Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Discussioni sull'etica e sulla filosofia applicata alla fotografia

Moderatore: etrusco

Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1584
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda Lollipop » 10/10/2018, 8:46

tonyrigo ha scritto:Quanto al tempo per il workflow successivo alla produzione delle 6.000 foto, per rispondere a LOLLIPOP, entro nello specifico, visto che nel caso della partita di basket sono cose proprio fresche e quindi me le ricordo bene:
ci sono volute circa 3 ore per sceglierne 400 su 6.000

Cioè hai dedicato 1” e 8 decimi a foto per la prima selezione. Un cambio gomme in F1 dura il doppio.
poi un'ora per scendere a 200,

Qui mostravi già un po’ di fatica: 9 secondi a foto.
quindi mezz'ora per scendere a 150.

Altri 9 secondi, sempre a scatto.
Diciamo che dopo mezza giornata mi sono trovato con 150 foto discrete da sistemare: da sviluppare.
Tempo di sistemazione e successiva selezione per scendere a 80 foto circa 8 ore (una giornata intera).

Qui invece te la sei presa proprio comoda: 3’ e 12” a foto.
Diciamo che per ogni foto delle 80 superstiti ha dedicato la bellezza di 3 minuti 31 secondi e 8 decimi. Devono essere state davvero belle. :)


Lorenzo.

Advertisement
Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4352
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda graic » 10/10/2018, 8:56

-Sandro- ha scritto:Ciò che trovo veramente grottesco è il voler abusare di termini che appartengono alla tecnologia della pellicola.

Camera chiara per non dire personal computer? Fa più figo?
"Sviluppo" per non dire elaborazione con Photoshop? Ci si vergogna di dirlo?
Seimila scatti per sceglierne ottanta? Allucinante.


A questo punto tanto vale lasciare lì la macchina e dirle di farseli da se i 6000 scatti, nel frattempo si va a fare cose più divertenti.

Ah, lo sai che ci sono i software al fenidone? Che sa se danno meno schermate blu di quelli al Metolo-Idrochinone :ymdevil:
Ultima modifica di graic il 10/10/2018, 10:01, modificato 1 volta in totale.


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1584
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda Lollipop » 10/10/2018, 9:40

graic ha scritto:A questo punto tanto vale lasciare lì la macchina e dirle di farseli da se i 6000 scatti, nel frattempo si va a fare cose più divertenti.

Non le puoi fare cose più divertenti: pur dedicando solo 1 secondo e 8 decimi alla visualizzazione di ciascuno dei 6000 scatti, il tempo diventa tiranno e non ci si può perdere in cose lussuriose. :)


Lorenzo.

Avatar utente
beppegallo
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 28/05/2013, 20:50
Reputation:
Località: Faenza

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda beppegallo » 10/10/2018, 10:06

Concordo pienamente con quanto detto da Sandro circa l'utilizzo inappropriato di termini propri del processo foto-grafico, per indicare fasi riguardanti la produzione di immagini digitali. Ma la cosa più scorretta, secondo me, è che venga usato il termine "fotografia" anche per le immagini acquisite digitalmente, che vengono "grafate" non dalla "foto", ma da qualche diavoleria elettronica che non conosco e non so indicare. Per me non c'è diatriba "analogico-digitale": una è foto-grafia e l'altra è nonsocosa-grafia.
È solo una questione di correttezza semantica. Le cose vanno chiamate col suo nome, secondo me.



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5549
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda -Sandro- » 10/10/2018, 10:15

E comunque il post era inutile sin dall'inizio. Men che meno ora dove prolissamente ci enumerano quali fantasmagoriche cose si possono fare col digitale che noi, poveri trogloditi della chimica, dobbiamo rassegnarci a non poter fare. Io faccio un provino a contatto in 5 minuti. Appena è stampato ho già scelto, cinque-dieci minuti dopo (al massimo) la stampa è pronta...il resto è noia.



Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1030
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda fabriziog » 10/10/2018, 10:41

tonyrigo ha scritto:
Quanto al tempo per il workflow successivo alla produzione delle 6.000 foto, per rispondere a LOLLIPOP, entro nello specifico, visto che nel caso della partita di basket sono cose proprio fresche e quindi me le ricordo bene:
ci sono volute circa 3 ore per sceglierne 400 su 6.000


Cioè hai dedicato 1” e 8 decimi a foto per la prima selezione. Un cambio gomme in F1 dura il doppio.

poi un'ora per scendere a 200,


Qui mostravi già un po’ di fatica: 9 secondi a foto.

quindi mezz'ora per scendere a 150.


Altri 9 secondi, sempre a scatto.

Diciamo che dopo mezza giornata mi sono trovato con 150 foto discrete da sistemare: da sviluppare.
Tempo di sistemazione e successiva selezione per scendere a 80 foto circa 8 ore (una giornata intera).


Qui invece te la sei presa proprio comoda: 3’ e 12” a foto.
Diciamo che per ogni foto delle 80 superstiti ha dedicato la bellezza di 3 minuti 31 secondi e 8 decimi. Devono essere state davvero belle. :)


Ma saranno affaracci suoi di come lavora o no. Saranno affaracci suoi se la qualità che esce dal suo lavoro è per lui sufficiente o no?
A tutto c'è un limite.
Ti piacerebbe se qualcuno fa le tue stesse battute solo perchè, per fare una stampa, non ci metti il tempo che secondo me è necessario o no la fai come voglio io??? Allora, siccome per me una stampa non vale niente se non applico a regola d'arte il sistema zonale, non ci perdo almeno 8 ore per la sola stampa, almeno 20 stampe di lavoro, processo archival, ecc. ecc. ecc. posso permettermi di dire, in modo sarcastico, che tutte le stampe fatte dal 99% di questi utenti
Devono essere state davvero belle. :)
. Chi sei tu pe giudicare il lavoro di un'atro solo dal tempo che TU presumi ci abbia perso per fare le stampe? Ma stiamo scherzando??



Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1584
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda Lollipop » 10/10/2018, 11:09

fabriziog ha scritto:Ma saranno affaracci suoi di come lavora o no. Saranno affaracci suoi se la qulità che esce dal suo lavoro è per lui sufficiente o no?
A tutto c'è un limite.

Io non capisco perché ti scaldi così tanto, analizzo solo i tempi che lo stesso tonyrigo ha indicato. Personalmetne mantengo ancora forti dubbi che 1 secondo e 8 decimi siano sufficienti per decretare la vita o la morte di uno scatto.
Ti piacerebbe se qualcuno fa le tue stesse battute solo perchè per fare una stampa non ci metti il tempo che secondo me è necessario o no la fa come vuoi te???

Me guarda, io le pubblico qui e con la premessa "sfogatevi dopo il bip".
Allora, siccome per me una stampa non vale niente se non applico a regola d'arte il sistema zonale, non ci perdo almeno 8 ore per la sola stampa, almeno 20 stampe di lavoro, processo archival, ecc. ecc. ecc. posso permettermi di dirmi in modo sarcastico che tutte le stampe fatte dal 99% di questi utenti

?
Chi sei tu pe giudicare il lavoro di un'atro solo dal tempo che TU presumi ci abbia perso per fare le stampe?

E chi ha mai parlato di stampe?
Ma stiamo scherzando??

Onestamente non saprei.


Lorenzo.

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1030
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda fabriziog » 10/10/2018, 11:13

Qui invece te la sei presa proprio comoda: 3’ e 12” a foto.
Diciamo che per ogni foto delle 80 superstiti ha dedicato la bellezza di 3 minuti 31 secondi e 8 decimi. Devono essere state davvero belle. :)


Perché qui si va oltre l'analizzare il lavoro altrui con lo scopo di capire, ma si va nello sfottere, cosa che trovo alquanto maleducata.



Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1584
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda Lollipop » 10/10/2018, 11:22

fabriziog ha scritto:
Qui invece te la sei presa proprio comoda: 3’ e 12” a foto.
Diciamo che per ogni foto delle 80 superstiti ha dedicato la bellezza di 3 minuti 31 secondi e 8 decimi. Devono essere state davvero belle. :)


Perché qui si va oltre l'analizzare il lavoro altrui con lo scopo di capire, ma si va nello sfottere, cosa che trovo alquanto maleducata.

Vabbè, mi spiace che tu la veda in questa maniera ma in Lightroom e Photoshop, e fino ad un anno fa, ci sono passato anch'io e ti assicuro che 3 minuti e 12 secondi di pp per una singola foto sono veramente pochini pochini.


Lorenzo.

Avatar utente
emmeffepi
guru
Messaggi: 681
Iscritto il: 06/04/2015, 12:39
Reputation:
Località: GE/HK/SIN

Re: Le cose che l’analogico ha che il digitale non ha (e viceversa)

Messaggioda emmeffepi » 10/10/2018, 11:22

beppegallo ha scritto: Ma la cosa più scorretta, secondo me, è che venga usato il termine "fotografia" anche per le immagini acquisite digitalmente


concordo in parte...personalmente ritengo che sia fotografia propriamente detta solo quando su carta
quindi il negativo in se non e' una fotografia e un'acquisizione digitale e' sempre e solo un'immagine e resta sempre tale fino a che non viene stampata (a quel punto semanticamente pero' diventano la stessa cosa a prescindere dallo strumento utiizzato per l'acquisizione)...paradossalmente anche una diapositiva per me non e' propriamente una fotografia (infatti e' una diapositiva)
il processo per arrivare a quella stampa non dovrebbe pero' essere considerato una discriminante (a parte il fatto che una fotografia da processo analogico ha una discrezionalita' molto piu' ampia da parte di chi la crea mentre quella da acquisizione numerica e' frutto per buona parte di chi ha programmato lo strumento e tutti i softwares necessari)
Ultima modifica di emmeffepi il 10/10/2018, 11:37, modificato 1 volta in totale.


Massimiliano



  • Advertisement

Torna a “Etica e filosofia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite