Lavaggio: esagerato ?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9337
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda chromemax » 10/12/2012, 18:03

Ritornando IT e in termini pratici, con fissaggio rapido concentrato (1+4) e tempi di fix inferiori al minuto e mezzo, eliminatore di iposolfito, lavaggio con acqua rinnovata (svuota e riempi o acqua veramente corrente) a >=20° per 20-30 minuti, si ha una buona sicurezza di lunga durata. Se si vuole esagerare si aggiunga anche il passaggio in sistan, e vostri pronipoti ringrazieranno :) :)



Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4739
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda impressionando » 10/12/2012, 23:28

Naturalmente si parla solo di baritate.... le poly si slavacchiano sotto il rubinetto.
L'uso di acqua tiepida abbrevia molto i tempi di lavaggio aumentando l'efficacia in modo esponenziale.
Occhio però al lesso. Fino a 26° non ho mai avuto problemi..... oltre m'è capitato di vedere l'emulsione staccarsi dai bordi (solo con una carta).



Avatar utente
torla91
esperto
Messaggi: 182
Iscritto il: 20/08/2012, 14:21
Reputation:

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda torla91 » 11/12/2012, 19:06

Io uso politenata e le stampe le lavo in una bacinella tutte insieme senza cambiare acqua...da 1 a 10 quanto è grave? Io non ho acqua corrente in camera oscura!



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda Silverprint » 11/12/2012, 19:40

:)) Direi che almeno meriti un bell'8+!
Povero Torla, non dureranno a lungo. :(

L'acqua corrente serve proprio, basta poco tempo con le politenate, ma vanno proprio lavate.
Sarebbe anche meglio evitare di tenerle a mollo a lungo altrimenti dai bordi penetrano acqua e schifezze rovinandoli.

Insomma fatta qualche stampa devi andare dove ci sia acqua corrente e sciacquarle una ad una. Proprio non c'è scampo...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4739
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda impressionando » 11/12/2012, 20:08

Io l'acqua corrente in CO non l'ho e non ne sento il bisogno. Quando l'avevo perdevo troppo tempo a pocciare.
Ora ho una bacinella con abbondante acqua dove metto le stampe fatte. A fine sessione prendo le stampe e le metto nella lavatrice che tengo in casa.

Insomma finito di stampare ti metti di buona voglia e lavi tutto... stampe e attrezzatura (che vuole pure asciugata).



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9337
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda chromemax » 12/12/2012, 9:24

Insomma finito di stampare ti metti di buona voglia e lavi tutto... stampe e attrezzatura (che vuole pure asciugata).

E quando finisci alle 3 e 1/2 del mattino distrutto dal sonno e dalla stanchezza ci vuole proprio una bella passione a mettersi lì e lavare tutto :)



luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda luca_dega » 12/12/2012, 9:44

...e quando il giorno dopo trovi la stampa (quella "bella") asciutta ma con una fantastica ed irrimediabile piegatura-frappatura, ci vuole ancora più passione per non buttare tutto dalla finestra....e per non far suonare le campane del paese :))
Si sa, la stanchezza non porta lontano e con la baritata 30x40 completamente inzuppata è un'attimo....e la piega è garantita.
la cosa che mi preoccupa è che mi capita molto, molto spesso.... sarà anche che la Fomabrom è piuttosto spessa, però....
Non capisco se faccio queste piccole pieghette-frappette quando la passo da una bacinella all'altra o durante il lavaggio-asciugatura....eppure ora sto parecchio attento....con i guanti in lattice poi mi pare d'essere un chirurgo in sala operatoria....

voi come fate ? avete qualche "tecnica" per scongiurare le FRAPPE sulla carta bagnata ?..



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda Silverprint » 12/12/2012, 13:08

:( E la Foma non è neanche tanto "frappevole"...

I bozzetti si fanno in bacinella con le pinze o le dita, se si ha la pessima abitudine di far scendere la carta sul fondo affondandola a pinzettate/ditate, non serve affogarla, basta che sia immersa... :)) Le pieguzze a mezzaluna si formano se scolando tra un a bacinella e l'altra si sventola il foglio; non serve a niente, se non a spieghettare. Pieghe più grosse sono facili a farsi se si lava la stampa con tanta acqua, specialmente se si tenta di farla andare a fondo, o se scolando tra una bacinella e l'altra si prende il foglio da un lato e non da un angolo...

Non so perché, ma i gesti incriminati vengono perfettamente naturali al 99% dei miei studenti... :))


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda luca_dega » 12/12/2012, 13:33

Silverprint ha scritto: se si lava la stampa con tanta acqua, specialmente se si tenta di farla andare a fondo,


...penso che ci siamo... :wall: ma quelle bastarde di stampe non ne vogliono sapere ! Ma perché cavolo se ne devono stare così a galla ?!?!? addirittura l'emulsione quasi "si asciuga" .... che, c'hanno talmente tanta aria dentro che FLUTTUANO sul pelo dell'acqua ?!?!?!
...mi sa che una lavatrice verticale sarà il prossimo regalo che mi farò.... :((



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Lavaggio: esagerato ?

Messaggioda Silverprint » 12/12/2012, 13:46

luca_dega ha scritto:...mi sa che una lavatrice verticale sarà il prossimo regalo che mi farò.... :((

Già, l'hanno inventata apposta... ;)

Se hai spazio e lavi in piano, una soluzione economica d'emergenza abbastanza funzionale è il Kodak "auto tray siphoon", un aggeggino che non fanno più da tempo (ma c'è eBay...). Si monta sul lato della bacinella e spruzza acqua da sopra (bagnando le stampe) mentre la succhia da sotto (tenendo il livello). L'ideale sarebbe averne tre su un bel bacinellone 50x60, mettendone due su un lato lungo (verso gli angoli) ed un altro di fronte nel mezzo si riesce a fare un buon flusso.

Altrimenti si può costruire qualcosa montando tubi rigidi sui lati di una bacinella con dei forellini che spruzzino acqua un po' su tutta la superficie (da farsi in opera) e facendoci nel mezzo uno scarico sifonato (per tenere il livello).


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti