Macchina analogica con stop down

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
santana
fotografo
Messaggi: 82
Iscritto il: 16/09/2012, 22:29
Reputation:

Macchina analogica con stop down

Messaggioda santana » 21/09/2012, 21:24

Ciao a tutti... domanda da pivello.
Sapete dirmi se c'è qualche buona macchina analogica con possibilità di fotografare in stop down? Ho visto che su alcune macchine fotografiche digitali c'è un pulsantino che permette di vedere a che focale si sta scattando. C'è qualcosa di simile per l'analogico anni 60/70?

Grazie a tutti.
F.



Advertisement
Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2834
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Macchina analogica con stop down

Messaggioda Elmar Lang » 21/09/2012, 21:45

Salve,

intendi dire che vorresti vedere la profondità di campo all'effettiva chiusura del diaframma? La focale dell'obbiettivo, la dovresti già conoscere in base all'ottica montata sul corpo-macchina.

Comunque, se vuoi una fotocamera che operi in stop-down, cerca una Praktica della serie a vite, tipo MTL-3 o MTL-5B o, più spartana, una Zenit TTL.

Buona serata,

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
davdesmo
esperto
Messaggi: 215
Iscritto il: 22/04/2012, 23:27
Reputation:
Località: Giusto di fronte ad un vulcano apparentemente tranquillo...

Re: Macchina analogica con stop down

Messaggioda davdesmo » 21/09/2012, 22:58

Con pochi soldi (specie sulla baia estera, molto specie sulla baia usa) trovi delle validissime Canon FT-QT.

La macchina di per se è un mulo, quasi indistruttibile fatta eccezione per il contafotogrammi, unico vero punto debole.
L'esposimetro funzia solo con le batterie al mercurio (inesistenti) o con le zinco-aria, però per tutto il resto avrai in mano un'arma totale, completamente meccanica, in grado di scattare foto dall'Equatore al Polo Nord senza batter ciglio.

Una fotocamera che, particolare non da poco, potrà aprirti il mondo di tutte le ottiche Canon FL-FD e FDn (un mondo ricco anche di ottiche strepitose ancor oggi ineguagliate) ma non solo. L'innesto Canon FL/FD ha infatti un tiraggio cortissimo motivo per cui con appositi ed economicissimi anelli adattatori potrai montaci sopra ed usare qualsiasi ottica Nikkor (e scusa se è poco), Contax/Yaschica (quindi Zeiss e scusa se è poco), Pentax (beh, parliamone), M42 (un mondo) e se non vado errato pure Leica (no comment).

Roba da spendere (a dire tanto) 50Euro per la fotocamera e svariati stipendi in ottiche :D :D



Avatar utente
sonfaber
fotografo
Messaggi: 54
Iscritto il: 15/08/2012, 4:43
Reputation:

Re: Macchina analogica con stop down

Messaggioda sonfaber » 21/09/2012, 23:42

Ciao,

una cosa sono le macchine che hanno la possibilità di visualizzare (tramite tasto appropriato) la profondità di campo (PDF) ma, misurano l'esposizione a tutta apertura (il mirino non perde luminosità...specie se si lavora con diaframmi molto chiusi)

altra cosa sono le macchine che misurano l'esposizione in stop-down, qui la profondità di campo non è una possibilità in più offerta dal corpo macchina ma una necessità (se si vuole operare con l'esposimetro)

nella prima categoria ci sono corpi macchina di solito tendenti ad un pubblico di professionisti o di amatori evoluti
la seconda categoria è composta da corpi macchina di solito abbastanza in là negli anni (come costruzione o come progetto)

esempio del primo tipo : Nikon FM2
esempio del secondo: Praktica MTL5

ciao :)



Advertisement
Avatar utente
santana
fotografo
Messaggi: 82
Iscritto il: 16/09/2012, 22:29
Reputation:

Re: Macchina analogica con stop down

Messaggioda santana » 27/09/2012, 14:45

Ciao sonfaber.

Grazie per il chiarimento, infatti intendevo proprio la prima categoria, cioè per misurare la profondità di campo!!! Ci sono altri modelli che potrei vedere oltre la nikon fm2?

A questo punto non ho capito a cosa serve la modalità "stop-down", la confondevo con la possibilità di misurare solo la profondità di campo, ma qui ho capito che l'esposizione viene misurata con profondità di campo. A cosa serve lo stop-down, che differenza ha con la misurazione dell'esposizione con una macchina che non ce l'ha?

Grazie infinite :)
F.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Macchina analogica con stop down

Messaggioda Silverprint » 27/09/2012, 15:32

santana ha scritto:A questo punto non ho capito a cosa serve la modalità "stop-down"... ho capito che l'esposizione viene misurata con profondità di campo (col diaframma già chiuso, cioè).

La modalità di misurazione in stop-down è necessaria quando in un esposimetro interno TTL (attraverso l'obiettivo) non è presente il simulatore del diaframma o quando questo non risulti accoppiabile con un determinato obiettivo.
È necessario che l'esposimetro "veda" o "sappia" quanta luce effettivamente raggiunga la pellicola, questo avviene naturalmente in stop-down, mentre volendo far sapere all'esposimetro quanta sarà la luce dopo che il diaframma si chiuderà per lo scatto è necessario che venga accoppiato ad un simulatore.
Nella misurazione a tutta apertura il simulatore "inganna" l'esposimetro dicendogli che quando chiudiamo il diaframma (che rimane però aperto fino al momento dello scatto) c'è meno luce e quindi serve un tempo più lungo. Lo stesso discorso vale per i tempi di scatto e per gli iso...

santana ha scritto:... che differenza c'é con la misurazione dell'esposizione con una macchina che non ce l'ha?

Non c'è nessuna differenza per quanto riguarda l'esposizione dovuta al solo fatto che la lettura sia effettuata a tutta apertura o in stop-down.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
sonfaber
fotografo
Messaggi: 54
Iscritto il: 15/08/2012, 4:43
Reputation:

Re: Macchina analogica con stop down

Messaggioda sonfaber » 29/09/2012, 1:43

Ciao,

come ben spiegato da Silverprint per "stop-down" si intende la modalità che la macchina utilizza per dare informazioni sulla esposizione corretta

il controllo della profondità di campo è la possibilità di vedere la scena inquadrata con il diaframma chiuso sull'effettivo valore prescelto (e non a tutta apertura)

ti faccio l'esempio della mia Praktica MTL 5:

per trovare la giusta accoppiata di tempi e diaframmi, metto per es. il tempo a 1/60 e poi vado a trovare un giusto diaframma, seleziono, mettiamo f 5.6, bene l'eposimetro non mi da nessun tipo di misura fino a quando, premendo un tastino, il diaframma si chiude su quel valore impostato precedentemente

ovviamente in quel momento, la scena inquadrata sarà più scura di quando operavo con il diaframma a tutta apertura
questa "costrizione" porta si, a visualizzare la profondità di campo, ma, la si visualizza non come una scelta ma come il normale iter per una esposizione corretta

niente di particolare perchè, come in tutte le cose, basta prenderci un pò la mano e tutto diventa abbastanza agevole

con la Nikon FE (tanto per citarne un'altra):

normalmente leggo l'esposizione sempre a tutta apertura (perche la macchina me lo consente) e quindi ho sempre una immagine al massimo della luminosità consentita dall''obiettivo (un buon motivo per odiare molti zoom economici)
capita qualche caso in cui voglio visualizzare la profondità di campo e qui ho il tastino che permette la chiusura del diaframma mentre inquadro la scena

corpi macchina con lettura PDF ce ne sono parecchi, basta controllarne le caratteristiche (per esempio su internet)

ciao :)





  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti