La cappella del mese

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

anonymous1

La cappella del mese

Messaggioda anonymous1 » 16/03/2013, 18:27

potremmo poi mettere in evidenza questo thread perchè immagino che ognuno abbia fatto le sue cappelle in camera oscura e non.

Io parto con la mia piu recente (che ancora non so risolvere):
Sono arrivato al 20mo fotogramma di una pellicola di cui non so che cosa sia. L'esposimetro è a 250 asa. Fuori però il cartoncino dice Kentmere 100. Quindi??? Ora non so se continuare ad esporre così o se magari fare dell'altro. Booooohhhh



Advertisement
Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: La cappella del mese

Messaggioda franny71 » 16/03/2013, 18:46

stesso problema su una 35 mm che ho caricato 2-3 mesi fa...
è una zorki, quindi non so nemmeno come ho cominciato ad esporre...


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
klaus
esperto
Messaggi: 261
Iscritto il: 01/12/2012, 10:02
Reputation:
Località: Udin

Re: La cappella del mese

Messaggioda klaus » 16/03/2013, 19:01

Idem con la mia Rolleicord... non ho idea di che pellicola ci sia dentro... so solo che è a colori...

Giulio


Un Durst M370 e un po' di ferraccia...

Avatar utente
franzcalab
guru
Messaggi: 310
Iscritto il: 11/03/2013, 20:49
Reputation:
Località: S. Lazzaro di Savena (BO)

Re: La cappella del mese

Messaggioda franzcalab » 16/03/2013, 19:59

Salve ragazzi, almeno per il 135 un metodo per stabilire il tipo di pellicola c'è (con un minimo di attrezzatura).

Io ho acquistato per poco più di 10€. un piccola telecamera funzionante a 9 volt dotata di uscita videocomposita e di una serie di led infrarossi attorno all'ottica.
L'origine dell'acquisto era ben diversa, l'avevo presa con lo scopo di monitorare il sonno di mio figlio nei primi mesi di vita.

Ho scoperto che, messa la telecamerina dentro alla changing-bag, è possibile osservare su un monitor esterno cosa succede all'interno senza velare la pellicola (naturalmente non è da fare con una pellicola infrarossa).

Io ho fatto prove con normali pellicole panchromatiche (dalla efke 25 alla Tmax400) senza riscontrare velature.
Attenzione, non voglio dire che ho eseguito dei test ma che ho sfruttato questo metodo per risolvere inceppamenti nel caricamento delle tank, e per chiedere ad una Rollei 35T e a una kiev 4 che cosa avevano dentro... (che grande invenzione la taschina memo film o la finestrella sul dorso!!).

Il problema si fa un po' più complicato con le pellicole 120 perchè non essendoci all'interno il caricatore bisogna riconoscere la carta che avvolge la pellicola senza neanche poter distinguere il colore (la visione IR è monocromatica).

Non ho mai provato, ma c'è chi dice che anche con il colore non ci sono problemi.

[edit] Dimenticavo: tenete presente che, a seconda del tipo di macchina, aprendo il dorso è possibile che si azzeri il contapose; questo fattore su una medioformato può essere problematico perchè in diversi modelli va a incidere sul corretto avanzamento del rullo.

Francesco.


Ciao.
Francesco

Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: La cappella del mese

Messaggioda impressionando » 16/03/2013, 22:01

@
Avatar utente
franzcalab

Un tecnico del laboratorio che mi sviluppava le dia controllava i bagni con infrarossi e occhiali appositi.... quindi penso che anche per il colore non ci siano problemi. Occhio però che i led ad infrarossi sono molto più potenti di ciò che immaginiamo. Si usano nei videocitofoni.... se ci fai caso (almeno il mio) l'immagine che vedi ha una luminosità esagerata.

@foen85
tempo fa esposi (per errore) una Delta3200 a 25iso. Non vi dico i nervi quando ho aperto il dorso.



anonymous1

Re: La cappella del mese

Messaggioda anonymous1 » 16/03/2013, 22:11

Ed ioprobabilmente una kentmere 100 a 250. Saranno rogne?



Avatar utente
franzcalab
guru
Messaggi: 310
Iscritto il: 11/03/2013, 20:49
Reputation:
Località: S. Lazzaro di Savena (BO)

Re: La cappella del mese

Messaggioda franzcalab » 16/03/2013, 22:49

@
Avatar utente
paolo
:
In effetti in commercio si trovano delle piccole telecamere di sorveglianza con illuminatori a led anche molto potenti ma quella che ho io è proprio un giocattolino.
e' quasi identica a questa:
http://img.diytrade.com/cdimg/1301681/1 ... _CAM_W.jpg

da notare le dimensioni, guarda rispetto agli spinotti... ah non farti ingannare: non ha l'audio stereo, la presa rossa è per l'alimentazione a 9Volt.

L'unico vero handycapp che ho riscontrato nella changing bag, anche usando una Calumet autoportante che è bella grandina, è che l'angolo di campo dell'ottica in dotazione è molto stretto.
Ho risolto trovando a pochi euro un grandangolo alla prima fiera elettronica che mi è capitata (dove poi avevo comprato anche la telecamerina).

A chi non è mai capitato di prendere in mano una delle proprie macchine e chiedersi "ma che diavolo di rullo avevo caricato qui dentro?"

Ciao
Francesco


Ciao.
Francesco

Avatar utente
klaus
esperto
Messaggi: 261
Iscritto il: 01/12/2012, 10:02
Reputation:
Località: Udin

Re: La cappella del mese

Messaggioda klaus » 17/03/2013, 10:04

Per il B/N di solito ricordo sempre cosa c'è dentro uso (quasi) esclusivamente Tri-X 400 :ymdevil:
il problema è quando carico più macchine contemporaneamente, sopratutto quando non hanno la taschina...

Parlando di cappelle in C.O. il top per me è stato usare una sonda T° per arrosti per misurare il bagno di sviluppo del rullino... peccato che la sonda aveva un range tra 20°-280° e avevo il bagno a 16° e la sonda segnava 20° sottosviluppo da paura. Su un rullo da 36 se ne è salvata una :wall:

giulio


Un Durst M370 e un po' di ferraccia...

Avatar utente
victorserri
fotografo
Messaggi: 44
Iscritto il: 13/11/2011, 23:49
Reputation:

Re: La cappella del mese

Messaggioda victorserri » 17/03/2013, 22:24

Quella del mese passato è una "cappella sociale".
Due anni fa feci delle foto un weekend in montagna, a Montclar, con degli amici. Sviluppati e passai a scanner. Alcune foto le stampai pure.
Con una di queste amiche, rimase il "dai un giorno ci vediamo e sviluppiamo" (non sono riuscito a farle capire che stampiamo e non stivluppiamo).
Lei mi chiamava tipo tutte le domeniche quando evidentemente non aveva un ***** da fare, e io evidentemente ero giá in giro a fare cose mie.
Alla fine, settimana scorsa, concordiamo una ora, e viene a stampare.
Solo foto sue.
Foto che ora a due anni di distanza non mi piacciono piu'.
Foto ad una persona che non gliene frega un ***** di come esce la foto ma solo dire "hei che figa che sono in questa foto che mi son stampata da solo".
oltretutto, i bagni erano sicuramente sotto i 20º, faceva troppo freddo.

Conclusione?
Ho buttato acidi.
Ho buttato carta.
Ho buttato tempo.

Lezione: non invitare mai nessuno che non sia veramente motivitato nella tua camera oscura per spiegargli come funziona e poi per stampare la sua foto 10 volte.



anonymous1

Re: La cappella del mese

Messaggioda anonymous1 » 04/06/2013, 16:54

Quella di giugno:
Avevo una boccia di ornano STD,nuova, che tenevo come una reliquia per i test sullo sviluppo di Andrea.
Ebbene stava in una borsa che è stata schiacciata e si è tolta la sigillatura facendo spandere un po' di Studional e rovinando la scritta..
Ora mi toccherà travasare tutto in un altro contenitore ed usarlo


Enrico





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti