Pellicola per ritratti

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pellicola per ritratti

Messaggioda Silverprint » 29/05/2012, 13:43

jedydjah ha scritto:... Non potendo settare 160 iso, è meglio 100 oppure 200? ...


Domanda un po' accademica, ha sicuramente più peso come calcoli l'esposizione. Le negative colore sono piuttosto tolleranti e la sensibilità dichiarata (I.E.) per le pellicole negative è in genere inferiore alla effettiva, quindi in generale, meglio 100. Comunque puoi sempre mettere 100 e sotto-esporre di 2/3 di stop, o 200 e sovra-esporre di 1/3.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
jedydjah
appassionato
Messaggi: 22
Iscritto il: 28/05/2012, 12:57
Reputation:
Località: Cologno Monzese
Contatta:

Re: Pellicola per ritratti

Messaggioda jedydjah » 29/05/2012, 14:31

Silverprint ha scritto:
jedydjah ha scritto:... Non potendo settare 160 iso, è meglio 100 oppure 200? ...


Domanda un po' accademica, ha sicuramente più peso come calcoli l'esposizione. Le negative colore sono piuttosto tolleranti e la sensibilità dichiarata (I.E.) per le pellicole negative è in genere inferiore alla effettiva, quindi in generale, meglio 100. Comunque puoi sempre mettere 100 e sotto-esporre di 2/3 di stop, o 200 e sovra-esporre di 1/3.

Bene, ho appena finito un rullino a 200 :wall:
vedremo come e' venuto



Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Pellicola per ritratti

Messaggioda franny71 » 29/05/2012, 14:55

jedydjah ha scritto:
Silverprint ha scritto:
jedydjah ha scritto:... Non potendo settare 160 iso, è meglio 100 oppure 200? ...


Domanda un po' accademica, ha sicuramente più peso come calcoli l'esposizione. Le negative colore sono piuttosto tolleranti e la sensibilità dichiarata (I.E.) per le pellicole negative è in genere inferiore alla effettiva, quindi in generale, meglio 100. Comunque puoi sempre mettere 100 e sotto-esporre di 2/3 di stop, o 200 e sovra-esporre di 1/3.

Bene, ho appena finito un rullino a 200 :wall:
vedremo come e' venuto

essendo un negativo colore, credo che avrai margine per foto ottimali, data la grande latitudine di posa dei negativi colore...
io tendo sempre a sovraesporre di 1/3 anche il bn, (ora Andrea mi ri-bacchetta) :p


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pellicola per ritratti

Messaggioda Silverprint » 29/05/2012, 15:36

Non ti ribacchetto, ma specifico.

Semplificando... Il procedimento negativo colore è stato sviluppato (era il prodotto di massa per eccellenza) per renderlo il più possibile a prova d'errore, la soluzione scelta fu di avere un negativo tendenzialmente morbido e dalla grande latitudine (intesa come intervallo di stop registrabile e non come capacità di sopportare errori) da accoppiare a carta dal contrasto elevato. Stampando si sceglierà la gamma di densità da stampare, più opportuna tralasciando il resto. La capacità di "assorbire errori" viene quindi fuori dall'insieme delle due cose: negativo "morbido" e stampa "dura".
La pellicola comunque è pellicola, e se non esposta a sufficienza manca di dettaglio nelle ombre, colore o BN che sia. Nel colore c'è una notevole possibilità di recupero di errori in sovra-esposizione, di solito maggiore che nel BN. Insomma nel dubbio, meglio sovraesporre.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9261
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Pellicola per ritratti

Messaggioda chromemax » 29/05/2012, 16:30

Nel colore c'è una notevole possibilità di recupero di errori in sovra-esposizione, di solito maggiore che nel BN. Insomma nel dubbio, meglio sovraesporre.

Aggiungo che nel negativo colore una leggera sovraesposizione produce un miglioramento della grana e dei colori più saturi a scapito di una leggera distorsione cromatica.



Avatar utente
jedydjah
appassionato
Messaggi: 22
Iscritto il: 28/05/2012, 12:57
Reputation:
Località: Cologno Monzese
Contatta:

Re: Pellicola per ritratti

Messaggioda jedydjah » 30/05/2012, 15:12

chromemax ha scritto:
Nel colore c'è una notevole possibilità di recupero di errori in sovra-esposizione, di solito maggiore che nel BN. Insomma nel dubbio, meglio sovraesporre.

Aggiungo che nel negativo colore una leggera sovraesposizione produce un miglioramento della grana e dei colori più saturi a scapito di una leggera distorsione cromatica.

Per i colori saturi avrei pensato al contrario, ma ora ragionando credo che sia un discorso di densita` del negativo: leggera sovraesposizione significa negativo piu` denso.
Per le dia invece e` proprio il contrario ed io, erroneamente, ho pensato di avere miglior risultato sottoesponendo leggermente.
Poco male: ho ancora 19 rullini di portra :D


Esistono 10 tipi di persone: chi capisce il codice binario e chi no!

My Flickr profile

Avatar utente
dlrp18
appassionato
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/06/2012, 0:55
Reputation:

Re: Pellicola per ritratti

Messaggioda dlrp18 » 30/06/2012, 16:53

Sulla qualità della Portra vedo che non si discute (o quasi); il mio dubbio è a chi farla sviluppare? Ho avuto brutte esperienze con la 160 sovrasatura. Sovraesporre/sottoesporre, tirarla? Si accettano suggerimenti.



Avatar utente
37°Fotogramma
guru
Messaggi: 314
Iscritto il: 19/12/2011, 20:58
Reputation:
Località: NAPOLI Campania

Re: Pellicola per ritratti

Messaggioda 37°Fotogramma » 02/07/2012, 16:24

Nel settore diapositive da ritratto, voterei Fuji ASTIA.....
granulosità assente :-bd


Il Futuro?...Logico è Analogico!



  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite