kodak ci lascia....?

Spazio Aperto a qualunque tipo di discussione, idea o proposta non necessariamente legata alla fotografia

Moderatore: DanieleLucarelli

Avatar utente
luca 1970
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 31/12/2011, 17:09
Reputation:
Località: Chieri (TO)

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda luca 1970 » 21/01/2012, 15:04

Non mi pronuncio nè pro nè contro il digitale (il mio pensiero l'ho espresso già in un'altra discussione... e non mi va di ripetermi): sono due forme diverse di creare un immagine, la fotografa chimica (non mi piace il termine analogico e per questo mi scuso visto il nome del forum) e quella digitale; la prima più matura, la seconda agli inizi della sua ascesa quindi molto vicina alla chimica per poi pian piano prendere forma e maturità.
Parlare di arte mi vien difficile... almeno guardando le mie foto e soprattutto pensando a cio che è la fotografia chimica, preferirei dire che è documentaria, mentre la fotografia digitale è più vicina alla pittura.
Con quest'ultima affermazione so di poter essere bannato a vita, e se lo ritenete necessario fatelo pure, ma con la pelicola non si riesce a fotografare ciò che non c'è con quella digitale è mooooolto più facile fare ciò che voglio.

Con ciò concludo e dico il digitale mi pice e lo uso per ciò che mi serve, il chimico pure, non ci sono situazioni migliori o peggiori, ma semplicemente più adatte.

Codialmente Lu.


"La mia non è arte. Faccio il fotografo. Quello che è impresso nel negativo è quello che c'è in realtà" H. Newton

Advertisement
Avatar utente
Willy985
guru
Messaggi: 520
Iscritto il: 24/11/2011, 23:25
Reputation:
Località: Napoli

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda Willy985 » 21/01/2012, 15:21

domx1993 ha scritto:...sono due tecnologie diverse. Una è fotografia "chimica", l'altra è fotografia "fisica"...

Credo che il succo del discorso, acceso o meno, sia questo... tutto il resto sono considerazioni più o meno concrete ed opinioni più o meno forti :)
Detto ciò credo che questo forum, a differenza di tanti altri, si distingua per l'alta percentuale di gente competente e cordiale, spero quindi che franny non ci abbandoni :ymhug:
Personalmente ho letto da più parti dichiarazioni di morte della pellicola da parte di "fondamentadigitalisti" che decantano la superiorità totale del sistema digitale e la cosa mi fa un po' saltare i nervi, ma con questo non voglio assolutamente disprezzare chi utilizza il mezzo digitale (che utilizzo anche io) :D
Ok fine ot
Tornando al discorso Kodak comunque, leggendo le varie notizie e dichiarazioni, si capisce che la pellicola non corre tutti i rischi che crediamo, inoltre riporto quanto scritto sulla pagina facebook di Kodak Italia:
"Come avrete letto e sentito Kodak e le sue associate americane stanno procedendo ad una riorganizzazione aziendale secondo il “Chapter 11”. Precisiamo che questo processo non riguarda il mercato europeo, le cui operazioni procederanno come di consueto. Continueremo a servire e soddisfare le esigenze di tutti i nostri clienti e fornitori in Europa."
:)


I Immagine my Nikon
flickr

Avatar utente
domx1993
guru
Messaggi: 452
Iscritto il: 30/12/2011, 17:07
Reputation:

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda domx1993 » 21/01/2012, 15:40

Willy985 ha scritto:
domx1993 ha scritto:...sono due tecnologie diverse. Una è fotografia "chimica", l'altra è fotografia "fisica"...

Credo che il succo del discorso, acceso o meno, sia questo... tutto il resto sono considerazioni più o meno concrete ed opinioni più o meno forti :)
Detto ciò credo che questo forum, a differenza di tanti altri, si distingua per l'alta percentuale di gente competente e cordiale, spero quindi che franny non ci abbandoni :ymhug:
Personalmente ho letto da più parti dichiarazioni di morte della pellicola da parte di "fondamentadigitalisti" che decantano la superiorità totale del sistema digitale e la cosa mi fa un po' saltare i nervi, ma con questo non voglio assolutamente disprezzare chi utilizza il mezzo digitale (che utilizzo anche io) :D
)

i fondamentalismi sono sempre sbagliati, da ambo le parti ;)


Domenico

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8415
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda chromemax » 21/01/2012, 17:31

Ritorniamo a parlare di Kodak e della sua crisi. Il rapporto Kodak- mondo_della_fotografia_in_pellicola a mio modo di vedere è talmente concatenato che un eventuale chiusura di Kodak sarebbe veramente un problema. Kodak è la pellicola, almeno in parte. Il reparto R&D di Kodak è stato quello che ha piantato i più importanti paletti nella linea temporale dalla nascita della fotografia ad oggi. Sicuramente non ha scoperto o inventato tutto, ma kodak lo ha reso facile, fruibile, comune, parte della vita delle persone. Gli standard ISO che riguardano fotografia, stampa e cinema sono stati di fatto dettati da Kodak. Fabbricare una pellicola è un procediemento estremamente complesso, al limite dell'alchimia, in cui entrano in gioco molte variabili incontrollabili e spesso le qualità così fantastiche di alcune pellicole che tanto ci entusiasmano dipendono dal naso e dal tocco degli addetti e non dalle rigorose e scientifiche prove di laboratorio. Anni fa Ilford si accorse che le sue pellicole fabbricate in un particolare stabilimento avevano caratteristiche fuori standard. Dopo mesi di controlli e ricerche, scoprirono che il terreno della regione dove sorgeva lo stabilimento era particolarmente ricco di un qualche elemento che non ricordo; anche il fieno coltivato in quei terreni ne era particolarmente ricco e veniva accumulato dalle mucche che mangiavano quel fieno, mucche dalle quali si preparava la gelatina per la fabbricazione della pellicola. Messe a dieta le mucche tutto è tornato a posto.
Quando Kodak ha concentrato la fabbricazione delle sue pellicole in un unico stabilimento, giustamente ha scelto la stessa fabbrica in cui si producevano le T-Max 100, quella con gli impianti più all'avanguardia, ma da allora tutte le sue pellicole sono leggermente cambiate e ne da nota sui datashet (e questo è anche il motivo per cui la Tri-X non è più la stessa). Anche a seguire la "ricetta", se il forno cambia cambia anche il sapore.
Questo per cercare di dire che tolti Kodak e Fuji (mejio me sento) e forse anche Ferrania (se fa ancora qualcosa) non c'è nessuno in grado di fare pellicole giusto un po' più complesse del minimo sindacale , come le BN con sensibilità superiori a 400 iso, le pellicole a colori o le dia: Adox, Maco, Efke, ecc. non ne hanno la possiblità tecnica ne economica. Quindi cerchiamo tutti di fare un tifo esagerato per Kodak, anche se ci sta antipatica.



Advertisement
Avatar utente
domx1993
guru
Messaggi: 452
Iscritto il: 30/12/2011, 17:07
Reputation:

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda domx1993 » 21/01/2012, 17:52

chromemax ha scritto:Anni fa Ilford si accorse che le sue pellicole fabbricate in un particolare stabilimento avevano caratteristiche fuori standard. Dopo mesi di controlli e ricerche, scoprirono che il terreno della regione dove sorgeva lo stabilimento era particolarmente ricco di un qualche elemento che non ricordo; anche il fieno coltivato in quei terreni ne era particolarmente ricco e veniva accumulato dalle mucche che mangiavano quel fieno, mucche dalle quali si preparava la gelatina per la fabbricazione della pellicola. Messe a dieta le mucche tutto è tornato a posto.

aspetta, vuoi dire che per fare la pellicola fotografica si ammazzano gli animali?


Domenico

Avatar utente
luca 1970
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 31/12/2011, 17:09
Reputation:
Località: Chieri (TO)

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda luca 1970 » 21/01/2012, 18:07

domx1993 ha scritto:
chromemax ha scritto:Anni fa Ilford si accorse che le sue pellicole fabbricate in un particolare stabilimento avevano caratteristiche fuori standard. Dopo mesi di controlli e ricerche, scoprirono che il terreno della regione dove sorgeva lo stabilimento era particolarmente ricco di un qualche elemento che non ricordo; anche il fieno coltivato in quei terreni ne era particolarmente ricco e veniva accumulato dalle mucche che mangiavano quel fieno, mucche dalle quali si preparava la gelatina per la fabbricazione della pellicola. Messe a dieta le mucche tutto è tornato a posto.

aspetta, vuoi dire che per fare la pellicola fotografica si ammazzano gli animali?



Vuol dire che la gelatina è di origine animale. Tutto quì.


"La mia non è arte. Faccio il fotografo. Quello che è impresso nel negativo è quello che c'è in realtà" H. Newton

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8415
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda chromemax » 21/01/2012, 18:31

aspetta, vuoi dire che per fare la pellicola fotografica si ammazzano gli animali?

La gelatina all'inerno della quale sono in sospensione i granuli di alogenuro d'argento sensibili alla luce, è appunto gelatina animale. Non si amazzano direttamente gli animali per fare le pellicole, la gelatina animale si produce con gli scarti della macellazione (ossa e pelle). La gelatina inoltre non si usa solo per far le pellicole ma anche per fare caramelle, cosmetici, medicinali, ecc



Avatar utente
domx1993
guru
Messaggi: 452
Iscritto il: 30/12/2011, 17:07
Reputation:

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda domx1993 » 22/01/2012, 0:26

chromemax ha scritto:
aspetta, vuoi dire che per fare la pellicola fotografica si ammazzano gli animali?

La gelatina all'inerno della quale sono in sospensione i granuli di alogenuro d'argento sensibili alla luce, è appunto gelatina animale. Non si amazzano direttamente gli animali per fare le pellicole, la gelatina animale si produce con gli scarti della macellazione (ossa e pelle). La gelatina inoltre non si usa solo per far le pellicole ma anche per fare caramelle, cosmetici, medicinali, ecc

questa notizia mi lascia allibito, sono un vegetariano ed animalista convinto...
vuoi dire che tutti i tipi di gelatine derivano dalla macellazione animale? Possibile?


Domenico

Avatar utente
domx1993
guru
Messaggi: 452
Iscritto il: 30/12/2011, 17:07
Reputation:

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda domx1993 » 22/01/2012, 0:38

mi sono informato. Un po' come per il discorso delle scarpe di pelle, non vengono ammazzati gli animali apposta per fare la gelatina, e poi, essendo ampiamente trattata, non è nemmeno etichettata come di origine animale. Però questa notizia mi ha un po' sconvolto...


Domenico

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: kodak ci lascia....?

Messaggioda Silverprint » 22/01/2012, 0:45

Certo, capisco.

Tra le tecniche antiche ce ne sono varie che non utilizzavano la gelatina, alcune praticabili e praticate tutt'ora.

Qui, per esempio, una tipa che mi garba, ferrotipi, collodio umido, altri intugli, ma in un immaginario visivo al passo coi tempi: http://www.jonisternbach.com/


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Open Space”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti