Nuovo e vecchio tri-x

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

user20190605

Re: Nuovo e vecchio tri-x

Messaggioda user20190605 » 06/09/2017, 18:22

Io per Fomapan 100 mi tengo ai tempi che Foma da per suo rivelatore "Fomadon P" che è identico o quasi, come ID-11/-76: 7-8 minuti. Credo questi tempi siano necessari per "svegliare" questa pellicola che in verità, sarebbe meglio considerare di una sensibilità nominale con 2/3 stop in meno.

Per la differenza dei tempi di sviluppo in ID-11 o in D-76, dovremmo tenere conto che Kodak per le sue pellicole con D-76 consiglia una agitazione nel mini-tank per 5 sec/ogni 30 sec.
Ilford per ID-11 consiglia 10 sec/ogni minuto e perciò i tempi devono essere pochino più lunghi.

Come contrasto visuale, le pellicole Ilford hanno un contrasto più basso e per raggiungere il contrasto Kodak, sono necessari ulteriori minuti, o l'agitazione più vigorosa, dove ognuno dei metodi da risultati diversi; meglio un'agitazione "alla Kodak".

Un'ulteriore elemento da considerare è la tipologia della luce nell'ingranditore: luce diffusa necessita un gamma più alto, luce diretta dal condensatore è sufficiente per un gamma 0,55. Per la luce fredda non saprei dire. Qui i colleghi possono anche spiegare meglio o respingere questo mio ragionamento empirico.

Se parli di un gamma 0,5, consideri la Fomapan 100, ma anche qualsiasi pellicola da sviluppare, questo ti darà un negativo abbastanza trasparente, con perdita nei dettagli, ovvero non tanto "sviluppato", e in senso assoluto dovresti trattare qualsiasi pellicola con 1/3 di stop in più, o anche con 2/3.

herma ha scritto:
Silverprint ha scritto:I tempo Kodak sono quasi sempre fatti con criteri condivisibili e poi (sempre sia lodata) Kodak ci da anche il grafico Tempo di sviluppo / indice di contrasto, che può utilmente essere usato come base e raffronto.


Non so se dovevo aprire una nuova discussione o se va bene qui il mio intervento: lascio decidere al moderatore.

Vediamo se ho capito come leggere i grafici, come esempio uso quello della fomapan100 che è più semplice (quello Kodak è un po' più "pieno", quelli della Ilford ... non li ho trovati!)


Il foglietto della pellicola indica per il D76 stock un tempo di sviluppo di 6'-7' : significa che i negativi avranno un indice di contrasto compreso fra 0,6 e 0,7

Se sviluppo per 10' ottengo un indice di 0,9

Se volessi un indice di 0,5 dovrei sviluppare per 5' scarsi

Detto cxxxxx ???



Advertisement
Avatar utente
herma
guru
Messaggi: 439
Iscritto il: 16/10/2016, 22:11
Reputation:

Re: Nuovo e vecchio tri-x

Messaggioda herma » 23/09/2017, 8:58

Chiedevo solo se è corretto il modo di leggere il grafico al di là che fosse fomapan, kodak ......



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11597
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Nuovo e vecchio tri-x

Messaggioda Silverprint » 23/09/2017, 10:43

herma ha scritto:Chiedevo solo se è corretto il modo di leggere il grafico al di là che fosse fomapan, kodak ......


Leggi bene.

Nel grafico Foma ci sono varie cose. Sulle ascisse il tempo di sviluppo, la curva in alto da la variazione di sensibilità (da verificare se sia IE o SE), quella in basso la variazione del gamma (che non è proprio uguale all'indice di contrasto, anche se sempre il contrasto misura).
Kodak da grafici separati, ci sono le famiglie delle curve caratteristiche (purtroppo poco estese) e il grafico del variare dell'indice di contrasto al variare del tempo e con vari rivelatori.
Ilford non forniśce altro che una curva caratteristica generica. Qualcosa di più per la Delta 3200, comunque poco.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
herma
guru
Messaggi: 439
Iscritto il: 16/10/2016, 22:11
Reputation:

Re: Nuovo e vecchio tri-x

Messaggioda herma » 23/09/2017, 19:31

Silverprint ha scritto:
herma ha scritto:Chiedevo solo se è corretto il modo di leggere il grafico al di là che fosse fomapan, kodak ......


Leggi bene.

Nel grafico Foma ci sono varie cose. Sulle ascisse il tempo di sviluppo, la curva in alto da la variazione di sensibilità (da verificare se sia IE o SE), quella in basso la variazione del gamma (che non è proprio uguale all'indice di contrasto, anche se sempre il contrasto misura).
Kodak da grafici separati, ci sono le famiglie delle curve caratteristiche (purtroppo poco estese) e il grafico del variare dell'indice di contrasto al variare del tempo e con vari rivelatori.
Ilford non forniśce altro che una curva caratteristica generica. Qualcosa di più per la Delta 3200, comunque poco.


Grazie Andrea!



Advertisement


  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti