pellicole

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
adridimo
guru
Messaggi: 382
Iscritto il: 18/10/2011, 11:14
Reputation:

pellicole

Messaggioda adridimo » 08/11/2011, 9:31

Dopo aver provato le varie pellicole che casa IlFord propone e non avendo trovato grandi differenze a parità di sensibilità (forse a causa della mia inesperienza) mi sento di dover prendere una scelta e concentrarmi su di un solo tipo di pellicola in modo tale da poter imparare a conoscerla a fondo.

Cosa ne pensate di queste accoppiate di "sensibilità"?

1) IlFord DELTA Professional 100 - IlFord DELTA Professional 400 - IlFord DELTA Professional 3200

2) IlFord FP4 125 - HP5 Plus 400

Cosa mi consigliate? Pensate che magari le Kodak siano migliori?



Advertisement
Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: pellicole

Messaggioda Tecnico73 » 08/11/2011, 11:40

il discorso delle pellicole è un po complicato per via del fatto che, non è bello ciò che è bello ma e bello ciò che piace, diventa un discorso molto soggettivo, con una domanda del genere puoi incontrare tantissimi parere positivi e tanti negativi senza contare i vari pareri concordi e discordi.

personalmente dal mio gusto, posso affermare che le ilford non mi piacciono le rollei meno delle ilford,non amo le adox, preferisco kodak, foma, efke, fino a qualche tempo fa le mie pellicole era divise in questo modo:

25 iso e 50 iso efke
100 iso 200 iso 400 iso foma
hp5+ 400iso ilford per i tiraggi della pellicola
delta 3200 e T-max 3200 kodat come grana preferisco la kodak
con questa combinazione di pellicole andavo da 20 iso a 6400iso tranquillamente il tutto sviluppato con id-11, rodinal e microphen per le alte sensibilità da 800 a 6400 iso

in questo momento sto usando rollei retro80s, retro100s, retro400s, una volta finite tornerò sul mio standard ( non mi piacciono), ora, il mio consiglio è quello di provare vari tipi di pellicola in varie situazioni di luce in moda da decidere quale sono le combinazioni che più si addicono alle tue preferenze


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11610
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: pellicole

Messaggioda Silverprint » 08/11/2011, 11:51

adridimo ha scritto:Dopo aver provato le varie pellicole che casa IlFord propone e non avendo trovato grandi differenze a parità di sensibilità (forse a causa della mia inesperienza) mi sento di dover prendere una scelta e concentrarmi su di un solo tipo di pellicola in modo tale da poter imparare a conoscerla a fondo.


Molto giusto. Per conoscere bene una pellicola occorre parecchio tempo e tanta sperimentazione.

adridimo ha scritto:Cosa ne pensate di queste accoppiate di "sensibilità"?
1) IlFord DELTA Professional 100 - IlFord DELTA Professional 400 - IlFord DELTA Professional 3200
2) IlFord FP4 125 - HP5 Plus 400
Cosa mi consigliate? Pensate che magari le Kodak siano migliori?


Che se vuoi usare UNA pellicola non te ne servono TRE! :))
E che poi nessuno ti obbliga al mono marca mono famiglia... ;)

In generale NON si può dire che una pellicola sia migliore di un'altra. Sono sicuramente DIVERSE una dall'altra, questo si. Vale a dire che una pellicola sarà più adatta ad un certo scopo (sensibilità a parte) che non un altra. Un altro discorso invece è l'affdabilità di una pellicola che riguarda la costanza di produzione. Le grandi marche sono sicuramente affidabili, alcuni produttori minori un po' meno.
Si può anche dire che le pellicole a grani tabulari (Ilford Delta e Kodak T-max) richiedono più attenzione in fase di trattamento e forse per questo possono essere meno indicate per chi è alle prime armi.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
adridimo
guru
Messaggi: 382
Iscritto il: 18/10/2011, 11:14
Reputation:

Re: pellicole

Messaggioda adridimo » 08/11/2011, 11:53

Tecnico73 ha scritto:il discorso delle pellicole è un po complicato per via del fatto che, non è bello ciò che è bello ma e bello ciò che piace, diventa un discorso molto soggettivo, con una domanda del genere puoi incontrare tantissimi parere positivi e tanti negativi senza contare i vari pareri concordi e discordi.

personalmente dal mio gusto, posso affermare che le ilford non mi piacciono le rollei meno delle ilford,non amo le adox, preferisco kodak, foma, efke, fino a qualche tempo fa le mie pellicole era divise in questo modo:

25 iso e 50 iso efke
100 iso 200 iso 400 iso foma
hp5+ 400iso ilford per i tiraggi della pellicola
delta 3200 e T-max 3200 kodat come grana preferisco la kodak
con questa combinazione di pellicole andavo da 20 iso a 6400iso tranquillamente il tutto sviluppato con id-11, rodinal e microphen per le alte sensibilità da 800 a 6400 iso

in questo momento sto usando rollei retro80s, retro100s, retro400s, una volta finite tornerò sul mio standard ( non mi piacciono), ora, il mio consiglio è quello di provare vari tipi di pellicola in varie situazioni di luce in moda da decidere quale sono le combinazioni che più si addicono alle tue preferenze


Grazie mille per la risposta e per avermi descritto le pellicole che usi abitualmente. Uno degli inconvenienti principali è il fatto che pellicole come efke e foma non si trovano (almeno dalle miei parti) nei negozi di fotografia ma solo cercandole su internet.

Se devo essere sincero non so cosa voglio da una pellicola, credo di essere interessato ad una gamma tonale molto vasta con buoni neri e bianchi e una discreta nitidezza.

In questo momento uso prevalentemente le HP5+ e sviluppo con ID-11 e non so perchè i rivelatori in polvere mi sembrano poco affidabili perchè miscelati da me :) .



Advertisement
Avatar utente
adridimo
guru
Messaggi: 382
Iscritto il: 18/10/2011, 11:14
Reputation:

Re: pellicole

Messaggioda adridimo » 08/11/2011, 11:55

In che modo si può sapere quale pellicola è adatta a fare cosa? Come mai le DELTA professional della IlFord sono difficili da trattare?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11610
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: pellicole

Messaggioda Silverprint » 08/11/2011, 12:01

adridimo ha scritto:In che modo si può sapere quale pellicola è adatta a fare cosa? Come mai le DELTA professional della IlFord sono difficili da trattare?

Eh... discorso MOLTO lungo e difficile. Il parametro più rilevante è la curva caratteristica (e come cambia con lo sviluppo, sia per energia che per composizione chimica), poi ci sono grana (dimensione, nettezza, tessitura), definizione, etc.
Sono più difficili tutte le pellicole a grani tabulari perché molto reattive in fase di sviluppo, basta molto poco per cambiare il contrasto in maniera decisa.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
adridimo
guru
Messaggi: 382
Iscritto il: 18/10/2011, 11:14
Reputation:

Re: pellicole

Messaggioda adridimo » 08/11/2011, 12:05

Silverprint ha scritto:
adridimo ha scritto:In che modo si può sapere quale pellicola è adatta a fare cosa? Come mai le DELTA professional della IlFord sono difficili da trattare?

Eh... discorso MOLTO lungo e difficile. Il parametro più rilevante è la curva caratteristica (e come cambia con lo sviluppo, sia per energia che per composizione chimica), poi ci sono grana (dimensione, nettezza, tessitura), definizione, etc.
Sono più difficili tutte le pellicole a grani tabulari perché molto reattive in fase di sviluppo, basta molto poco per cambiare il contrasto in maniera decisa.


Con calma si potrebbe descrivere quali sono queste variazioni e i relativi parametri che le governano. Non so.. pellicola per pellicola diventa un lavoro lungo ma di certo molto esauriente per i neofiti.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11610
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: pellicole

Messaggioda Silverprint » 08/11/2011, 12:41

adridimo ha scritto:Con calma si potrebbe descrivere quali sono queste variazioni e i relativi parametri che le governano. Non so.. pellicola per pellicola diventa un lavoro lungo ma di certo molto esauriente per i neofiti.


Purtroppo sarebbe un lavoro (quasi) impossibile. :(
Più facile (si fa per dire...) descrivere i parametri fondamentali e gli strumenti per il loro controllo.
Se ti studi un po' i vari thread di questo forum di roba ce ne è già veramente tanta.

C'era una bella pubblicazione piuttosto esauriente e con pochi errori: "Alta Scuola Del Bianco e Nero", editrice Progresso. Varrebbe davvero la pena cercarla. Non credo che ci sia un equivalente per numero di prove ed incroci pellicola-rivelatore per di più corredati da indice di contrasto e misura della sensibilità effettiva. Poi ci sono testi più generici, alcuni molto belli come quelli di Barry Thornton (in inglese, non tradotti :( ).


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: pellicole

Messaggioda zioAlex » 08/11/2011, 13:14

Silverprint ha scritto:
Purtroppo sarebbe un lavoro (quasi) impossibile. :(
Più facile (si fa per dire...) descrivere i parametri fondamentali e gli strumenti per il loro controllo.
Se ti studi un po' i vari thread di questo forum di roba ce ne è già veramente tanta.

C'era una bella pubblicazione piuttosto esauriente e con pochi errori: "Alta Scuola Del Bianco e Nero", editrice Progresso. Varrebbe davvero la pena cercarla. Non credo che ci sia un equivalente per numero di prove ed incroci pellicola-rivelatore per di più corredati da indice di contrasto e misura della sensibilità effettiva. Poi ci sono testi più generici, alcuni molto belli come quelli di Barry Thornton (in inglese, non tradotti :( ).


il libro é di Giampaolo Bolognesi, ci vorrebbe 1 versione aggiornata per le pellicole e sviluppi moderni! :D


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: pellicole

Messaggioda Tecnico73 » 08/11/2011, 16:15

In questo momento uso prevalentemente le HP5+ e sviluppo con ID-11 e non so perchè i rivelatori in polvere mi sembrano poco affidabili perchè miscelati da me

questa tua affermazione e del tutto sbagliata, id-11 e uno sviluppo generico che va bene per tante pellicole, per usarlo basta seguire le istruzioni del bugiardino della ilford alla lettera, per i primi tempi, poi si comincia col provare e sperimentare, tutti possono sviluppare e stampare non è una cosa complicatissima o astratta ovviamente non tutti diventeremo Ansel Adams ma se vuoi divertirti se vuoi delle piccole soddisfazioni se vuoi imparare giorno per giorno la fotografia è il mezzo giusto


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti