Mantenere la temperatura costante

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
unknownartdivision
fotografo
Messaggi: 93
Iscritto il: 24/01/2014, 21:18
Reputation:

Mantenere la temperatura costante

Messaggio da unknownartdivision »

Ciao, di solito, riesco sempre a mantenere i 20°, nei casi, più difficili, ho al massimo fatto un pre bagno, in acqua, per 1/2 minuti, per aiutarmi ad avere la temperatura costante a 20°. Ieri, non c'è stato verso :wall: :wall:

Ho tenuto tutto rigorosamente a 20° sia sviluppo che l'acqua, per il pre bagno. Ma non appena, ho versato l'acqua nella tank, in tempo rapidissimo, la temperatura si è alzata a 21,5/22°, il problema, immagino, è che la tank, era a temperatura ambiente, 23/24°. Non ho pensato a raffreddare anche la tank.

Con il caldo, di questi giorni, non essendoci preparato mentalmente, non ci ho pensato, beh, alla fine, comunque, ho ottenuto, un buon sviluppo, accorciando il tempo, ma, vorrei mantenere i 20° per poter avere risultati consistenti.

Voi, quando fa così tanto caldo, come vi aiutate a mantenere la temperatura costante? mettete tutto a bagno maria, tank inclusa, a 20°? La tank, la tenete a bagno, per qualche minuto prima di versare lo sviluppo?

Grazie :)



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Mantenere la temperatura costante

Messaggio da Silverprint »

Io mi trovo bene facendo tutto a bagno maria.

Vado che altrimenti si scalda anche quello... :D
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
unknownartdivision
fotografo
Messaggi: 93
Iscritto il: 24/01/2014, 21:18
Reputation:

Re: Mantenere la temperatura costante

Messaggio da unknownartdivision »

Silverprint ha scritto:Io mi trovo bene facendo tutto a bagno maria.

Vado che altrimenti si scalda anche quello... :D
il prossimo, che dovrò fare, mi organizzo meglio, con una bella bacinella, se sgarro anche stavolta, ripasso al digitale :D no scherzo =))

Avatar utente
lrbzz
fotografo
Messaggi: 32
Iscritto il: 09/04/2015, 9:17
Reputation:
Località: Casale sul Sile (TV)

Re: Mantenere la temperatura costante

Messaggio da lrbzz »

Io mi trovo bene facendo tutto a bagno maria.
Eh già, ma che fatica... ho appena sudato per sviluppare 2 120!
Temperatura ambiente 27°
Temperatura acqua (rubinetto) 25° :wall:
Bacinella x bagnomaria con ghiaccio, raggiunti i 20° nello sviluppo comincio a lavorare sul primo (temendo una rapida risalita della temperatura faticosamente raggiunta), dopo 3 minuti lo sviluppo arriva a 18°, bacinella 16.5... aggiungo acqua dal rubinetto e "stabilizzo" sui 19° :ympray: . Togli il ghiaccio. Metti il ghiaccio. Ca%%o ho finito il ghiaccio :-s I lavaggi sono con acqua corrente, quindi a 25° mi si scalda il tank, allungo i tempi di 90''... vabbè dai i negativi sembrano buoni comunque! #:-s
Con il secondo sono andato meglio, temperatura tra i 20 e i 20.5, perfetto! ;)

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 6124
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Mantenere la temperatura costante

Messaggio da -Sandro- »

Io uso le mattonelle termiche da campeggio.
Anzi, le ho aperte e svuotate entro 6 bottiglie jobo da un litro, così le metto in rastrelliera e sfrutto la pompa di circolazione della macchina per avere la temperatura precisa al decimo. Ci è voluta quasi un'ora per abbassare la temperatura da 27 gradi a 20 gradi, con sei bottiglie congelate a bagno.

Avatar utente
unknownartdivision
fotografo
Messaggi: 93
Iscritto il: 24/01/2014, 21:18
Reputation:

Re: Mantenere la temperatura costante

Messaggio da unknownartdivision »

-Sandro- ha scritto:Io uso le mattonelle termiche da campeggio.
Anzi, le ho aperte e svuotate entro 6 bottiglie jobo da un litro, così le metto in rastrelliera e sfrutto la pompa di circolazione della macchina per avere la temperatura precisa al decimo. Ci è voluta quasi un'ora per abbassare la temperatura da 27 gradi a 20 gradi, con sei bottiglie congelate a bagno.
un po più complicato, ma sembrerebbe davvero efficace...

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10062
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Mantenere la temperatura costante

Messaggio da chromemax »

Il sistema adottato da Sandro per la Jobo è il più comodo (personalmente riempio le bottiglie d'acqua e le metto nel congelatore, ma ho anche la fortuna di avere l'acqua fredda del rubinetto a 19°C) ma ha lo svantaggio che si può utilizzare solo l'agitazione continua, che a me non piace troppo.
L'alternativa usando l'agitazione intermittente è quella di sfruttare un sistema simile per il bagnomaria; l'acqua deve essere costantemente raffreddata con del ghiaccio o mattonelle da campeggio, ecc. e la resistenza è delegata a scaldare a intermittenza per salire fino ai 20°C. Basta una bacinella capiente a bordo alto, una pompetta, una resistenza per acquari, un termostato digitale da poche decine di euro e il solito termometro per tarare tutto (btw il termostato digitale cinese da 30€ è + 3/10°C rispetto al termometro).
Altro consiglio per accorciare i tempi è quello di mettere le bottiglie di arresto, fix, imbibente e se serve anche acqua per diluire lo sviluppo in frigo un paio d'ore prima in modo da abbassare già un po' la temperatura (un litro di liquido a 27-28° ci mette un botto a scendere a 20° in un bagnomaria di 20°)
Caricata la tank questa è meglio lasciarla a bagno nella camicia d'acqua per almeno una ventina di minuti con un peso sopra per raffreddare l'interno (dentro è tutta aria).

Avatar utente
unknownartdivision
fotografo
Messaggi: 93
Iscritto il: 24/01/2014, 21:18
Reputation:

Re: Mantenere la temperatura costante

Messaggio da unknownartdivision »

chromemax ha scritto:Il sistema adottato da Sandro per la Jobo è il più comodo (personalmente riempio le bottiglie d'acqua e le metto nel congelatore, ma ho anche la fortuna di avere l'acqua fredda del rubinetto a 19°C) ma ha lo svantaggio che si può utilizzare solo l'agitazione continua, che a me non piace troppo.
L'alternativa usando l'agitazione intermittente è quella di sfruttare un sistema simile per il bagnomaria; l'acqua deve essere constantemente raffreddata con del ghiaccio o mattonelle da campeggio, ecc. e la resistenza è delegata a scaldare a intermittenza per salire fino ai 20°C. Basta una bacinella capiente a bordo alto, una pompetta, una resistenza per acquari, un termostato digitale da poche decine di euro e il solito termometro per tarare tutto (btw il termostato digitale cinese da 30€ è + 3/10°C rispetto al termometro).
Altro consiglio per accorciare i tempi è quello di mettere le bottiglie di arresto, fix, imbibente e se serve anche acqua per diluire lo sviluppo in frigo un paio d'ore prima in modo da abbassare già un po' la temperatura (un litro di liquido a 27-28° ci mette un botto a scendere a 20° in un bagnomaria di 20°)
Caricata la tank questa è meglio lasciarla a bagno nella camicia d'acqua per almeno una ventina di minuti con un peso sopra per raffreddare l'interno (dentro è tutta aria).
mi sembrano tutte informazioni utilissime, grazie! al momento, cerco di arrangiarmi al meglio, ma appena, mi è possibile, effettivamente, non è una brutta idea, attrezzarsi con un termostato :)

Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 2048
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: Mantenere la temperatura costante

Messaggio da bafman »

ammiro la vostra dedizione alla causa alla ricerca della perfetta ripetibilità.
non rinuncerei al libero pensiero della mia semi-approssimazione, ma vi ammiro.

però, a chi si trova a convivere con acque correnti da bagnomaria in camere oscure dove se passassero due hobbit ci butterebbero dentro l`anello, un giro di taratura a 24° lo suggerirei... tanto per non essere tafazziani.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10062
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Mantenere la temperatura costante

Messaggio da chromemax »

Alberto nella mia co adesso ci sono 32°, sviluppare a 20° o 24° che differenza farebbe?
La semi-approssimazione è un livello superiore, che si raggiunge dopo aver sudato anni per non sgarrare i tredecimidigado... dopo ci sono i guru, ai quali basta il dito :)

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi