamente utilizzando il tetenal protectan dopo 13 mesi funziona ancora alla perfezione. Così facendo sia come esposizione che bilanciamento colore non sbaglio più un colpo.
Piuttosto -ed è l'unico appunto che posso muovere a tetenal- ho sempre notato una leggera dominante magenta sulle dia. Per carità sopportabile ma che mi dà un pò fastidio in fase di scansione in quanto non facilmente eliminabile (uso una profilatura eseguita sui target di Faust che sono più neutri ) .


Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti