Pellicole per scarsa luce

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11687
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda Silverprint » 03/07/2013, 12:59

upupup ha scritto:Le alte velocità, hanno un difetto. Poca latitudine di posa...


Non è esatto, al di la delle singole specifiche esperienze, che possono suggerire il contrario.

Infatti la latitudine di posa è variabile, dipende dallo sviluppo, ed è variabile su tutti i tipi di pellicole.
Può essere più o meno variabile a seconda dei materiali e dei processi, ma non c'è relazione tra sensibilità e limiti della variabilità della latitudine di posa.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
upupup
esperto
Messaggi: 194
Iscritto il: 15/03/2010, 13:28
Reputation:

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda upupup » 03/07/2013, 13:13

Silverprint ha scritto:
upupup ha scritto:Le alte velocità, hanno un difetto. Poca latitudine di posa...


Non è esatto, al di la delle singole specifiche esperienze, che possono suggerire il contrario.

Infatti la latitudine di posa è variabile, dipende dallo sviluppo, ed è variabile su tutti i tipi di pellicole.
Può essere più o meno variabile a seconda dei materiali e dei processi, ma non c'è relazione tra sensibilità e limiti della variabilità della latitudine di posa.

Allora i lampioni "sparati" dipendono dallo sviluppo?.........ma se è lo sviluppo la variante per l inversione che non posso toccare?(12 min con rivelatore energico per carta). Credimi l inversione del delta 3200 di notte, non mi ha dato buoni risultati, di giorno si.



Avatar utente
upupup
esperto
Messaggi: 194
Iscritto il: 15/03/2010, 13:28
Reputation:

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda upupup » 03/07/2013, 13:16

L inversione è un dato di base , a mio parere utile anche per i negativi. Ovvio che i rivelatori possono cambiare qualcosa, ma i dati di base (a mio parere) sono quelli.



Avatar utente
DanieleLucarelli
guru
Messaggi: 1152
Iscritto il: 12/08/2010, 16:56
Reputation:
Località: Livorno
Contatta:

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda DanieleLucarelli » 03/07/2013, 13:20

Non ho mai fatto test sulle 3200 (che in pratica non uso mai) ma su quelle che ho testato ho riscontrato che più sale la sensibilità più sale la latitudine di posa.



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11687
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda Silverprint » 03/07/2013, 13:24

upupup ha scritto:Allora i lampioni "sparati" dipendono dallo sviluppo?


Sì! Assolutamente.

Ma nel caso specifico dell'inversione la questione si complica ed i margini di intervento si riducono (visto che il primo sviluppo deve essere condotto a fondo) e la gestione del problema va fatta tra esposizione e schiarimento.
Per altro (imho) in inversione le pellicole di altissima sensibilità non rendono bene, e da questo punto di vista credo tu abbia ragione. Comunque la latitudine di posa non dipende dalla sensibilità, ma dai materiali specifici.

Un tempo pare che le pellicole di bassa sensibilità avessero contrasto più elevato cioè minore latitudine di posa (il contrario di quel che dici), ma sui materiali attuali questa relazione non esiste più. Ci sono pellicole di sia di bassa che di alta sensibilità in grado di gestire fortissimi contrasti e su tutte le pellicole è facile ridurre la latitudine di posa ed avere contrasti anche molto elevati.

A proposito dell'inversione è appena stato pubblicato sul blog un articolo del nostro bravissimo Sandro. Qui: http://blog.analogica.it/analogica-it/2013/07/diapositive-in-bianco-e-nero/


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
upupup
esperto
Messaggi: 194
Iscritto il: 15/03/2010, 13:28
Reputation:

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda upupup » 03/07/2013, 13:29

DanieleLucarelli ha scritto:Non ho mai fatto test sulle 3200 (che in pratica non uso mai) ma su quelle che ho testato ho riscontrato che più sale la sensibilità più sale la latitudine di posa.

Avrai notato la differenza tra Superpan e Scala?...il problema non è solo la sensibilità. Lessi che la Superpan tende all infrarosso, di notte ed al crepuscolo perde le basse luci. Problema riscontrato anche dall Agenzia Luce di Trieste, che mi consigliò di usare di notte un filtro rosso. Consiglio che haimè non ho messo in pratica , dopo aver comprato 300 euro di agfa scala (messa in frigorifero, sembra che sia l ultimo lotto). La Scala è nettamente superiore alla Superpan.
Vedi le pellicole vanno provate e testate , si devono scattare decine di foto per capirci qualcosa.....con la mia esperienza affermo che la Scala è ottima di notte. Se poi altri hanno altre esperienze ottimo....infatti un forum serve per questo



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11687
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda Silverprint » 03/07/2013, 13:37

La compianta Scala è un prodotto di assoluta eccellenza (punto).

Non si discute certo di questo! :)

Upupup quello che hai riscontato non è un dato generale, ma è riferito a specifici materiali in speciali condizioni d'uso, cioè l'inversione. Per il discorso generale vale quanto detto nei miei post precedenti.

In inversione il processo meno elastico non consente le ampie regolazioni della latitudine di posa che si hanno lavorando il negativo e questa finisce per essere una caratteristica maggiormente influenzata dal tipo di emulsione (non direttamente dalla sensibilità però), ma un po' di margine d'intervento rimane e un po' si può provare ad estendere la latitudine di posa.

La Scala può essere per esempio esposta a diversi IE, producendo quindi, in conseguenza della variazione del processo, una variazione della latitudine di posa.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
dannieledz
esperto
Messaggi: 207
Iscritto il: 04/11/2012, 13:29
Reputation:
Località: Pescara

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda dannieledz » 21/07/2013, 16:29

Silverprint ha scritto:Io preferisco tirare la Tri-x perché ha una curva caratteristica più adatta e visto che "chiude prima" in alte luci si producono densità meno elevate e meno faticosamente stampabili.
La T-max 400, essendo molto lineare ha i toni medi più scuri e le luci più brillanti e siccome tirando devi schiarire i medi ed evitare di schiarire troppo gli alti... meglio l'altra ;)

Il Microphen stock di solito è la soluzione migliore.


Per non aprire un nuovo post, approfitto di questa risposta, per porre una domanda più precisa.
Dovrei fare a foto ad un concerto (pellicola 35mm) probabilmente da vicino, a mano libera e con focali corte e luminose (da 2.8 a 1.7).
Assodati pellicola e rivelatore, mi chiedevo: ma a 1600 iso ce la faccio ad avere tempi accettabili per evitare il mosso?
Anche in questi casi dovrei esporre per le ombre?
Grazie in anticipo.
Daniele



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11687
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda Silverprint » 21/07/2013, 16:44

dannieledz ha scritto:Anche in questi casi dovrei esporre per le ombre?

No.
Le ombre sono perse irrimediabilmente nel momento in cui usi un IE superiore alla sensibilità effettiva. In caso di tiraggio esporrai per il tono medio.

dannieledz ha scritto:...a 1600 iso ce la faccio ad avere tempi accettabili per evitare il mosso?

Senza prima misurare l'esposizione come si fa a saperlo? :-\
Potrebbero bastare anche meno di 1600 iso e sarebbe molto meglio, oltre i 1600 davvero non andrei. Imho meglio rischiare qualche scatto un po' mosso che un rullo troppo tirato.

Ad ogni modo, se puoi, portati un mono-piede, aiuta parecchio.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
dannieledz
esperto
Messaggi: 207
Iscritto il: 04/11/2012, 13:29
Reputation:
Località: Pescara

Re: Pellicole per scarsa luce

Messaggioda dannieledz » 23/07/2013, 18:08

Andrea, ti ringrazio per la disponibilità e per i consigli, però avrei un' altra domanda :ymblushing:
Seguendo il tuo consiglio di affidarsi ai datasheet dei produttori, ho controllato sia quello della tri-x che quello del microhpen (è lui? http://www.ilfordphoto.com/Webfiles/201 ... 131459.pdf), ma l'unica volta che pellicola e rivelatore compaiono insieme è esclusivamente per un'esposizione a 500 iso. Suggerimenti? Almeno come base di partenza...
Grazie.
Daniele.





  • Advertisement

Torna a “Tecniche fotografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti