m2 vs m3

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1875
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: m2 vs m3

Messaggioda NikMik » 16/04/2013, 16:27

Saio_dantes ha scritto: il budget finale è sui 6/700 euro, ho trovato una m3 colpo singolo con summitar 50 f2 a vite con adattore, e una m2 con elmar a baionetta f3.5 le condizioni estetiche di entrambe sono buone, non sembrano presentare botte o graffi eccessivi, mentre per il telemetro dicono entrambi che sia chiaro e perfettamente funzionante, naturalmente sarà da valutarlo di persona.
di negozi vicini nemmeno l'ombra, mentre un amico esperto a cui farle valutare prima dell'acquisto ce l'avrei


Il Summitar è un ottimo obiettivo, io ce l'ho e non lo darei mai via. Ma come per tutti gli obiettivi di una certa età (più di mezzo secolo !) devi controllare bene lo stato esterno e interno delle lenti (con una pila forte vedere se ci sono opacizzazioni interne ecc.). Tieni conto che il Summitar non ha gli scatti dei diaframmi, ma la ghiera gira senza soluzione di continuità (ovviamente ci sono i valori chiaramente indicati, ma non ci sono gli scatti). L'altro obiettivo non lo conosco. Tieni conto che con la M3 se poi ti viene voglia di un 35mm devi prenderne uno con gli "occhialini". Ma si trovano abbastanza facilmente e sono obiettivi di una qualità eccelsa (il Summaron 35mm 2,8 deve essere bellissimo, perché io ho un Summaron 35mm 3,5 ed è già splendido; si dice che il 2,8 M sia molto meglio, e c'è chi lo preferisce ai Summicron). E poi se in futuro ti fa piacere avere un obiettivo di focale più lunga con la M3 ti troverai meglio che con le altre M. Invece (insisto) se il tuo "cuore visuale" batte per il 35mm allora io andrei su una M2 o M4: su quelle puoi usare sia 35mm che 50mm senza problemi. Tieni conto che le M5 (che hanno l'esposimetro!) costano il giusto, solo perché sono più grandicelle e forse più bruttine delle altre Leica, anche se sono di qualità costruttiva eccelsa e forse insuperata, a detta degli intenditori fini.



Advertisement
Avatar utente
Saio_dantes
esperto
Messaggi: 241
Iscritto il: 08/02/2012, 15:35
Reputation:

Re: m2 vs m3

Messaggioda Saio_dantes » 18/04/2013, 18:07

il problema del "balsamo di canada" che opacizza o oscura i mirini delle m2/m3 è un problema comune? su una versione ad oggi perfetta puo capitare in qualsiasi momento?



Avatar utente
Saio_dantes
esperto
Messaggi: 241
Iscritto il: 08/02/2012, 15:35
Reputation:

Re: m2 vs m3

Messaggioda Saio_dantes » 23/05/2013, 9:49

alla fine ho preso una m2 del '63 in buonissime condizioni e con summaron 35 f3.5.... che spettacolo che è... adesso ci devo dare dentro con i rullini!! :) puntualmente dopo i primi rulli si è presentato il "problema" esposimetro, al momento ne uso uno esterno d'epoca e qualche volta un'app sul telefono, pero sono veramente scomodi a mio avviso, credo che prenderò presto il meter voigtlander!!



Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1912
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: m2 vs m3

Messaggioda bafman » 23/05/2013, 22:53

non mi piacciono le vecchie M con quegli aggeggi in torretta...
a questo punto ti suggerirei un moderno e funzionale esposimetro esterno, che utilizzerai poi anche con le altre macchine che prima o poi acquisterai ;)



Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: m2 vs m3

Messaggioda impressionando » 23/05/2013, 23:38

Non sono del parere che il Voigtlander VC sfoderi quella gran comodità che pensi. Ingombro a parte devi collimare lo strumento e riportare sulla fotocamera. A parte quel bitorzolo che devi tenerti in fronte o sul naso.
Di un Sekonic 308 nuovo spenderesti poco di più ma con una comodità enormemente maggiore.... lo puoi dirigere/inclinare come vuoi senza dover armeggiare con la fotocamera intera. A parte il Sekonic ci sono mila esposimetri altrettanto validi e comodi.
Se invece pensi all'occhiata vintage....
...beh manco con quella c'azzecca... i led son venuti dopo.



Avatar utente
Saio_dantes
esperto
Messaggi: 241
Iscritto il: 08/02/2012, 15:35
Reputation:

Re: m2 vs m3

Messaggioda Saio_dantes » 24/05/2013, 0:21

che il sekonik sia migliore e piu flessibile come esposimetro è indiscusso, però lo vedo piu macchinoso per cogliere l'attimo, armeggia con l'esposimetro, lascialo, prendi la macchina, imposti e forse scatti... lo vedo piu adatto per un uso da studio o per soggetti tendenzialmente statici. con il vc meter immagino che intanto si possa impostare su una scena in maniera piu circoscritta con la macchina sulla pancia e senza puntare "oggetti strani" in giro e quindi attirare l'attenzione, poi al momento buono si scatta. fila come ragionamento o è solo dettato dall'inesperienza?



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: m2 vs m3

Messaggioda impressionando » 24/05/2013, 0:32

Non so.....
....il Sekonic ed altri misurano incidente, il Voigtlander VC misura riflessa.
Per me comunque è molto molto più veloce il Sekonic (o altro esposimetro a mano), almeno non hai da collimare le rotelle.
Quel robo Voigtlander è un po' come il bottone esposimetrico Hasselblad.... chi l'ha lo toglie e mette la manovella.
Senza considerare che il prezzo che ho trovato in giro googlando del Voigtlander VC è fuori come un balcone.
Insomma se dovessi prendere un esposimetro quello non lo prenderei proprio in considerazione.



utente04

Re: m2 vs m3

Messaggioda utente04 » 24/05/2013, 2:34

L'esposimetro Voigtlander è il più preciso tra gli esposimetri "mignon" che ho avuto la possibilità di provare, e mi riferisco al modello I , ma immagino che il II non faccia differenza.
Ma francamente lo vedo andare via a prezzi eccessivi, come è stato già sottolineato.
Per il resto sono d'accordo anche io che sarebbe preferibile un esposimetro come dire, "tradizionale".
Non credo affatto che ne risenta la velocità di utilizzo.
Non credo neanche che si tratti di puntare "oggetti strani" , l'esposimetro andrebbe portato appeso al collo con la sua cinghietta e a parte qualche raro fotografo "vecchio stampo", tutto il resto dell'umanità al giorno d'oggi non sarebbe capace di distinguere, anche a distanza relativamente ravvicinata, una persona che osserva i dati di un esposimetro esterno da una che guarda il display di un telefono cellulare, il gesto è abbastanza simile e nessuno ci fa assolutamente caso.



Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1784
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: m2 vs m3

Messaggioda isos1977 » 24/05/2013, 16:39

Saio_dantes ha scritto:che il sekonik sia migliore e piu flessibile come esposimetro è indiscusso, però lo vedo piu macchinoso per cogliere l'attimo, armeggia con l'esposimetro, lascialo, prendi la macchina, imposti e forse scatti... lo vedo piu adatto per un uso da studio o per soggetti tendenzialmente statici. con il vc meter immagino che intanto si possa impostare su una scena in maniera piu circoscritta con la macchina sulla pancia e senza puntare "oggetti strani" in giro e quindi attirare l'attenzione, poi al momento buono si scatta. fila come ragionamento o è solo dettato dall'inesperienza?


eh... mi sa che non fila tanto... io avevo inizialmente preso un esposimetro leicameter... dopo un mese ho smesso di usarlo.
Gli esposimetri montati sulla slitta del flash sono ingombranti (e anche bruttarelli)... e comunque non è la stessa cosa che usare una macchina con esposimetro TTL. Devi comunque fare la lettura e poi regolare tempo e diaframma, il tutto con la macchina in mano, che va puntata dove vuoi rilevare l'esposizione. Non sei più rapido rispetto a misurare con un esposimentro esterno e poi.. sembrerà strano.. ma se punti solo l'esposimetro dai molto meno nell'occhio e puoi farti i tuoi conti passando quasi inosservato... poi prendi la macchina, regoli e scatti velocemente.

purtroppo, con una macchina senza esposimetro bisogna fare un po' di pratica per poter "cogliere l'attimo"... bisogna imparare a prendere dei riferimenti e poi variare "a occhio" in base a quello che inquadri...

P.S.
Per le situazioni in cui voglio fotografare senza dare nell'occhio io uso un sekonic l208. Alcuni diranno che è un giocattolo...ma funziona, per fotografie "street" è poco ingombrante e in mano non si vede neanche.


"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

Avatar utente
Saio_dantes
esperto
Messaggi: 241
Iscritto il: 08/02/2012, 15:35
Reputation:

Re: m2 vs m3

Messaggioda Saio_dantes » 24/05/2013, 19:58

dirò un'eresia fotografica ma l'app sul mio telefono funziona egregiamente, confrontata con nikon d90 da gli stessi identici valori, prima di prenderne uno esterno serio posso fare un po di prove cosi... altrimenti me la gioco tra voigtlander e gossen digisix che funziona pure a luce incidente ed è abb compatto da montare sulla macchina! sul digisix ho letto pareri discordanti, voi che ne pensate?





  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti