Ma ne vale veramente la pena..

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Maucas69
guru
Messaggi: 357
Iscritto il: 05/04/2012, 18:53
Reputation:
Località: Cosenza/Napoli

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda Maucas69 » 07/02/2015, 1:01

Io credo che oltre certi livelli,e parliamo di eccellenze quali hasselblad e rolleiflex,per notare differenze bisognerebbe fare un salto "quantico"...
Insomma,le differenze tra una lubitel e una rollei,come tra il 35 ed il 120 (o tra un summilux ed un plasticotto 50/1.8)saltano all'occhio,ma notare differenze tra due eccellenze...non saprei proprio....
In ambito "audiofili" c'è chi asserisce di sentire differenze tra cavi di segnale in rame o in argento,o tra cavi di potenza di costi e materiali quasi uguali ma di marche diverse. Li la chiamano "psico-acustica"....in ambito fotografico potremmo chiamarla "psico-visione"?? O più maccheronicamente "pippe-visive"?? :)
Mah....


Chi guarda una mia fotografia sta guardando i miei pensieri.(Mimmo Iodice)
Un negativo e' per sempre. (Kodak?! :-))

Advertisement
Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda Attilio Canella » 07/02/2015, 10:02

Maucas 69 ..Hahahahahahahahahahahhaha =)) =)) =)) Beh...ragazzi..se cercate il pelo nell'uovo ..qualità d'immagine ...per che non vi fate una di queste...Pcher qui i tempi lunghi ..no problem :) qui si che vale la pena ;)
Allegati
10919018_895384140493542_3585008754717226252_n.jpg
10887329_895389037159719_3519635745144842286_o-1.jpg
bellissime



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2406
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda Elmar Lang » 07/02/2015, 11:39

Per carità!... gli appassionati di Grande Formato sono ancora più integralisti!

La mia Micro-Technical Mk-VII (4"x5") è dotata di sole ottiche Xenar ed io, pur soddisfatto dei risultati che ne ottenevo, venni sputazzato e mascariato da un altro appassionato mio pari, che definì i miei onesti Xenar, dei fondi di bottiglia, indegni di anche solo vedere la luce...

Ma io, testardamente, non vedo l'ora di tornare a portarmi lo zaino con macchina e le sue coraggiose ottiche di Kreuznach.

Enzo


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1782
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda isos1977 » 07/02/2015, 11:43

impressionando ha scritto:Ho passato pure io tutto l'anno scorso ad usare più o meno solo 35mm.... ne avevo voglia.... mi piaceva prendere con me la R8 o la R6 con i loro splendidi vetri..... ma anche la OM2 con la sua splendida portabilità ora sto stampando quella roba e stampandola sono tornato con i piedi per terra


beh, anche io che no ho certo l'occhio fino, passando da piccolo a medio formato ho visto differenze notevoli. Quello è proprio un cambio di categoria... le differenze sono, al mio occhio, rilevanti; tra planar rolleiflex e hasselblad c'è il famoso capello di differenza... tra 35mm e 6x6 la trave... in mezzo ci sono tante altre differenze, più o meno marcate.

:-h


"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda Attilio Canella » 07/02/2015, 12:26

Elmar scusa ...definire dei fondi di bottiglia gli Xenar!!!!!!.....appassionati con possibilità economiche grandi MA che si fanno le seghe mentali..... cosa dici se ti dico che io personalmente ero innamorato e lo sono ancora dello ""storico e grande )) Tessar.. anche nella Rollei.....fotografia fotografia fotografia ;) ;) ;)



Avatar utente
PIERPAOLO
guru
Messaggi: 908
Iscritto il: 19/10/2010, 17:30
Reputation:

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda PIERPAOLO » 07/02/2015, 13:37

solo per ricordare che al 1990 la Schneider era il più grande produttore di ottiche europeo, numeri di produzione alla mano. Evidentemente qualcuno le acquistava e ci sarà anche stato un motivo. Lo Xenar è vero è un semplice Tessar (ma anche il Tessar è un semplice Tessar...)ma è stato montato anche sulle Super Ikonta e Contina Zeiss e sulle Retina. a conferma della fiducia in lui riposta.
Insomma al di là delle ottiche grandangolari in cui Schneider è maestra (chiedere a Leica....) lo Xenar mi sembra un'ottica in piena linea con la qualità della Casa di Kreuznach

Pierpaolo

--------
e comunque non è solo lo schema ottico che qualifica un obiettivo, essendo solo il punto di partenza, ma molto più qualificanti sono i vetri impiegati e il montaggio e le tolleranze meccaniche. Vedere per credere il Tessar per Contarex e un Tessar per Contina: due rese semplicemente diverse e due prezzi totalmente diversi, eppure sono sempre Tessar...



Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda Attilio Canella » 07/02/2015, 14:49

GRAZIE PIERPAOLO... :)



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2406
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda Elmar Lang » 07/02/2015, 18:17

Beh, ovvio che quando mi hanno spernacchiato gli Xenar della mia M.P.P. Micro-Technical, non è che io mi sia messo a piangere e buttar via quei vetri; anzi, ho continuato ad usarli sempre con piacere e buoni risultati. Una foto scattata in montagna, immodestamente, fu assai lodata da uno degli insegnanti di fotografia della Ansel Adams Gallery / Photoclasses.

Ma, sempre della M.P.P., la Microflex, nessuno ha mai provato il suo Micronar 77.5mm. f:3,5 (prodotto da Taylor, Taylor & Hobson? Un'ottica davvero aristocratica)?

Giustissima l'osservazione di Pierpaolo, sul fatto che lo Xenar altro non sia se non un Tessar. Certi raffinati, notano differenze di "carattere" tra lo schema Tessar di Zeiss e nell'interpretazione della Schneider. Come pure certi fortunati possessori d'una Rolleicord Vb gridano (a mio parere a ragione) le meraviglie dello Xenar normalmente montato su quella bella biottica.

Quello che posso dire, nella mia limitatissima esperienza, è che si nota piuttosto una notevole differenza, a parità di obbiettivo, quando si fotografa con montato il paraluce e non: questo, in quasi tutte le situazioni; indipendentemente dalla qualità del trattamento antiriflessi. Certuni ad esempio, considerano con una certa sufficienza il Biometar CZJ 80/2,8 che è l'ottica normale della Pentacon Six: già di per sé, non è niente male; ma con montato il paraluce, lì arrivano liete sorprese.

Pure io -da semplice scattino della domenica evoluto- preferisco saper usare bene quello che ho, senza perdermi in differenze soprattutto notabili a livello strumentale. Preferisco, in conclusione, fotografare un bel panorama con la Kiev-88 ed il suo ottimo 80mm. Volna-3, che passare i pomeriggi a fotografare mire ottiche e sviluppare fotogrammi di prova, passando notti insonni perché il mio obbiettivo ha meno linee/mm. di quello d'un mio amico, fortunato possessore d'un mare di ottiche blasonatissime.

Buona serata,

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 779
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda gergio » 07/02/2015, 22:29

Partendo dal presupposto che una buona fotografia lo e' principalmente per via dell'inquadratura/esposizione e poi per le caratterstiche qualitative, penso che molti prediligano l'Hasselblad alla Rolleiflex, o viceversa, per via della loro migliore comodita' nell'uso dell'una o dell'altra, e quindi stando piu' a loro agio con il loro apparecchio preferito possono dedicarsi meglio alla fase creativa.
Pertanto i loro giudizi sono inconsciamente guidati dalla loro "simpatia" verso il tipo di fotocamera.

Ad esempio, io posseggo due fotocamere 35mm: una canon F1 con il FD 50/1.8 e la Canon EOS 30 con il EF 50/1.8, entrambi ottimi obiettivi; non mi chiedete perche' ma le foto piu' interessanti mi vengono con la F1, perche' sono a mio agio con il vetrino a immagine spezzata, campo di vista piu' ampio, meccanica robusta che mi da' un senso di affidabilita', quindi sono tentato a dire che otticamente e' meglio il FD, ma so che e' invece sono la stessa cosa...



Avatar utente
gobbo
esperto
Messaggi: 191
Iscritto il: 05/03/2014, 3:55
Reputation:

Re: Ma ne vale veramente la pena..

Messaggioda gobbo » 10/02/2015, 22:07

Pacher ha scritto:di spender notti insonni?
Oggi ho stampato qualche fotogramma di un negativo partorito da una Rolleiflex che avevo per le mani qualche tempo fa…saranno almeno tre anni che uso solo l'Hasselblad e le stampe non mi son parse poi tanto differenti da quello che esce con l'80mm Hasselblad. Ora non vorrei essere frainteso, non sto parlando della elevatissima qualità delle due, sto solo pensando al fatto che delle volte si leggono giudizi e si spendono nottate a leggere pareri e opinioni su lenti che sono ad un livello talmente elevato che per un fotoamatore del mio calibro e della gran parte dei fotoamatori le differenze non si vedono specialmente se poi si scansionano i negativi. Insomma inutile nascondersi dietro ai nomi che fanno tanto figo, meglio concentrarsi sulla stampa e forse fra una decina d'anni anch'io potrò valutare un obbiettivo come si deve, ammesso che mi interessi...

Ti do perfettamente ragione!!! :ymapplause:
Anche io ho perso notti per scemenze! Però come ho dichiarato più volte, se uno è contento e felice della propria attrezzatura sarà spronato a scattare!
Come sai ho fatto il giochino del Planar vs Tessar! Una scemenza che aveva un fondo di verità! Poi tutti noi vorremmo possedere il massimo! L obiettivo migliore, la donna più bella , la macchina più veloce! È le proprie capacità non c'entrano nulla, con il volere! ;)
Ancora guardiamo mtf che per quanto veri...non rispecchiano la realtà! ....nessuno è capace di distinguere una stampa fatta dallo stesso stampatore, anche professionista tra una Rolleiflex ed un Hasselblad!
Sono due sistemi diversi dicono tutti! Perché? Forse per un pubblicitario ma per l 80% degli usi compresi i matrimoni e la moda, parlo di sfilate, si usa il normale! Quindi il confronto ci sta! C'è sempre stato! Poi andiamo ad aprire e leggere un bel articolo in cui il Tessar della Rolleiflex è una schifezza rispetto al Planar Hasselblad! (Li ho tutti e due, anzi tre) vanno bene uguale, con qualche personalità, ma uguale! E sfido un solo committente a dichiarare che è meglio uno o l altro! Discorso diverso fra 35 mm e medioformato! Ma qui sanno tutti come la penso! ;)
Quindi secondo me fra due ottime ottiche...ci si mette il manico! Come resa e qualità sono uguali!





  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite