LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Discussioni sui vari accessori necessari in camera oscura (tank, termometri, marginatori, taglierine, focometri, timer, esposimetri, etc..)

Moderatori: etrusco, isos1977

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9965
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da chromemax »

Elmar Lang ha scritto:si vede lui che versa il contenuto della sviluppatrice (il fissaggio?) in un cilindro graduato e subito aprono il coperchio per ammirare il negativo, ancora bagnato (ed il lavaggio?).
Chiaramente stanno usando il monobagno a marchio del negozio che ha sponsorizzato questa iniziativa :) Per il lavaggio ( l'imbibente)... si può fare dopo aver ammirato il risultato :).
Bella iniziativa, comunque, bravi.



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2951
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da Elmar Lang »

chromemax ha scritto: Chiaramente stanno usando il monobagno a marchio del negozio che ha sponsorizzato questa iniziativa. Per il lavaggio (l'imbibente)... si può fare dopo aver ammirato il risultato :).
Bella iniziativa, comunque, bravi.
Bene, allora la simpatica coppia fisserà la pellicola con calma, dopo, quando avrà tempo. (si vedono tre bottiglie ed un cilindro graduato, non un possibile monobagno e nel filmato non se ne fa menzione)

Ma il ragazzo ai Fori? aspetta di tornare in albergo? Lava la pellicola nel Tevere?

Ecco, io credo, che la "Lab-Box" potrà essere un ottimo accessorio. Le riserve che ho espresso riguardano solo la tenuta di luce, in base a quel che si vede osservando bene il filmato di lancio. Filmato che, quale committente vorrei molto che venisse magari rifatto in alcune parti che fanno proprio acqua.

Circa le manifestazioni d'astio (per me) gratuito verso la nuova Ferrania, penso sia meglio proseguire nella discussione ad essa dedicata, così evitiamo off-topics e manteniamo lo psicodramma nel giusto luogo.

E.L.
Ultima modifica di Elmar Lang il 23/02/2017, 0:45, modificato 1 volta in totale.
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
mario53
appassionato
Messaggi: 8
Iscritto il: 13/09/2015, 20:21
Reputation:

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da mario53 »

Mi sembra un'ottima idea, investire oggi risorse e tecnologie sull'analogico è una bella sfida, onore quindi a questi ragazzi che meritano questo successo: mi rifornisco da loro ogni volta che passo da Roma e sono sempre gentili e disponibili.

Largo quindi a queste microiniziative imprenditoriali!

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2951
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da Elmar Lang »

Una volta collaudati i prototipi e messa in produzione, una moderna copia della Rondinax potrebbe avere molto successo.

Ricordo anche, che pure i sovietici ne produssero una buona versione (solo per il 35mm. mi pare), realizzata in bachelite nera e che era disponibile ancora negli anni '80. Probabilmente, essendo stata proprietà dell'Agfa, che aveva la sede a Wolfen nella zona di occupazione sovietica della Germania, i Russi si portarono via stampi e disegni per produrla in patria.

E.L.
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
Arbogast
guru
Messaggi: 399
Iscritto il: 22/01/2013, 9:55
Reputation:
Località: Campi Bisenzio

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da Arbogast »

Elmar Lang ha scritto:Una volta collaudati i prototipi e messa in produzione, una moderna copia della Rondinax potrebbe avere molto successo.

Ricordo anche, che pure i sovietici ne produssero una buona versione (solo per il 35mm. mi pare), realizzata in bachelite nera e che era disponibile ancora negli anni '80. Probabilmente, essendo stata proprietà dell'Agfa, che aveva la sede a Wolfen nella zona di occupazione sovietica della Germania, i Russi si portarono via stampi e disegni per produrla in patria.

E.L.
Trovo questi tuoi aneddoti bellissimi. Complimenti.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2951
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da Elmar Lang »

Ti ringrazio: il fatto è che molti dei materiali ed accessori che ci capitano in mano, oltre alla loro utilità, hanno pure una storia, che spesso è anche affascinante.

Tornando al filmato pubblicitario della Lab-Box, nelle scene girate presso il negozio di Roma, ho anche notato un signore che impugna una folding bi-formato cinese Seagull-203 (un'ottimo obbiettivo Haiou su schema Tessar, montato su un inaffidabilissimo otturatore), che ebbe un certo successo a metà degli anni '80, importata da GiBi, assieme a delle monumentali grandi formato in legno, sempre cinesi: di queste ultime, mi sa che ne vendette al massimo due o tre...

Scusate il quasi OT.
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4995
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da graic »

Non a caso si chiamava Sputnik come il primo satellite artificiale:
Immagine
E' molto simile alla Rondinax (praticamente uguale) certo che la nuva cassetta di ArsImago non sarà fatta di quella bachelite piacevolissima al tatto, ma di comune ABS, almeno credo.
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2951
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da Elmar Lang »

Magnifico, grazie.

Temo che produrre ora oggetti in bachelite avrebbe costi non indifferenti. Per sua natura, la bachelite è anche abbastanza isolante, consentendo una maggiore costanza nel mantenere la temperatura dei bagni, ma ha purtroppo una fragilità agli urti e caduta, che le moderne materie plastiche non hanno. Molti anni fa però, una Rondinax spaccatasi cadendo in terra, fu brillantemente riparata con la colla epossidica (ovvero a due componenti).

E.L.
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4995
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da graic »

Elmar Lang ha scritto: Temo che produrre ora oggetti in bachelite avrebbe costi non indifferenti.
Infatti non ci fanno più neanche i manici delle pentole, però erano bellissime le macchine fotografiche "giocattolo" degli anni 40-50 io ricrodo una Purma-Special ed ho ancora una Voigtländer Brillant (il tipo no focusing) invece il materiale non è mai piaciuto agli Italiani che preferivano più costose soluzioni in fusione metallica anche la Ferrania Ibis nera che sembrava bachelite era una bellissima fusione in lega leggera, invece la Ferrania Eura èra già realizzata in una resina termoplastica (ho già raccontato la storia della mia prima fotocamera, una Eura finita appunto "squagliata" in un incendio della tenda in cui campeggiavo)
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2951
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggio da Elmar Lang »

A me, una Ferrania Eura, più o meno si fuse durante il lungo viaggio da Civitavecchia a Bressanone, nel'estate del 1970, messa sulla cappelliera dell'auto. Per fortuna, in valigia c'era l'Agfa Iso-Rapid...

Ci rimasi molto male, perché era il regalo per la cresima da una zia... proprio di Bressanone (alla quale -patto di sangue in famiglia- non confessammo mai dell'incidente).

Per rimanere alle tanks con caricamento daylight, pure in bachelite è (era...) la mirabile vaschetta di sviluppo per i films Minox.

E.L.
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi