Lo "Stupidario" fototecnico

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 6314
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da impressionando »

Elmar Lang ha scritto:
25/09/2021, 14:50
Credo si possano eseguire buone fotografie con negativi ben esposti ed ottimamente stampabili, anche senza praticare i riti del Sistema Zonale...
Pienamente d'accordo.
Le persone fortunate riescono in tante cose che le sfortunate non riescono a fare.
Se sei fortunato hai pure la liberazione dal pensiero di capire perchè è venuta bene piuttosto che no.
Gli sfortunati hanno da studiare per ottenere i risultati dei fortunati


Mi chiamo Pierpaolo.... non impressionando
Uso fotocamere a molla con sensore intercambiabile di dimensioni minime 6x6 cm.

Clicca qui! .....e qui, ...e anche qui!
Chi mi parla alle spalle lo guarda il mio culo

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 3430
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da Elmar Lang »

Mah, io non entrerei nel metafisico o nel filosofico.

Un negativo ben esposto è il risultato di un mix di buonsenso, di attenzione e di cura.

La fortuna, casomai, è nello scattare la foto che ti farà vincere il premio Pulitzer (e quella volta, all'89% il negativo farà impazzire lo stampatore).

Per il resto, ricordo quel che mi disse un bravo fotografo americano, quando in montagna ero alle prese con misurazioni spot, la mia 4"x5" sul cavalletto: "Hey Enzo, take it easy, shoot that negative!"
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
Federico Pari
guru
Messaggi: 404
Iscritto il: 05/09/2017, 15:36
Reputation:

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da Federico Pari »

Elmar Lang ha scritto:
25/09/2021, 14:50
Credo si possano eseguire buone fotografie con negativi ben esposti ed ottimamente stampabili, anche senza praticare i riti del Sistema Zonale...
sicuramente si', ma chiamare le procedure "riti" e' tecnicamente scorretto e non fa altro che alimentare la confusione sul metodo...

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 3430
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da Elmar Lang »

Federico Pari ha scritto:
25/09/2021, 20:49
(...) chiamare le procedure "riti" e' tecnicamente scorretto e non fa altro che alimentare la confusione sul metodo...
Credevo fosse evidente la mia garbata ironia, che in una discussione leggera come questa, credo sia consentita, almeno fintantoché il sorriso non verrà regolamentato da apposite leggi.

Circa la confusione sul metodo, credo non sia necessariamente la mia lieve battuta ad alimentarla...
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
Federico Pari
guru
Messaggi: 404
Iscritto il: 05/09/2017, 15:36
Reputation:

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da Federico Pari »

Elmar Lang ha scritto:
25/09/2021, 21:04
Credevo fosse evidente la mia garbata ironia, che in una discussione leggera come questa, credo sia consentita, almeno fintantoché il sorriso non verrà regolamentato da apposite leggi.

Circa la confusione sul metodo, credo non sia necessariamente la mia lieve battuta ad alimentarla...
seeeehh tu non hai idea di a che cosa sono capaci di attaccarsi i no-SZ #-o

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 3430
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da Elmar Lang »

Potrebbero magari aver l'ardire di citare:

"(...) [the Zone System] in my opinion it makes mountains out of molehills, complicates matters out of all proportions, does not produce any results that cannot be accomplished more easily with methods discussed in this text, and is a ritual if not a form of cult rather than a practical technical procedure.

Andreas Feininger, Light and Lighting in Photography (1978, 2nd edition, page 61)

...il che sarebbe gravemente eversivo, se non addirittura terroristico!
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
Federico Pari
guru
Messaggi: 404
Iscritto il: 05/09/2017, 15:36
Reputation:

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da Federico Pari »

Elmar Lang ha scritto:
26/09/2021, 10:29
Potrebbero magari aver l'ardire di citare:

"(...) [the Zone System] in my opinion it makes mountains out of molehills, complicates matters out of all proportions, does not produce any results that cannot be accomplished more easily with methods discussed in this text, and is a ritual if not a form of cult rather than a practical technical procedure.

Andreas Feininger, Light and Lighting in Photography (1978, 2nd edition, page 61)

...il che sarebbe gravemente eversivo, se non addirittura terroristico!
È abbastanza noto, almeno su questi lidi, che Feininger di sistema zonale non c'ha mai capito un *****. Quella citazione è adatta allo stupidario.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 3430
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da Elmar Lang »

E' un fatto però, che il grande Maestro californiano aveva un notevole senso dell'umorismo, cosa che in vari lidi manca, tra gli adepti del sistema che lui aveva messo a punto:
Ansel-Adams-zone-system-1.png
("Ansel Adams and the Ten Commandments", 1977 - Courtesy, the Estate of Ka Morais)

Va ricordato e sottolineato, che Ansel Adams ed Andreas Feininger si conoscevano e stimavano reciprocamente, pur con un diverso approccio alla fotografia.

Per questo, personalmente non metterei la frase di Feininger nello "stupidario" trattandosi del punto di vista sicuramente anche un po' umoristico -com'è normale nel meno ascetico mondo anglosassone- di un maestro, nei confronti di un collega.

E si tenga presente che io sono da sempre un grande ammiratore dell'opera di Adams e della sua interessante, intensa vita artistica, non solo dedicata alla fotografia.
E' un vero peccato a tal proposito, che non sia mai stato tradotto il bel volume di Jonathan Spaulding "Ansel Adams and the American Landscape - a Biography"; Berkeley, UCP, 1995, ma forse è meglio gustarselo nella lingua originale, pensando alla mediocrissima traduzione della "trilogia" adamsiana e della seguente autobiografia, editi da Zanichelli anni fa.

Buona domenica,

Enzo (E.L.)
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
Andrea67c
guru
Messaggi: 703
Iscritto il: 06/05/2021, 18:40
Reputation:
Località: Venezia

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da Andrea67c »

Premesso che ho un'esperienza minima di tutta la pratica fotografica, ma sulle cose ci si può ragionare insieme anche senza essere esperti, basta non lanciare proclami assoluti, io penso quanto segue, da ciò che ho imparato.

Il SZ è un metodo per fotografare. In realtà a ben vedere è l'unico metodo razionale di gestire la catena che va dallo scatto alla stampa. Questa razionalità, improntata al minimo spreco logico, porta ad essere lenti in fase di ripresa, per poi risparmiare tempo e materiali nelle fasi successive.

Se si scatta col cavalletto, è secondo me da poco furbi non ragionare in termini di SZ. Visto che ci si prende tutto il tempo, perché non usarlo razionalmente?

Se l'esigenza invece è quella di scattare in fretta, altri metodi (che non andrebbero chiamati così, perché non hanno molto di metodico) ci sono, eccome. Si scatta molto di più, si fa bracketing, si lavora col flash, ci si rivolge ad uno stampatore che ti toglie le castagne dal fuoco, ci si fa un'esperienza per prove ed errori che durerà lunghi anni....

Va tutto bene, ma si vede altrettanto bene che sono "metodi" che portano a consumo di materiale, di tempo, di fatica, molto più del SZ, che pure non è facile, perché il SZ funziona bene, anch'esso come tutta l'arte fotografica, nella misura in cui il fotografo sa previsualizzare. Previsualizzare, in senso lato, anche artistico, comunicativo, è la sfida. Le foto dei bravi e dei bravissimi sono lì a dircelo ogni giorno, che la sfida è soprattutto quella.

Ciao!
A.

Avatar utente
Federico Pari
guru
Messaggi: 404
Iscritto il: 05/09/2017, 15:36
Reputation:

Re: Lo "Stupidario" fototecnico

Messaggio da Federico Pari »

Elmar Lang ha scritto:
26/09/2021, 12:22
Per questo, personalmente non metterei la frase di Feininger nello "stupidario" trattandosi del punto di vista sicuramente anche un po' umoristico -com'è normale nel meno ascetico mondo anglosassone- di un maestro, nei confronti di un collega.

Enzo (E.L.)
Ah ecco, stava a scherza'. Che burlone!

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi