Kodagraph & Recordak

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
abi76
esperto
Messaggi: 116
Iscritto il: 04/05/2014, 14:54
Reputation:

Kodagraph & Recordak

Messaggioda abi76 » 26/04/2018, 22:36

Ho trovato queste pellicole ma non ho trovato molte informazioni in merito.
da quel poco che ho capito,venivano utilizzate per fotografare in automatico giornali e documenti vari con appositi macchinari.
quello che mi sfugge è se comunque avevano una data sensibilità,oppure erano tarate solo per quelle macchine.
inoltre sembra che solo il recordak sia perforato(come scritto sulla scatola).
la curiosità di tagliarne un pezzo e bobinarla penso che prima o poi la sfogherò,anche se i 60anni sulla gobba
fra perdita di sensibilità e velo si facciano sentire.
se qualcuno ha qualche notizia in più oppure l'ha utilizzata per fare questi lavori in passato
e la vuole condividere è il benvenuto.
Allegati
recordak.jpg
kodagraph.jpg



Advertisement
Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 3781
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Kodagraph & Recordak

Messaggioda graic » 27/04/2018, 6:34

Suppongo si tratti di pellicola per microfilm, che era il metodo usato fino a non molti anni fa, in alcuni casi si usa ancora, per immagazzinare l'informazione di documenti cartacei, giornali, libri etc. prima dell'introduzione delle tecniche digitali, le caratteristiche della pellicola usata sono, pellicola ortocromatica, a bassa sensibilità e alto contrasto, e soprattutto altissima resistenza dell'emulsione e del supporto, mi ricordo che per alcune pellicole di quel tipo veniva data una durata di 500 anni. Ovviamente si parla di durata della pellicola esposta e sviluppata, non so cosa succede usando la pellicola vecchia per fotografare.
Circa i microfilm bisogna dire che grazie alla durata delle pellicola e al fatto che per leggerle basta una lente di ingrandimento, quei documenti saranno utilizzabili anche dai superstiti di un olocausto nucleare, quando la mancanza di energia elettrica non ci consentirà di accendere i nostri cari computer. Un'altra rivincita dell'analogico.
Circa l'uso di tale pellicola, o delle pellicole fotomeccaniche per la fotografia generalista di ottengono effetti molto particolari a volte piacevoli basati sulla quasi totale assenza di toni intermedi


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
abi76
esperto
Messaggi: 116
Iscritto il: 04/05/2014, 14:54
Reputation:

Re: Kodagraph & Recordak

Messaggioda abi76 » 27/04/2018, 18:51

Grazie Gianni!!!
ho visto anche che ne esistevano diversi tipi oltre a quelli da me citati.
immagino che abbiano una sensibilità uguale o anche minore della adoxcms 20.peccato che sulle scatole non è riportato chiaramente.
ho visto che molti la sviluppano in stand o con dei rivelatori specifici.
nello scatolone ricordo che c'era una lattina di un chimico della kodak di cui però non ricordo il nome e uno sviluppo per carta della ferrania
in una scatoletta di cartone tipo quella delle saponette.
però quelli ho preferito lasciarli al loro destino.
vista la crisi che c'è in giro potrei cambiare la data di scadenza e rifilarle a qualche ente pubblico :D :D





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: rvivani e 5 ospiti