Lampade alogene addio?

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
gianni68
appassionato
Messaggi: 29
Iscritto il: 22/07/2018, 9:48
Reputation:

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda gianni68 » 02/09/2018, 21:41

Quella dei led imho è un passo avanti per metà di cui i maggiori vantaggi non sono per il consumatore: per tutta una serie di motivi ho avuto a che fare coi led ben prima che diventassero una alternativa efficace alla luce ad incandescenza e hanno avuto un progresso enorme ma imho sono ancora indietro come qualità e quantità di luce emessa. Non so se hai avuto modo di vedere la cappella sistina illuminata dal nuovo impianto a led ma a me non è piaciuta per niente e proprio nella restituzione cromatica del dipinto.

Quello che dici non mi risulta, i led di ultima generazione hanno una resa di circa 150 lumen per Watt rispetto a quelle a incandescenza, che è di circa 12 - 15 lm/W.
Per la resa cromatica anche in quel caso siamo molto in la perche esistono led hi cri cioe hanno una resa cromatica superiore a 95 su una scala di 100, ovviamente esistono diverse temperature di colore anche 2700° K che è come quelladelle algene.
Per il discorso della vita degli alimentatori, in teoria uno buono ha una vita superiore al led stesso, ma essendo un componente elettronico, purtropo è soggetto a fenomeni esterni, tipo sovratenzioni o fulmini, infatti sarrebbe consigliabile installare nell'impianto elettrico delle protezioni da sovratenzioni tipo gli SPD, in modo da proteggere l'elettronica che è presente in modo sempre piu massiccio.
Poi una domanda, ma gli ingranditori non si possono convertire a led? scalderebbero molto meno di una lampadina a icandescenza.



Advertisement
YuZa DFAAS
guru
Messaggi: 744
Iscritto il: 04/03/2015, 22:15
Reputation:

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda YuZa DFAAS » 02/09/2018, 22:38

chromemax ha scritto:Magari nel cinema si usano poco ma negli spot a testa mobile dicono la loro anche i led


sì gli spot a testa mobile non li usiamo se non per effetti particolari, e non ricordo quando li ho visti usare sinceramente.
Come testa tipo proiettore conosco bene gli arri lc10 e fresnel led mole-richardson, e sono molto limitanti nell'uso anche perché mancando la componente "tridimensionale" della lampada, la componente fresnel/parabola funziona in maniera monca, e cmq son lampade piccole.

I cineo li conosco poco, e onestamente ero all'oscuro del tipo di tecnologia, all'estero vanno molto, da noi lo standard sta diventando arri, cmq i cineo ho visto i maverick e sono molto potenti rispetto al corpo illuminante.

Gli skypanel invece li conosco molto bene, come pure celeb e i select della kino flo, e hanno totalmente soppiantato qualsiasi tipo di bank o fluorescenza, hanno degli indubbi vantaggi.

Poi ci sta anche la cosa delle mode, tipo una "figa" non la puoi illuminare senza in briese lite ...


Inviato dal mio ASUS_Z017D utilizzando Tapatalk



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8493
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda chromemax » 03/09/2018, 1:08

gianni68 ha scritto:Quello che dici non mi risulta, i led di ultima generazione hanno una resa di circa 150 lumen per Watt rispetto a quelle a incandescenza, che è di circa 12 - 15 lm/W.

Scusa non ho specificato che mi riferivo ai proiettori cinematografici e non all'illuminazione domestica.

gianni68 ha scritto:Per la resa cromatica anche in quel caso siamo molto in la perche esistono led hi cri cioe hanno una resa cromatica superiore a 95 su una scala di 100, ovviamente esistono diverse temperature di colore anche 2700° K che è come quelladelle algene.

Una decina di anni fa lessi degli articoli della società ottica americana in cui si proponeva di cambiare il metodo di misura del cri proprio per veinire incontro ai led, poi sinceramente non saprei dirti se la cosa è avvenuta o se sono solamente migliorati i led, posso però dirti che in contesti critici il led non regge la luce alogena e imho l'illuminazione dei dipinti è uno di questi contesti, ma forse hanno prevalso altre esigenze (calore in primis), non so. La temperatura colore dell'alogeno in fotografia è 3200K.

gianni68 ha scritto:Per il discorso della vita degli alimentatori, in teoria uno buono ha una vita superiore al led stesso, ma essendo un componente elettronico, purtropo è soggetto a fenomeni esterni, tipo sovratenzioni o fulmini, infatti sarrebbe consigliabile installare nell'impianto elettrico delle protezioni da sovratenzioni tipo gli SPD, in modo da proteggere l'elettronica che è presente in modo sempre piu massiccio.

Non sono un ingegnere elettronico ma il circuito che c'è dentro le lampadine domestiche non mi pare un gran che come costruzione.

gianni68 ha scritto:Poi una domanda, ma gli ingranditori non si possono convertire a led? scalderebbero molto meno di una lampadina a icandescenza.

Non è cosa semplice, sono state fatte delle soluzioni (Heiland; costose) ma solo in luce diffusa, per la luce condensata il led non è idoneo proprio per come è costruito, inoltre potrebbe non essere istantaneo nell'accensione o nello spegnimento o costante nel flusso, oppure potrebbe avere della luminescenza residua da spento, tutte cose incompatibili con la fotografia.



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 3874
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda graic » 03/09/2018, 6:54

Circa l'impatto economico ed ecologico dell'avvento dei LED, piuttosto che andare a intuizioni sarebbe il caso di consultare la letteratura specifica che in questo campo è abbastanza ricca, allego du articoli che per quando "anzianotti" descrivono una situazione senza ombra di di dubbi
er.1639.pdf
(344.32 KiB) Scaricato 15 volte
1-s2.0-S0301421511003107-main.pdf
(1.39 MiB) Scaricato 17 volte

Magari vi sarà la convinzione che tutti gli scienziati siano corrotti e comperati dalle multinazionali, io, nel mio piccolo, posso testimoniare cinquant'anni di attività di ricerca senza intrusioni.
Circa la questione dell'importanza di Philps nel mercato dei led si potrebbe consultare qualche rapporto tipo questi https://www.reportlinker.com/market-rep ... ZsEALw_wcB che purtroppo non è possibile leggere senza sborsare una cifra folle ma che cita comunde come industrie . Cree, GENERAL ELECTRIC, LG INNOTEK, Lumileds Holding e come europee solo OSRAM, resta comunque il fatto che le factory di tutte le aziende che siano Europee, Americane o altro sono collocate per almeno il 95% tra Cina e altri paesi estremo-orientali, India e qualcosa in Turchia. Comunque Philips non è più così grande neanche nell'elettronica di consumo e il ramo dei componenti elettronici (quello che eventualmente produrrebbe i LED) è da tempo distaccato si chiama NXP e non è certo tra i più grandi player del mercato globale.
Circa l'uso dei led negli ingranditori è verissimo che sono ottimi sostituti delle alogene nel caso di luce diffusa, infatti le teste a LED fabbricate e usate come sostituti delle alogene funzionano benissimo, se non fosse che sono vendute a prezzi osceni, assolutamente non giustificati dalla loro costruzione ma si sa che questa è la politica che si rivolge a mercati come il nostro.
Negli ingranditori a luce concentrata le lampade a led non funzionano bene, perchè gli ingranditori sono oggetti del passato e costruiti per le lampade ad incandescenza e le lampade a LED che si trovano sono costruite per illuminare ambienti e non ingranditori. Se si costruisse adesso un ingranditore a luce condensata o diffusa che sia progettando ex nonvo tutto compresa la sezione dell'illuminazione con l'ottica connessa la scelta più efficiente e conveniente sarebbero il LED. Basta pensare al fatto che se sostituiamo una lampada a led nei fari delle nostre automobili che usano lampade tradizionali (la prova si può fare perchè esistono le lampade) il risultato è molto scarso, nelle nuovissime automobili con proiettori nati a LED il risultato è di grande efficienza dal punto di vista di visibilità e di durata.
Circa l'elettronica che dire se una cosa è progettata male è sicuro che si possa guastare, resta il fatto che un alimentatore a corrente costante ben fatto per alimentare LED se ben progettato e costruito con componenti di qualità ha durata praticamente infinita. Poi le cose che vanno male ci sono sempre, avete mai avuto l'esperienza della lampadina (tradizionale) che fa il botto alla terza accensione? Io si, e comunque circa l'affidabilità delle incandescenta non ci dimentichiamo le famigerate Dr. Fisher.
ledM.PNG


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Advertisement
Avatar utente
franz
guru
Messaggi: 301
Iscritto il: 22/07/2013, 9:01
Reputation:

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda franz » 03/09/2018, 9:59

graic ha scritto:Negli ingranditori a luce concentrata le lampade a led non funzionano bene, perchè gli ingranditori sono oggetti del passato e costruiti per le lampade ad incandescenza e le lampade a LED che si trovano sono costruite per illuminare ambienti e non ingranditori.



Considerazione molto interessante!!

Mi potresti spiegare per quale motivo le lampade led non sono adatte a questo uso (parlo per il B&N).
Ho fatto una prova e non ho trovato difetti apparenti, e non sono il solo ad averla fatta.
Ho provato sia lampade da 2700 che da 5000 K e la risposta su carta VC - quanto meno per una prima prova - mi è sembrata incoraggiante. Ho messo a confronto le stampe - compresa una fatta con lampada ad incandescenza - è non ho apprezzato differenze sostanziali se non (ed era prevedibile) una certa variazione nella risposta del contrasto/gradazione.

Mi è sfuggita qualche cosa?

:-h :-h



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 3874
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda graic » 03/09/2018, 10:15

Non è che non sono proprio adatte, infatti molti le usano, il fatto è che essendo le lampade da "casa" prodotte per coprire un certo angolo, con asse nella direzione dell'asse del portalampade in una buona parte degli ingranditori la fonte non risulta uniforme come dovrrebbe essere. Io sopra alludevo al fatto che producendo ora un ingranditore a led a luce concentrata si potrebbero selezionare degli emettitori e progettare delle ottiche (condensatori) ad hoc in modo da avere un ottimo risultato con ingombro minimo e riscaldamento molto limitato. Per la stampa a contrasto variabile però io penso che la soluzione migliore sia una testa a luce diffusa con variazione delle componenti verdi/blu della luce cosa che si può ottenere facilmente usando differenti tipi di led. Io, come ho scritto in altra sede, sto progettando una "modifica casalinga" di un ingrandito con una testa VC autocstruita secondo questo schema. Purtroppo non trovo mai il tempo per continuare il lavoro, ma appena lo finisco lo pubblico qui.


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
lo_Spocchioso
guru
Messaggi: 939
Iscritto il: 14/01/2015, 16:00
Reputation:
Località: Torino

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda lo_Spocchioso » 03/09/2018, 11:24

chromemax ha scritto:
Quanta co2 si produce a tirar fuori dalla terra le materie prime per fare alimentatore, il led, il bulbo in vetro, la calotta in plastica e l'attacco E27?


E bada che questa cosa della CO2 prodotta dall'uomo che modifichi sostanzialmente il clima del pianeta è solo una congettura per ora non verificata sperimentalmente né accuratamente predetta da modelli matematici, che vengono anzi puntualmente smentiti e "aggiustati" per compensare una scomoda verità. Chi viene beccato a taroccare numeri viene invece perdonato perché ha imbrogliato per un supposto bene superiore.
Intanto però si legifera su tale congettura e la cosa piace, perché permette di creare dal nulla prodotti/servizi/mercati. Tout se tient.

graic ha scritto:Magari vi sarà la convinzione che tutti gli scienziati siano corrotti e comperati dalle multinazionali, io, nel mio piccolo, posso testimoniare cinquant'anni di attività di ricerca senza intrusioni.


È più sottile di così: chi non è allineato non riceve fondi e non viene nemmeno citato/pubblicato, ma sono contento che non ti sia mai successo.

Nel caso dei due paper da te citati, magari i numeri sono giusti, ma sono basati sulla congettura di cui sopra, che non viene messa in discussione. Caro scienziato, mi fai una ricerca che evidenzi il bilancio di emissioni di CO2 nel passaggio da tecnologia A a tecnologia B? E lui esegue, senza discutere se la premessa sia scientificamente interessante. Forse non è nemmeno suo compito, d'accordo, ma il risultato è questo: i media diranno che il 95% degli scienziati è concorde che passare da A a B abbassi le emissioni di CO2, però nessuno avrà la medesima visibilità se risponderà con "embè?", sia pure con controdeduzioni scientifiche.

Circa l'elettronica che dire se una cosa è progettata male è sicuro che si possa guastare, resta il fatto che un alimentatore a corrente costante ben fatto per alimentare LED se ben progettato e costruito con componenti di qualità ha durata praticamente infinita.


Questo è certamente vero, ma se fai produrre in Cina e tiri il collo sul prezzo, puoi stare sicuro che il prototipo funzioni perfettamente e per sempre, mentre la produzione di serie avrà una serie di ottimizzazioni di costo occulte a scapito della qualità (o talvolta presenza!) dei componenti. Però a nessuno interessa perché le garanzie minime sono fissate per legge e in ogni caso nel mondo prevale proprio la mentalità transattiva della garanzia: costa meno sostituire un alimentatore durante il periodo di garanzia minima che produrre qualcosa che duri per sempre. Inoltre, forse non a torto, si pensa che:

chromemax ha scritto:il sistema economico attuale non può permettersi di produrre un prodotto che dura troppo
.

che nel breve periodo è probabilmente vero, certo che anche una delocalizzazione aggressiva non è che porti vantaggi nel lungo periodo, anzi!

Ma se il lungo periodo non interessa a chi governa, perché dovrebbe interessare a chi produce?


Andrea - le mie foto analogiche sul digitalissimo Flickr

A fare a gara a fare i puri, troverai sempre uno più puro... che ti epura.

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 3874
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda graic » 03/09/2018, 11:34

Certo che se fosse come dite voi staremmo ancora nelle palafitte e ci sposteremmo con gli asini.


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
lo_Spocchioso
guru
Messaggi: 939
Iscritto il: 14/01/2015, 16:00
Reputation:
Località: Torino

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda lo_Spocchioso » 03/09/2018, 11:38

graic ha scritto:Certo che se fosse come dite voi staremma ancora nelle palafitte e ci sposteremmo con gli asini.


Non so gli altri, ma a me piace il progresso e quando ho rifatto gli uffici ho illuminato tutto con LED. Non solo, ho uno dei pochissimi uffici in Italia certificati CasaClima R... vedi tu.


Andrea - le mie foto analogiche sul digitalissimo Flickr

A fare a gara a fare i puri, troverai sempre uno più puro... che ti epura.

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 3874
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Lampade alogene addio?

Messaggioda graic » 03/09/2018, 11:46

Mi sa che sei contraddittorio allora, hai rifatto gli uffici sulla base dei dati truccati dai ricercatori di tutto il mondo?


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.



  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite