La pre-velatura

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10057
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: La pre-velatura

Messaggio da chromemax »

Per trovare un grigio chiarissimo basta fare un provino di esposizione
Se la luce inattinica non è tanto inattinica si vedrà una velatura là dove la carta non è stata coperta.



Avatar utente
maxpina
guru
Messaggi: 315
Iscritto il: 05/08/2019, 19:54
Reputation:
Località: Villanova Mondovì (CN)
Contatta:

Re: La pre-velatura

Messaggio da maxpina »

Ok , provo con 5 secondi a f64 a tutta altezza e vediamo se lo ottengo, spero che le mie luci led rosse, messe a 1,5 m sopra l'ingranditore e sopra la zona umida facciano il loro "buio" lavoro, grazie

Avatar utente
28zero
guru
Messaggi: 516
Iscritto il: 05/02/2018, 23:29
Reputation:
Località: Bari

Re: La pre-velatura

Messaggio da 28zero »

Se ho capito bene la velatura della carta serve per rendere visibile tutta la velatura dipendente dalla luce inattinica (con la carta non esposta parte dell'effetto non sarebbe visibile perchè sotto la soglia di annerimento della carta) quindi:
- faccio un provino scalare ad intervalli ravvicinati (con testa alla massima altezza, diaframma chiuso e luci spente) sino a che non ottengo una striscia grigia appena distinguibile dalla base della carta;
- espongo un foglio con il tempo trovato e su questo faccio un provino scalare ad intervalli di un minuto solo con le luci inattiniche accese: il tempo precedente a quello del primo annerimento visibile sarà il mio tempo di sicurezza.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10057
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: La pre-velatura

Messaggio da chromemax »

28zero ha scritto:
01/09/2020, 11:18
Se ho capito bene la velatura della carta serve per rendere visibile tutta la velatura dipendente dalla luce inattinica (con la carta non esposta parte dell'effetto non sarebbe visibile perchè sotto la soglia di annerimento della carta) quindi:
- faccio un provino scalare ad intervalli ravvicinati (con testa alla massima altezza, diaframma chiuso e luci spente) sino a che non ottengo una striscia grigia appena distinguibile dalla base della carta;
- espongo un foglio con il tempo trovato e su questo faccio un provino scalare ad intervalli di un minuto solo con le luci inattiniche accese: il tempo precedente a quello del primo annerimento visibile sarà il mio tempo di sicurezza.
Esatto.
La pre-velatura della carta può essere fatta a qualsiasi livello di grigio ma l'occhio umano è molto più sensibile ai toni più chiari per cui è più facile vedere l'eventuale velo causato dalla luce di sicurezza.

Avatar utente
maxpina
guru
Messaggi: 315
Iscritto il: 05/08/2019, 19:54
Reputation:
Località: Villanova Mondovì (CN)
Contatta:

Re: La pre-velatura

Messaggio da maxpina »

28zero ha scritto:
01/09/2020, 11:18
Se ho capito bene la velatura della carta serve per rendere visibile tutta la velatura dipendente dalla luce inattinica (con la carta non esposta parte dell'effetto non sarebbe visibile perchè sotto la soglia di annerimento della carta) quindi:
- faccio un provino scalare ad intervalli ravvicinati (con testa alla massima altezza, diaframma chiuso e luci spente) sino a che non ottengo una striscia grigia appena distinguibile dalla base della carta;
- espongo un foglio con il tempo trovato e su questo faccio un provino scalare ad intervalli di un minuto solo con le luci inattiniche accese: il tempo precedente a quello del primo annerimento visibile sarà il mio tempo di sicurezza.
Grazie, così mi è chiaro !

Avatar utente
cloudymoroni
fotografo
Messaggi: 94
Iscritto il: 01/07/2020, 16:46
Reputation:

Re: La pre-velatura

Messaggio da cloudymoroni »

Grande, grazie di averlo spiegato in modo così semplice!
Io ho usato questa tecnica con dei negativi di carta 8x10 pollici che ho usato per scattare ritratti in studio con un banco ottico di tale dimensioni (non potendomi permettere di scattare su pellicola di quelle dimensioni).

Questa è un esempio di foto senza prevelatura, dove il contrasto è altissimo e le mani sottoesposte sono completamente nere.

Immagine

Qui invece due esempi di negativi di carta prelevati con conseguente abbassamento del contrasto (e delle macchie dovute a contaminazione con non so bene cosa)

Immagine

Immagine

Avatar utente
28zero
guru
Messaggi: 516
Iscritto il: 05/02/2018, 23:29
Reputation:
Località: Bari

Re: La pre-velatura

Messaggio da 28zero »


chromemax ha scritto:
Esatto.
La pre-velatura della carta può essere fatta a qualsiasi livello di grigio ma l'occhio umano è molto più sensibile ai toni più chiari per cui è più facile vedere l'eventuale velo causato dalla luce di sicurezza.
L'avevo notato ma non pensavo fosse un fattore fisiologico.


Inviato dal mio Redmi 4 utilizzando Tapatalk


Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi