Neri, ma dove siete?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Neri, ma dove siete?

Messaggioda franny71 » 29/08/2013, 21:19

Dopo aver avuto gran soddisfazione nell'inaugurare la mia nuova CO, mi ritrovo ancora con lo stesso dilemma....
I neri non neri.
Negativi della prima era analogica, forse mal esposti e mal sviluppati, boh, so solo che anche col magenta a palla il nero non è così vibrante come vorrei....
Se insisto con l'esposizione perdo i bianchi, se aumento il tempo in bacinella niente ( pure con fattore 20), ho provato a diluire lo sviluppo 1:5 e nulla.... Che altro mi manca?
Vediamo che magheggio mi tirte fuori, io non mi raccapezzo...
Ah, le mascherature... Vorrei arrivare ai neri senza utilizzarle, visto che mascherare sarebbe tra il non fattibile e l'impossibile.
Da Andrea ci andrò, ma prima devo rientrare un po' economicamente....


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Advertisement

Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1143
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Re: Neri, ma dove siete?

Messaggioda guarrellam » 29/08/2013, 23:17

Frà,scusa la domanda,ma sui negativi,ci sono i neri?


Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Neri, ma dove siete?

Messaggioda Silverprint » 30/08/2013, 0:17

Franco, boh...?
Faresti qualche foto ai negativi?

Foto semplici, file jpg direttamente, illumina un foglio bianco e li fotografi con la luce che riflette da questo.
Non farle su un visore o su una finestra che la resa viene falsata.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Neri, ma dove siete?

Messaggioda franny71 » 30/08/2013, 7:07

Stasera provo a fotografarlo Andrea...
Ho stampato su ilford mg FB IV con neutol 1:5 a 24 gradi per 3 minuti, stop in acido citrico per 40 secondi e doppio FIX di 3 min ciascuno in agefix.
Lavaggio di un ora in vasca ed asciugatura su zanzariera per 24 ore
18x24 il formato, esposizione di 18 sec ad f11. Stampa di lavoro.
Chimici e carta freschi


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 787
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Neri, ma dove siete?

Messaggioda gergio » 30/08/2013, 9:14

Anche io ho lo stesso problema con la MGIV: nell'ultima seduta di CO ho notato che usando gradazioni molto alte (4 - 4.5) i neri escono piu' neri, ma non ho potuto approfondire l'esperienza perche' ho dovuto chiudere in fretta. Ho usato il PQ Universal 1+7 a circa 26-28 °C.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Neri, ma dove siete?

Messaggioda Silverprint » 30/08/2013, 10:27

Anche la MG-IV tira fuori il nero...

Le "lune" a cui sto lavorando sono su quella carta, e quelle stampe si giocano tutto tra nero, nerissimo e quasi nero.

Forse l'accoppiata col Neutol non è delle migliori, ma che non faccia venire il nero non credo.

Per avere un nero di paragone potresti sviluppare a fondo un foglietto esposto alla luce. Quel foglietto dovrebbe proprio venire del nero più nero che la carta può fare.

La MG-IV bagnata è più difficile di altre da valutare, in luce radente il nero appare addirittura più scuro di come sarà da asciutto (è l'unica lucida che conosco a far così)... e tra asciutta ed asciutta bene (un giorno dopo) cambia un altro po'. :-s
Forse il comportamento dipende proprio dalla superficie che quando è bagnata non è lucida, ma quasi semi-matt, costringendo quindi al doppio esercizio di valutare da bagnata una cosa che cambierà per due motivi, perché si asciuga e perché si lucida.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: Neri, ma dove siete?

Messaggioda luca_dega » 30/08/2013, 11:57

Fra, hai testato la luce rossa? Non e' che l' ingranditore ha qualche "fuga di luce" anomala?



Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Neri, ma dove siete?

Messaggioda franny71 » 30/08/2013, 13:36

luca_dega ha scritto:Fra, hai testato la luce rossa? Non e' che l' ingranditore ha qualche "fuga di luce" anomala?

L'ingranditore è a posto, avevo una lama di luce sulla leva del cambio formato, la luce non l'ho testata, ma i bianchi li ho, e quindi non credo... Però farò pure questa prova e poi vi dico.
Vorrei provare pure con la fomabrom e vedere le differenze, solo che me ne sono rimasti 5 o 6 fogli...


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

MarcoLeoncino

Re: Neri, ma dove siete?

Messaggioda MarcoLeoncino » 30/08/2013, 14:07

Gli studenti spesso stampano con molto contrasto per ottenere buoni neri e bianchi, ma trascurano le sottili sfumature di grigio. A molti viene insegnato che quando si ottiene un buon nero e un buon bianco in una stampa allora si è arrivati a una buona stampa. Invece se si arriva a un buon nero e a un buon bianco, allora si è pronti per iniziare a stampare il negativo. Si è arrivati solo al punto di poter ottenere una buona striscia di prova"





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti