cosa è successo?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
alce nero
esperto
Messaggi: 126
Iscritto il: 23/02/2012, 11:30
Reputation:
Località: Roma
Contatta:

Re: cosa è successo?

Messaggioda alce nero » 25/02/2015, 19:58

lo so hai ragione, il fatto è che la 4x5 me la sono costruita e per provarla ho preso le lastre che costavano meno
infatti oggi ho preso le fp4 dopo aver visto che la macchina funziona bene :-)


Alessandro

Advertisement
Avatar utente
svarfi
esperto
Messaggi: 240
Iscritto il: 23/11/2010, 19:44
Reputation:

Re: cosa è successo?

Messaggioda svarfi » 25/02/2015, 21:32

Quel tipo di bolle non dipendono dalle Foma, ho avuto gli stessi problemi con lastre di marche diverse, anche le fp4...


Sent from my iPad using Tapatalk



Avatar utente
alce nero
esperto
Messaggi: 126
Iscritto il: 23/02/2012, 11:30
Reputation:
Località: Roma
Contatta:

Re: cosa è successo?

Messaggioda alce nero » 25/02/2015, 22:33

propabilmente è come dici tu, ma rimane il fatto che su 10 lastre di forma ho avuto lo stesso problema e invece questo è il risultato con la fp4...sviluppo sempre allo stesso modo

http://it.tinypic.com/m/ilh8o8/3

[url]Immagine[/url]


Alessandro

Avatar utente
svarfi
esperto
Messaggi: 240
Iscritto il: 23/11/2010, 19:44
Reputation:

Re: cosa è successo?

Messaggioda svarfi » 26/02/2015, 8:04

Le ho avute anche con la FP4 in uno degli ultimi test che ho fatto. Dipendono dalle bolle che si formano nel bagno di sviluppo. Non sto dicendo che le Foma siano fantastiche, ma che quel tipo di problema non gli è imputabile. Se c'erano graffi o buchi sull'emulsione allora il discorso era diverso. Ti posso chiedere quante lastre avevi nella mod54? Perchè mi è venuto il dubbio (non so il perchè però) che questo aumenti o meno le probabilità del problema. A me per esempio mi sono venute su 4 tipi di pellicola sviluppandone 1 x volta ( so che non ha senso per l'economicità, ma l'ho fatto x capire alcune cose). Oppure un altro dubbio è che (non so se è possibile) che la superficie delle Foma sia più idonea a trattenere tali bolle rispetto ad altri tipi di pellicola.


Sent from my iPad using Tapatalk



Advertisement
Avatar utente
alce nero
esperto
Messaggi: 126
Iscritto il: 23/02/2012, 11:30
Reputation:
Località: Roma
Contatta:

Re: cosa è successo?

Messaggioda alce nero » 26/02/2015, 9:11

ciao, le ho provate tutte, con una lastra, con due e con quattro
stesso risultato
comunque, al tatto, le foma sono di legno rispetto per esempio alle fp4


Alessandro

Avatar utente
svarfi
esperto
Messaggi: 240
Iscritto il: 23/11/2010, 19:44
Reputation:

Re: cosa è successo?

Messaggioda svarfi » 26/02/2015, 10:49

Provando ho visto che mi da problemi da 1 a 4 lastre, con 6 nessun problema... Non so se può essere un motivo oppure no... Si le foma sono diverse... Anche come resa !!!


Sent from my iPad using Tapatalk



Avatar utente
Aleksej6
guru
Messaggi: 472
Iscritto il: 14/12/2012, 17:09
Reputation:
Località: Ceriale (SV)
Contatta:

Re: cosa è successo?

Messaggioda Aleksej6 » 26/02/2015, 10:51

alce nero ha scritto:ciao, le ho provate tutte, con una lastra, con due e con quattro
stesso risultato
comunque, al tatto, le foma sono di legno rispetto per esempio alle fp4


Prebagno di 2', rovesciamenti continui per il primo minuto, poi due rovesciamenti per braccio e due sbattute sul tavolo ogni 30', in questo modo ho eliminato il problema delle bolle nelle tank.
Il fatto che siano più dure per me è un vantaggio, si maneggiano meglio.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: cosa è successo?

Messaggioda Silverprint » 26/02/2015, 11:07

Il supporto è irrilevante per quanto riguarda le bolle d'aria.

L'emulsione Foma in effetti è un po' problematica: bagnata si rigonfia molto e diventa assai appiccicosa e delicata. Se vi sono impurità nell'acqua di sicuro vi si appiccicano ed è anche possibile che sia più difficile far staccare eventuali bolle d'aria.
Nel trattarla farei anche molta attenzione alla stabilità della temperatura e magari userei uno bagno d'arresto delicato.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
emigrante
guru
Messaggi: 1246
Iscritto il: 26/11/2012, 21:39
Reputation:
Località: Abruzzo

Re: cosa è successo?

Messaggioda emigrante » 26/02/2015, 11:27

Le poche lastre che ho sviluppato fin ora sono state delle Foma, personalmente non ho mai avuto problemi di bolle d'aria, da considerare che però sviluppo a rotazione. Questo credo possa facilitare l'uniformità del trattamento e l'espulsione dell'aria.

Silverprint ha scritto:.... bagno d'arresto delicato.

Per delicato intendi più diluito o proprio una cosa particolare?

Ciao e grazie.

Marco



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: cosa è successo?

Messaggioda Silverprint » 26/02/2015, 11:29

Acetico o citrico all'1%.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti