luce diffusa vs luce condensata

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8162
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda chromemax » 20/03/2018, 19:32

Un articolo datato ma attuale e molto interessante del grande David Vestal che aiuta a fare chiarezza su alcuni falsi miti che riguardano la luce degli ingranditori. buona lettura:
https://books.google.it/books?id=rzH31j84pn8C&lpg=PP1&hl=it&pg=PA72#v=onepage&q&f=false



Advertisement
Avatar utente
Framane
fotografo
Messaggi: 80
Iscritto il: 01/03/2018, 21:11
Reputation:

Re: luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda Framane » 20/03/2018, 19:48

sembra interessante, la mia poca confidenza con l'inglese mi costringerà ad una lettura lenta ed attenta!! grazie per averlo postato :)



anonimo20180702

Re: luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda anonimo20180702 » 21/03/2018, 11:07

chromemax ha scritto:Un articolo datato ma attuale e molto interessante del grande David Vestal che aiuta a fare chiarezza su alcuni falsi miti che riguardano la luce degli ingranditori. buona lettura:
https://books.google.it/books?id=rzH31j84pn8C&lpg=PP1&hl=it&pg=PA72#v=onepage&q&f=false


Grazie, URL interessante.

Anche Feininger nel suo celebre libro sulla fotografica affronta questo tema; io uso una testa colore, diffusa, ho anche il condensatore e volevo provare effettivamente le differenze, operative e di resa. Ma chi è nel campo da molti più anni di me e lo fa per lavoro mi ha consigliato, caldamente, di rimanere con la testa colore.



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4278
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda impressionando » 21/03/2018, 15:15

Beh.... alla fine conclude dicendo che con tutto si stampa tutto ma il succo del discorso è che adattando il tipo di processo all'ingranditore che si usa si uniformizzano i risultati....
moganga!
Ciò che conta è ciò che si prova sulla propria pelle. Ho diversi ingranditori e nessuno ricalca perfettamente i risultati dell'altro anche a parità di illuminazione. In questo momento ho uno a fianco all'altro due M805... un condensato e un diffuso che utilizzo in modo complementare per la diversità di resa (per me) estremamente notevolissima. Le differenze che si notano tra i dui tipi di luce su carta a gradazione sono tali da costringere ad impostare il negativo in modo diverso..... poi se si usa carta MG si adegua il filtro ma non è detto che un filtro 3 su diffuso renda come un 1.5 su condensato.
Altra cosa che mi fa preferire la luce condensata per la maggiorparte delle stampe è la diversa resa a parità di dettaglio che rende la stampa condensata più "ruvida" con una grana meno "limata".
Un'altra veriabile piuttosto importante che costringe a preferire un apparecchio piuttosto di un altro è la carta.... Chi vuole provare sulla propria pelle provi a stampare lo stesso negativo su dell'Ilford Classic con condensatore e poi della MCC110 con luce diffusa e viceversa... poi ne parliamo.

PS: "Mito" è Ulisse.... Achille.... Annibale.... ecc..... Luce diffusa e condensata sono differenze tecniche più o meno trascurabili in base a ciò che ci aspettiamo e in base a ciò che utlilizziamo ;)



anonimo20180702

Re: luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda anonimo20180702 » 21/03/2018, 15:49

impressionando ha scritto:Beh.... alla fine conclude dicendo che con tutto si stampa tutto ma il succo del discorso è che adattando il tipo di processo all'ingranditore che si usa si uniformizzano i risultati....
moganga!
Ciò che conta è ciò che si prova sulla propria pelle. Ho diversi ingranditori e nessuno ricalca perfettamente i risultati dell'altro anche a parità di illuminazione. In questo momento ho uno a fianco all'altro due M805... un condensato e un diffuso che utilizzo in modo complementare per la diversità di resa (per me) estremamente notevolissima. Le differenze che si notano tra i dui tipi di luce su carta a gradazione sono tali da costringere ad impostare il negativo in modo diverso..... poi se si usa carta MG si adegua il filtro ma non è detto che un filtro 3 su diffuso renda come un 1.5 su condensato.
Altra cosa che mi fa preferire la luce condensata per la maggiorparte delle stampe è la diversa resa a parità di dettaglio che rende la stampa condensata più "ruvida" con una grana meno "limata".
Un'altra veriabile piuttosto importante che costringe a preferire un apparecchio piuttosto di un altro è la carta.... Chi vuole provare sulla propria pelle provi a stampare lo stesso negativo su dell'Ilford Classic con condensatore e poi della MCC110 con luce diffusa e viceversa... poi ne parliamo.

PS: "Mito" è Ulisse.... Achille.... Annibale.... ecc..... Luce diffusa e condensata sono differenze tecniche più o meno trascurabili in base a ciò che ci aspettiamo e in base a ciò che utlilizziamo ;)


Che dire, mi sento di condividere tutto.

Io credo che a giorni prenderò i filtri graduati ilford per provare a stampare lo stesso negativo con entrambi le tecniche, per capire papabilmente le differenze e togliermi anche la scimmia dalla testa!



Avatar utente
durstm850
guru
Messaggi: 463
Iscritto il: 12/10/2011, 17:27
Reputation:

Re: luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda durstm850 » 21/03/2018, 15:58

Io ho tre ingraditori a luce condensata, solo perche mi e' sempre stato detto che per il bianco e nero e' "meglio",non approfondendo mai la questione dal punto di vista tecnico rimanendo ignorante nel merito ma soddisfatto delle stampe. Non ho mai avuto ingranditori diffusi, mi fate venir voglia di provarne uno con testa colore.....



anonimo20180702

Re: luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda anonimo20180702 » 21/03/2018, 17:12

durstm850 ha scritto:Io ho tre ingraditori a luce condensata, solo perche mi e' sempre stato detto che per il bianco e nero e' "meglio",non approfondendo mai la questione dal punto di vista tecnico rimanendo ignorante nel merito ma soddisfatto delle stampe. Non ho mai avuto ingranditori diffusi, mi fate venir voglia di provarne uno con testa colore.....


Se sei della zona puoi venire a provare il mio ^:)^
E magari tu mi fai provare il condensatore @-) @-)



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8162
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda chromemax » 21/03/2018, 18:24

impressionando ha scritto:PS: "Mito" è Ulisse.... Achille.... Annibale.... ecc..... Luce diffusa e condensata sono differenze tecniche più o meno trascurabili in base a ciò che ci aspettiamo e in base a ciò che utlilizziamo ;)


<<Io ho tre ingraditori a luce condensata, solo perche mi e' sempre stato detto che per il bianco e nero e' "meglio">>

A questi miti mi riferivo ;)



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4278
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda impressionando » 21/03/2018, 19:06

Hai ragione....
Come spesso accade il "meglio" è complementare al "peggio" e viceversa ;)



Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1691
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: luce diffusa vs luce condensata

Messaggioda NikMik » 23/03/2018, 15:52

impressionando ha scritto:Un'altra veriabile piuttosto importante che costringe a preferire un apparecchio piuttosto di un altro è la carta.... Chi vuole provare sulla propria pelle provi a stampare lo stesso negativo su dell'Ilford Classic con condensatore e poi della MCC110 con luce diffusa e viceversa... poi ne parliamo.


Ho usato queste due carte per uno stesso negativo sotto luce diffusa (non ho condensatori in questo periodo).
Ho notato che con la Ilford ho avuto bisogno di alzare meno il contrasto.
Si tratta di carte entrambe belle ma dalla resa generale piuttosto diversa.

Ma tu a cosa ti riferivi? Cosa hai notato facendo lo stesso negativo su queste due carte e su ingranditori condensati e diffusi?
Non sono bravo con i sottintesi... in famiglia vengo preso in giro perché spesso non comprendo certi snodi delle trame dei film thriller. :)





  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite