Parigi con la Neopan 1600

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda maxnumero1 » 02/08/2013, 20:18

Tempi di espisizione velocissimi?



Advertisement
Avatar utente
Tomash
guru
Messaggi: 445
Iscritto il: 21/04/2010, 22:02
Reputation:
Località: Bologna

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda Tomash » 02/08/2013, 20:25

No, non necessariamente, parti pure con untempo consueto, guarda che aspetto avra la stampa, solo cosi' capirai in che direzione andare.
Vedrai, non e' nulla di straordinario.

Inviato dal mio GT-P3110 con Tapatalk 2



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4684
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda impressionando » 02/08/2013, 20:50

Tomash,
ti prego....
...togli la firma a quella macchinetta....
...si sta impossessando di te x_x



Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda Attilio Canella » 02/08/2013, 23:29

Ciao Max....sai io personalmente sono rimasto alle mie tradizioni ,anche se ho VISSUTO LA NASCITA della carta a contrasto variabile,ho seguitato a utilizzare quella a contrasto fisso, e usavo la ILFORD tutte dalla 0-1-2-3-4-5- oggi se mai dovessi riprendere a stampare ,farei lo stesso""in rete vedo che esiste ancora"" ma sperimenterei quella a contrasto variabile,Credo seguendo il forum che i filtri di qualsiasi marca lavorano allo stesso modo ,se vanno bene anche i dicroici delle teste ,per che non dovrebbero andare bene anche i tuoi della ilford almeno che non mi sfugga qualcosa. Per le foto notturne userei una carta a tono caldo ,quello freddo non lo vedo appropriato da un senso del troppo contrasto tra alte e basse luci ,poi va a gusti...do ragione a Luca Dega che dice: che quando si fanno scatti particolari studiati dove ci si mette anche mezzora per uno scatto, e bene farne qualche scatto in più di qualche stop sia in sotto che in sovraesposizioni ( per che limitarsi ad uno solo )), per che tutti gli esposimetri lasciano il ""tempo"" che trovano... all'ora i miei scatti se non erano cerimonie reportage ,facevo cosi 3o4 scatti variando come detto sopra... cercavo sempre il negativo bilanciato tra alte e basse luci ,dovevo stamparlo in carta a gradazione normale la 2 o la 3 massimo per ottenere la ricchezza dei grigi...le altre gradazioni le utilizzavo per foto di terzi sottoesposte o sovraesposte..sappiamo TUTTI che gli scatti con tonalità di grigio più belli si ottengono alle prime ore del mattino.. e nel tardo pomeriggio quando il sole e radente , sopratutto nel colore ...comunque Max se non parti in C.O. come lo scopri?? certo che puoi alzare il contrasto di una foto se no cosa vuol dire carta a contrasto variabile .credo che devi aumentare l'intensità del filtro che devi utilizzare ....ciao e auguri alla stampa ;) N.B. falle vedere.



Advertisement
Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda maxnumero1 » 03/08/2013, 0:18

le foto notturne,penso ci sia poco da vedere
ne ho stampata una col moulin rouge,di notte,il moulin si vedono bene le insegne,ma attorno è tutto scuro
a mio parere,inanzi tutto bisogna fotografare un soggetto che si veda in tutta la foto,non solo le insegne luminose che spiccano sul nero,fatto questo,penso che bisognerebbe aprire di un paio di diaframmi per non creare una foto scura
entrambe le cose,io non le ho fatte e mi ritrovo una foto con solo la scritta :ymblushing:



Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda Attilio Canella » 06/08/2013, 17:29

Caro Max ti insegno una cosa.... quando in una inquadratura di un notturno sopratutto dei vicoli o strade con insegne molto luminose ma il circondario non ha molta illuminazione ed e molto buia ,questo crea un contrasto molto rilevante, cioè le parti con poca illuminazione risulteranno sul negativo non adeguatamente esposte ,ma le parti con illuminazione saranno esposte correttamente...cosa succede se esponi per le ombre ""il buio"" può essere che la macchina l'esposimetro ti richieda un tempo assai lungo anzi lunghissimo, a questo punto avresti un esposizione corretta per le ombre MA MA MA le parti illuminate come le insegne risulterebbero SPARATE SOVRAESPOSTE E NON DI POCO e mancanza di definizione INSTAMPABILI.....dobbiamo ricorrere ad un compromesso ...IL FLASH....(( ""questo per i puristi che non amano il flash"")) :D :D ..se hai un flash con potenza media le poni sulla parabola un filtro giallo abbastanza intenso.. oppure se il flash e munito dei suoi accessori come i filtri per rendere + caldo il lampo... SI INTENDE STIAMO PARLANDO DI B. N......bene MACCHINA sul tripiede inquadri con le insegne comprese ..lettura esposizione media....se ti dice che occorrono 30 sec. ...prima dello scatto ti munisci de flash lo dovrai fare scattare il lampo a mano "" con il pulsantino a media potenza..OK: ora nel momento dello scatto con il flessibile...hai 30 sec ""correndo e cercando di non entrare nell'inquadratura nascondendoti magari dietro alberi cassonetti ec ec ec"""" sparando colpi di flash a mano sulle parti piu buie circostanti alle insegne in 30sec....OK dovrai fare delle prove... vedrai che otterai dei risultati......Ciao MAX sto parlando per VICOLI strade """ NON PANORAMI"" OK.. CIAO :ymhug:



Avatar utente
DanieleLucarelli
guru
Messaggi: 1152
Iscritto il: 12/08/2010, 16:56
Reputation:
Località: Livorno
Contatta:

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda DanieleLucarelli » 06/08/2013, 18:49

Attilio Canella ha scritto:...cosa succede se esponi per le ombre ""il buio"" può essere che la macchina l'esposimetro ti richieda un tempo assai lungo anzi lunghissimo, a questo punto avresti un esposizione corretta per le ombre MA MA MA le parti illuminate come le insegne risulterebbero SPARATE SOVRAESPOSTE E NON DI POCO e mancanza di definizione INSTAMPABILI.....


Basta sviluppare molto meno.



Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda maxnumero1 » 06/08/2013, 19:50

Attilio Canella ha scritto:Caro Max ti insegno una cosa.... quando in una inquadratura di un notturno sopratutto dei vicoli o strade con insegne molto luminose ma il circondario non ha molta illuminazione ed e molto buia ,questo crea un contrasto molto rilevante, cioè le parti con poca illuminazione risulteranno sul negativo non adeguatamente esposte ,ma le parti con illuminazione saranno esposte correttamente...cosa succede se esponi per le ombre ""il buio"" può essere che la macchina l'esposimetro ti richieda un tempo assai lungo anzi lunghissimo, a questo punto avresti un esposizione corretta per le ombre MA MA MA le parti illuminate come le insegne risulterebbero SPARATE SOVRAESPOSTE E NON DI POCO e mancanza di definizione INSTAMPABILI.....dobbiamo ricorrere ad un compromesso ...IL FLASH....(( ""questo per i puristi che non amano il flash"")) :D :D ..se hai un flash con potenza media le poni sulla parabola un filtro giallo abbastanza intenso.. oppure se il flash e munito dei suoi accessori come i filtri per rendere + caldo il lampo... SI INTENDE STIAMO PARLANDO DI B. N......bene MACCHINA sul tripiede inquadri con le insegne comprese ..lettura esposizione media....se ti dice che occorrono 30 sec. ...prima dello scatto ti munisci de flash lo dovrai fare scattare il lampo a mano "" con il pulsantino a media potenza..OK: ora nel momento dello scatto con il flessibile...hai 30 sec ""correndo e cercando di non entrare nell'inquadratura nascondendoti magari dietro alberi cassonetti ec ec ec"""" sparando colpi di flash a mano sulle parti piu buie circostanti alle insegne in 30sec....OK dovrai fare delle prove... vedrai che otterai dei risultati......Ciao MAX sto parlando per VICOLI strade """ NON PANORAMI"" OK.. CIAO :ymhug:


quindi avrei dovuto mettermi a correre e scattare lampi con il flash,mentre la macchina con l'otturatore aperto impressionava la pellicola?

DanieleLucarelli ha scritto:
Attilio Canella ha scritto:...cosa succede se esponi per le ombre ""il buio"" può essere che la macchina l'esposimetro ti richieda un tempo assai lungo anzi lunghissimo, a questo punto avresti un esposizione corretta per le ombre MA MA MA le parti illuminate come le insegne risulterebbero SPARATE SOVRAESPOSTE E NON DI POCO e mancanza di definizione INSTAMPABILI.....


Basta sviluppare molto meno.

adesso scrivo una cosa,che come minimo mi fucilano
secondo me,non sono l'unico che non è capace di scattare foto a pellicola in bianco e nero
se una foto viene bella,bene,altrimenti si getta,
ho sbagliato una foto,non è successo niente,bisogna imparare a leggere la situazione:le insegne,o decidi di fare una stampa solo con le insegne o non la scatti,penso serva poco anche sviluppare meno....
sono sempre stato dell'idea che una buona foto sia piu facile da stampare,della serie:
chi ben comincia è a metà dell'opera



Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda Attilio Canella » 06/08/2013, 22:41

Queste cose le ho fatte nel passato, spesso con risultati buoni ,e avvolte inaccettabili , io ti dico di provare ho parlato di 30 sec. per un esempio ma spesso il tempo richiede anche oltre al minuto ,cosi non devi proprio correre , ;) quando dai il colpo di lampo tieni il flash inclinato di trenta gradi circa ,la luce deve perdersi verso l'alto ,non deve illuminare la strada questo per che si noterebbe da dove parte il lampo ma deve illuminare le facciate .poi il riflesso darà quel tanto che basta alla strada con effetto notturno....sperimenta poi avrai pratica,,,,,NON MI ricordo dove se qui nel forum o da un'altra parte, ho visto una foto di un notturno BELLISSIMO ... con lo stesso sistema ,cioè una casa di pietra antica un monumento con a lato un vicolo sempre in pietra..la facciata della casa era illuminata da lampioni ma vicolo buio pesto...cosa ha fatto l'autore della foto per illuminare il vicolo. ha usato il sistema descritto sopra,,, ,e corso in fondo al vicolo e a dato un colpo di lampo..illuminando quanto basta dando anche profondità alla foto...L'UNICO difetto avrebbe dovuto anteporre un filtro davanti alla parabola del flash ""scaldando"" la luce per che nella foto si nota la luce FREDDA che emana il flash... Ciao Max spero che ti possa servire anche questo DEVI PROVARE SE NO!!!!!! :ymhug:....SVILUPPARE DI MENO LE OMBRE NE SOFFRIREBBERO



Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1912
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: Parigi con la Neopan 1600

Messaggioda bafman » 06/08/2013, 23:21

banalmente se penso a Parigi, per giunta di notte, mi viene in mente Brassaï con le sue pose tranquille e la sua poesia oscura, non la tecnica dell'open flash.

per una leggibilità nei notturni con le insegne e tutto il resto aspetterei il tramonto inoltrato e non oltre, e finita lì... a meno di non volersi dedicare alle sparflashate alla Secchiaroli e Mellace o alla Wegee.


p.s. sono d'accordo con lo sviluppare meno, eventualmente





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti