Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Coglians79
guru
Messaggi: 407
Iscritto il: 10/12/2009, 0:20
Reputation:
Località: Paluzza (UD)

Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda Coglians79 » 17/07/2010, 17:34

Spinto dalla voglia di migliorare ho acquistato dei filtri colorati economici per il bianco e nero. Convinto che potevano aiutarmi in diverse occasioni, ho effettuato degli scatti di prova e ne posto il risultato. Riporto in oltre una piccola guida che può aiutare nella scelta del filtro a seconda delle situazioni, ricavata da un interessantissimo articolo di Nadir Magazine proprio sui filtri colorati.
Le foto sono state scattate con una Pentax ME super caricata con Fomapan 100 ed esposte a f8. I tempi sono vari, a seconda ovviamente del filtro usato.

Come si può notare i filtri possono essere molto utili a seconda di quello che ci interessa, se dobbiamo enfatizzare un cielo importante o eliminarlo del tutto, aumentare la gamma tonale dei verdi, oppure enfatizzare o ammorbidire qualche dettaglio.


Filtro giallo. Rende la curva di risposta spettrale della pellicola molto simile alla curva della visuale umana. Questo è il motivo per cui molti fotografi lo lasciano permanentemente montato sull'obiettivo. Nel paesaggio, provoca un moderato scurimento del cielo e una migliore leggibilità delle nuvole. Nel ritratto schiarisce i capelli biondi e castano chiari, schiarisce moderatamente la pelle e migliora l'equilibrio tonale.

Filtro verde. Nel paesaggio schiarisce i toni della vegetazione e ne amplia la gamma tonale. Se a banda stretta, cioè denso, scurisce moderatamente il cielo. Nel ritratto "abbronza" la pelle e ne mette in evidenza i difetti: rughe, nei, efelidi. Scurisce i capelli biondi , rossi e castani. Adatto a ritratti drammatici di vecchi contadini o pescatori dalle mani nodose e dai volti scavati; assolutamente vietato nel glamour!

Filtro giallo-verde. Unisce i vantaggi di entrambi ed è adatto soprattutto al paesaggio. L'effetto è più moderato che non con il filtro verde propriamente detto.

Filtro arancio. Marcato scurimento del cielo. Se usato nella neve tende talvolta ad ingrigirla: di questo occorre essere consapevoli nella determinazione dell'esposizione e nella regolazione del contrasto. Scurisce la vegetazione di colore verde, ma crea effetti suggestivi in autunno, quando le foglie sono gialle, verdi e rosse. Nel ritratto schiarisce i capelli biondi, castani e rossi, schiarisce la pelle e ne nasconde i difetti (nei, efelidi, rughe). Ideale per il glamour e i ritratti femminili in genere.

Filtro rosso. Drammatico scurimento del cielo. La vegetazione appare nera sulla stampa. A volte però questa regola subisce un'eccezione clamorosa, rappresentata dal cosiddetto "effetto Wood". Usando filtri rossi molto densi, l'erba illuminata dal sole viene resa sulla stampa finale con toni di grigio molto chiari (quando non addirittura bianchi), invece che scuri come ci si aspetterebbe. Il fenomeno, che sembra dovuto a certe proprietà riflettenti della clorofilla, ricorda le immagini ottenute con pellicola sensibile all'infrarosso. Nel ritratto il filtro rosso schiarisce i capelli castani e rossi e rende la pelle lattea, quasi evanescente. Ideale nel glamour, unito a un sapiente uso del controluce e ad un filtro morbido.

Filtro blu. Nel paesaggio rende il cielo latteo e fa scomparire le nubi. Lo usavano a volte i fotografi di architettura per evitare che la visione di un cielo "interessante" distogliesse l'attenzione dal soggetto principale. Nella fotografia in studio riduce l'eccesso di rosso causato dalle lampade al tungsteno.
Allegati
filtro verde.jpg
filtro verde
filtro rosso.jpg
filtro rosso
filtro giallo.jpg
filtro giallo
filtro blu.jpg
filtro blu
filtro arancio.jpg
filtro arancio


[i]Non importa quante volte vai al tappeto. L'importante è rialzarsi e continuare a combattere.[/i]

http://www.flickr.com/photos/[email protected]/

Advertisement
Avatar utente
Devis91
guru
Messaggi: 489
Iscritto il: 25/06/2012, 1:13
Reputation:

Re: Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda Devis91 » 06/07/2012, 10:19

Quindi per ritrarre un volto femminile serve il filtro arancio? Meglio chiaro o scuro?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11273
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda Silverprint » 06/07/2012, 10:49

Devis91 ha scritto:Quindi per ritrarre un volto femminile serve il filtro arancio? Meglio chiaro o scuro?


Non è detto che serva... se la pelle ha difetti, venuzze, brufoli, infiammazioni rossastre un filtro rosso (l'arancio va nella stessa direzione, ma fa meno) li attenua notevolmente, ma schiarisce anche le labbra in maniera innaturale; le labbra vanno quindi truccate pesantemente... a quel punto trucco, per trucco tanto vale truccare come si deve e togliere i difetti in altro modo (imho), anche perché bisogna fare attenzione agli occhi, se fossero chiari cioè verdi o azzurri il filtro li scurirebbe e di solito non va bene per niente ;) .


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Devis91
guru
Messaggi: 489
Iscritto il: 25/06/2012, 1:13
Reputation:

Re: Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda Devis91 » 06/07/2012, 11:54

Silverprint ha scritto:
Devis91 ha scritto:Quindi per ritrarre un volto femminile serve il filtro arancio? Meglio chiaro o scuro?


Non è detto che serva... se la pelle ha difetti, venuzze, brufoli, infiammazioni rossastre un filtro rosso (l'arancio va nella stessa direzione, ma fa meno) li attenua notevolmente, ma schiarisce anche le labbra in maniera innaturale; le labbra vanno quindi truccate pesantemente... a quel punto trucco, per trucco tanto vale truccare come si deve e togliere i difetti in altro modo (imho), anche perché bisogna fare attenzione agli occhi, se fossero chiari cioè verdi o azzurri il filtro li scurirebbe e di solito non va bene per niente ;) .

Uhm... La mia ragazza ha occhi marroni e capelli castani, quindi non dovrei avere problemi a usare il filtro arancione per eliminare eventuali piccole imperfezioni della pelle giusto?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11273
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda Silverprint » 06/07/2012, 12:12

Devis91 ha scritto:Uhm... La mia ragazza ha occhi marroni e capelli castani, quindi non dovrei avere problemi a usare il filtro arancione per eliminare eventuali piccole imperfezioni della pelle giusto?


Giusto. Prova anche il rosso e ricordati di provare più rossetti dal colore scuro-scurissimo, le labbra color pelle di solito risultano assai sgradevoli. Anche un filo di matita ci sta tutto, togliendo il rosso dal contorno occhi questi possono risultare poco incisivi.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
slv
fotografo
Messaggi: 84
Iscritto il: 24/05/2011, 22:15
Reputation:
Località: Ragusa

Re: Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda slv » 06/07/2012, 14:29

Coglians79 ha scritto:Spinto dalla voglia di migliorare ho acquistato dei filtri colorati economici per il bianco e nero.


data che le intenzioni sono le stesse... mi chiedevo se acquistare filtri economici (quale capita capita) o andare a prendere uno o due filtri ben specifici? consigli per un filtro giallo e uno rosso?

grazie


Salvatore

l'equivalente di quanto vidi e sentii. Alfred Stieglitz

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11273
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda Silverprint » 06/07/2012, 15:43

Ciao Slv,

Dipende... Se hai un corredo ampio (o da ampliare) può essere interessante ed economico il sistema Lee che oltre alla qualità va bene per quasi tutti i diametri. Nel sistema Lee c'è anche un kt B/N con i filtri giallo, giallo-verde, arancio e rosso ed un porta filtri "gel-sanp" non troppo caro, 70 sterline (qui: http://www.morco.uk.com/leepoly.htm).
Se invece il budget è minimo e non c'è bisogno di prendere filtri di vari diametri, un paio di Hoya vanno già bene.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
mjrndr
guru
Messaggi: 1261
Iscritto il: 21/06/2012, 10:19
Reputation:
Località: Bergamo

R: Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda mjrndr » 06/07/2012, 17:02

http://www.ilfotoamatore.it/catalogo.asp

Non so se possa interessare o essere di buona qualità, cmq da il fotoamatore vendono kit di filtri a lastra a 70€ compresi di adattatore. Se guardi il volantino a pagina 10 trovi tutte le possibilità, e ci sono anche dedicati al bianco e nero. Potrebbe essere una soluzione economica per provare. Se proprio i vetri fanno schifo tieni l'adattatore e ti compri filtri migliori dei colori che usi di piu.
Mi spiace di non saperti dare altre informazioni
Andrea



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11273
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda Silverprint » 06/07/2012, 17:12

Ciao Andrea,

Visto. È un set cockin compatibile. Non è un sistema granché... :( peccato.
Per poco di più (imho) convengono i Lee, la qualità è alta ed il sistema molto pratico ed espandibile a qualsiasi futura esigenza.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
mjrndr
guru
Messaggi: 1261
Iscritto il: 21/06/2012, 10:19
Reputation:
Località: Bergamo

R: Piccole indicazioni sull'uso dei filtri colorati nel B/N

Messaggioda mjrndr » 06/07/2012, 17:17

In effetti la stealth gear non mi dava l'idea di marca nota ed affidabile... :-D

Andrea





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti