lavaggio finale pellicola

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Maxis
esperto
Messaggi: 183
Iscritto il: 08/06/2013, 16:06
Reputation:
Località: Genova

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda Maxis » 15/10/2014, 18:36

bafman ha scritto:
Maxis ha scritto:
DanieleLucarelli ha scritto: come li asciughi i negativi?

sul termosifone, coi calzini.


Si, e magari dopo gli dai anche una bella stirata e li metti nell'armadio? :))



Advertisement
Avatar utente
DanieleLucarelli
guru
Messaggi: 1152
Iscritto il: 12/08/2010, 16:56
Reputation:
Località: Livorno
Contatta:

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda DanieleLucarelli » 16/10/2014, 11:30

Li appendo normalmente ad una stecca in una stanzina poco frequentata (effettivamente la stanza viene utilizzata anche per far asciugare i panni quando fuori piove).



Avatar utente
ric1854
esperto
Messaggi: 147
Iscritto il: 27/09/2010, 12:48
Reputation:

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda ric1854 » 18/10/2014, 23:00

Un lavaggio in acqua corrente di 10 - 15 min è sufficiente ( più tempo per le pellicole a maggior sensibilità che hanno uno strato di gelatina più spesso ) .
Per l'asciugatura appendo a un filo in una stanza ove non entra nessuno. Importante è che non vi sia polvere ( attenzione ad eventuali correnti d'aria dovute a finestre o porte mal serrate ). Se il tempo è secco è bene passare un panno umido sul pavimento.



Avatar utente
LikeAPolaroid
guru
Messaggi: 303
Iscritto il: 30/01/2010, 14:44
Reputation:

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda LikeAPolaroid » 19/10/2014, 0:27

ric1854 ha scritto:Un lavaggio in acqua corrente di 10 - 15 min è sufficiente ( più tempo per le pellicole a maggior sensibilità che hanno uno strato di gelatina più spesso ) .


Il lavaggio Ilford consuma al max 2.5L di acqua ed è tutto quello che serve.



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda Silverprint » 19/10/2014, 0:37

"Forse" quanti litri si consumino dipende dalla grandezza della tank. ;)

Comunque una serie di riempimenti e svuotamenti, con agitazione e tempo di ammollo via, via più lunghi è sicuramente efficace. Oltre al risparmio di acqua consente un più agevole controllo della temperatura e di ridurre il tempo bagnato totale, con minor stress alla gelatina e conseguente beneficio sulla nettezza della grana.

Che i tre riempimenti con 5-10-20 agitazioni suggeriti da Ilford siano sufficienti vi è qualche dubbio. Forse è più prudente farne 5 o 6. Si può, per es. aggiungerne uno iniziale ed una serie finale più lunga, con un tempo totale di lavaggio di 7-8 minuti, senza far danni.

Riguardo l'efficacia del lavaggio conta moltissimo che il fissaggio sia fresco e non molto sfruttato, poiché i composti secondari che si formano nel suo agire sono quelli meno solubili, cioè più difficili da lavare via. Ho visto spesso negativi ben lavati deperire rapidamente per via del fissaggio troppo sfruttato...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
LikeAPolaroid
guru
Messaggi: 303
Iscritto il: 30/01/2010, 14:44
Reputation:

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda LikeAPolaroid » 19/10/2014, 12:01

Ahahah ovvio certo. Io mi riferivo alla tank piccola da 500ml. Io faccio cicli da 5-10-15-20-20.
Da qualche parte sul pc ho anche uno studio di un finlandese che ha mostrato scientificamente l'efficacia del lavaggio alla Ilford. Appena metto mano sul pc e lo trovo lo metto qui.



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5635
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda -Sandro- » 19/10/2014, 13:54

LikeAPolaroid ha scritto:Da qualche parte sul pc ho anche uno studio di un finlandese che ha mostrato scientificamente l'efficacia del lavaggio alla Ilford.


Mi aspetto una analisi chimica molto approfondita, che chiarisca che il "lavaggio" ilford elimini totalmente tutti i sottoprodotti estremamente complessi generati dal fissaggio.
In mancanza di una vera evidenza scientifica, continuerò ad effettuare il lavaggio in acqua corrente per 10-15 minuti, come ho sempre fatto, ritenendo assolutamente insufficiente il metodo ilford.



Avatar utente
LikeAPolaroid
guru
Messaggi: 303
Iscritto il: 30/01/2010, 14:44
Reputation:

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda LikeAPolaroid » 19/10/2014, 14:06

Quindi tu hai evidenza scientifica della sua insufficienza?



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5635
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda -Sandro- » 19/10/2014, 20:01

Non mi interessa, io uso un sistema collaudato da sempre, cioè il lavaggio in acqua corrente.

Prima di dire, con una certa vena di presunzione:

LikeAPolaroid ha scritto:
Il lavaggio Ilford consuma al max 2.5L di acqua ed è tutto quello che serve.


Mi aspetterei una rigorosa dimostrazione di quanto asserito, altrimenti per me è solo l'opinione di una persona che usa un certo metodo di lavoro e pretende che debba per forza andar bene a tutti. Nè più né meno come quello che pretendeva di pesare i liquidi.



Avatar utente
LikeAPolaroid
guru
Messaggi: 303
Iscritto il: 30/01/2010, 14:44
Reputation:

Re: lavaggio finale pellicola

Messaggioda LikeAPolaroid » 19/10/2014, 21:04

Quindi agli altri chiedi una rigorosa spiegazione scientifica poi quando ti si chiede la ragione delle tue affermazioni anche pesantucce (lavaggio Ilford assolutamente insufficiente) adduci un "non mi interessa". Poi parli di presunzione. Bah.

Comunque questo era lo studio di cui parlavo prima.

http://www.largeformatphotography.info/ ... lfwash.pdf

dove si vede che con i tre cicli 5/10/20 si raggiunge il punto di equilibrio (come suggerito da Ilford).





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti