Ma d'estate come fate?

Spazio Aperto a qualunque tipo di discussione, idea o proposta non necessariamente legata alla fotografia

Moderatori: etrusco, DanieleLucarelli

Avatar utente
rame
esperto
Messaggi: 123
Iscritto il: 04/03/2011, 15:34
Reputation:
Località: Camposampiero (PD)

Ma d'estate come fate?

Messaggio da rame »

Ma destate come fate a mantenere la temperatura di sviluppo del negativo a 20°C? Già la scorsa settimana avevo i chimici a 23°C, e chissà in agosto.
Stavo pensando di cannibalizzare il frighetto da campeggio. Qualcuno ha mai provato?



Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: Ma d'estate come fate?

Messaggio da zioAlex »

Ciao!
Di solito in queste circostanze si può usare il "bagnomaria", metti la tank carica in un altro recipiente con acqua a temperatura, in modo che lo sviluppo internamente alla tank rimanga costante, ciò dipende anche dalla temperatura ambiente...
Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
etrusco
moderatore
Messaggi: 4654
Iscritto il: 08/12/2009, 12:16
Reputation:
Località: Viterbo
Contatta:

Ma d'estate come fate?

Messaggio da etrusco »

Anche io uso il bagnomaria ...


Etrusco.

Sent from my iPhone using Tapatalk.
ImmaginePssss, Hei! ... Ti sei ricordato di registrare la tua camera oscura su darkroom locator?

Alessandro "etrusco" De Marchi - @trovarigenerati - @trovareflex - @trovaregalodonna

Avatar utente
rame
esperto
Messaggi: 123
Iscritto il: 04/03/2011, 15:34
Reputation:
Località: Camposampiero (PD)

Re: Ma d'estate come fate?

Messaggio da rame »

lo usato ma non mi è venuto un gran che. Stavo pensando di usare le celle di peltier...

gongolo
esperto
Messaggi: 174
Iscritto il: 18/01/2011, 18:15
Reputation:

Re: Ma d'estate come fate?

Messaggio da gongolo »

in effetti le celle di peltier potrbbero risolvere il problema, risolvendo però quello dell'alimentatore cche dovrebbe tirare fuori 12 volt con una corrente pittosto alta.C'era una volta uyn interessante kit su Nuova Elettronica, proverò a ritrovarlo e vedere se modificarlo si risolverebbe qualcosa; Linteressante è che invertendo le polarità la zona fredda diventa calda, e viceversa. Sfruttabile quindi anche di inverno per scaldare.

Avatar utente
stormy
guru
Messaggi: 617
Iscritto il: 31/01/2010, 11:52
Reputation:

Re: Ma d'estate come fate?

Messaggio da stormy »

Non credo che a 23 gradi ci siano grosse differenze, in genere me ne frego (anche se onestamente è da un pò che non sviluppo...)
Ad ogni modo c'è una tabella tempo/temperatura che dice le variazioni da effettuare senza troppi sbattimen ti.
http://www.digitaltruth.com/devchart.php?doc=timetemp
Non c'è strada che porti alla pace che non sia la pace, l'intelligenza e la Verità. (M. K. Gandhi)
Per me nessun colore avrà mai tinte piu forti del bianco e nero (Alex Del Piero)
flickr
Immagine

Avatar utente
rame
esperto
Messaggi: 123
Iscritto il: 04/03/2011, 15:34
Reputation:
Località: Camposampiero (PD)

Re: Ma d'estate come fate?

Messaggio da rame »

Con l'ultimo sviluppo che ho fatto ho aggiustato i tempi per le temperature che avevo in gioco, ma la paura mia è che per pochi secondi in più di sviluppo rovino tutto.

Pensavo di costruire una cosa del genere:

http://www.fruciano.it/Acquario/refrigeratore.shtml

Per aumentare l'efficenza pensavo di fare un raffreddamento a liquido sul lato caldo delle celle.

E' da un bel po che ci penso mi mancano solo le celle ed il tempo.

Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1172
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Re: Ma d'estate come fate?

Messaggio da guarrellam »

rame ha scritto:ma la paura mia è che per pochi secondi in più di sviluppo rovino tutto.

Stai tranquillo,non succede niente ;)
Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: Ma d'estate come fate?

Messaggio da zioAlex »

dormi tranquillo, che per qualke secondo in più non ti succedere proprii nulla, ti porto un esempio per assurdo: se il tempo di sviluppo di una pellicola durerebbe 30 secondi, quindi uno sviluppo velocissimo, quei 4/5 secondi in più darebbero la loro "importanza", perché in proporzione i 5 secondi rispetto ai 30 sono tanti, ma i sviluppi durano minuti quindi hanno la loro lentezza dove i 5 secondi ma anche 10 sono veramente irrisori! ;)
Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
mauresepolizio
esperto
Messaggi: 275
Iscritto il: 09/09/2011, 13:05
Reputation:

Re: Ma d'estate come fate?

Messaggio da mauresepolizio »

non preoccupatevi che il bianchennero è ben flessibile.
Io ormai faccio a occhio, nel senso che usando macchine che sviluppano a rotazione questa sballa già di suo lo sviluppo, perchè il liquido è sempre fermo. Quindi devo ridurre i tempi. A volte me ne ricordavo, altre volte no. E la temperatura? quante volte non avevo il termometro... ma con tutte queste variabili non ho mai dovuto buttare un rullo, eccetto una volta con PanF+, ma quelle son delicate di loro.

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi