Valutazione contrasto negativi

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4820
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Valutazione contrasto negativi

Messaggio da impressionando »

Aleksej6 ha scritto:Può giovare in questi casi una passata nel selenio (dil. 1+3 per 10') per intensificare i neri.
Penso che tu non abbia mai provato a fare 'sta cosa... perchè se avessi provato sapresti che è una cosa non consigliabile e assolutamente inaccettabile nei tempi e nelle quantità.
Le competenze non si acquisiscono googlando ma studiando e provando.



Avatar utente
Aleksej6
guru
Messaggi: 472
Iscritto il: 14/12/2012, 17:09
Reputation:
Località: Ceriale (SV)

Re: Valutazione contrasto negativi

Messaggio da Aleksej6 »

impressionando ha scritto:
Aleksej6 ha scritto:Può giovare in questi casi una passata nel selenio (dil. 1+3 per 10') per intensificare i neri.
Penso che tu non abbia mai provato a fare 'sta cosa... perchè se avessi provato sapresti che è una cosa non consigliabile e assolutamente inaccettabile nei tempi e nelle quantità.
Le competenze non si acquisiscono googlando ma studiando e provando.
Invece lo consiglio proprio perché ho provato. Non acquisisco le competenze su google ma con l'esperienza e corsi di camera oscura presso professionisti che ho fatto in passato. Non conosco invece le tue credenziali. Non ti riconosco alcun titolo per giudicare dall'alto le opinioni altrui. Secondo me sei solo un chiacchierone.

Quanto all'uso del selenio, che io consiglio in questo caso sul negativo al nostro amico, avrai la possibilità di alzare il contrasto generale, in particolare darà evidenza alla texture dei legni, delle foglie con possibilità di poter stampare con una gradazione normale e morbida, ed un risultato molto migliore che non stampando direttamente il negativo a gradazioni più alte. L'ulteriore vantaggio è una maggiore durabilità del negativo. Ho avuto un negativo simile tra le mani e l'ho 'salvato' in questo modo. Comunque basta aprire qualsiasi manuale di camera oscura e troverai l'utilizzo del selenio come intensificatore, si può usare forte (es. 1+3) o anche più diluito.

Avatar utente
Aleksej6
guru
Messaggi: 472
Iscritto il: 14/12/2012, 17:09
Reputation:
Località: Ceriale (SV)

Re: Valutazione contrasto negativi

Messaggio da Aleksej6 »

darkrat ha scritto: La sottoesposizione del secondo negativo potrebbe esserci, avevo infatti il dubbio di aver sbagliato ad impostare la sensibilità sull'esposimetro.

[...]
Non lo vedo sottoesposto, ma esposto correttamente, con tutti i dettagli nelle ombre.

Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1784
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: Valutazione contrasto negativi

Messaggio da isos1977 »

Aleksej6 ha scritto:Secondo me sei solo un chiacchierone.
Moderiamo i toni.

Dare ricette pronte con troppo sicurezza potrebbe fare danni e Paolo ti ha solo fatto notare che la tua risposta è da prendere con le pinze. Francamente farei tesoro delle osservazioni di chi ha molta più esperienza.
"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2986
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Valutazione contrasto negativi

Messaggio da Pacher »

Aleksej6 ha scritto:
impressionando ha scritto:
Aleksej6 ha scritto:Può giovare in questi casi una passata nel selenio (dil. 1+3 per 10') per intensificare i neri.
Penso che tu non abbia mai provato a fare 'sta cosa... perchè se avessi provato sapresti che è una cosa non consigliabile e assolutamente inaccettabile nei tempi e nelle quantità.
Le competenze non si acquisiscono googlando ma studiando e provando.
Invece lo consiglio proprio perché ho provato. Non acquisisco le competenze su google ma con l'esperienza e corsi di camera oscura presso professionisti che ho fatto in passato. Non conosco invece le tue credenziali. Non ti riconosco alcun titolo per giudicare dall'alto le opinioni altrui. Secondo me sei solo un chiacchierone.

Quanto all'uso del selenio, che io consiglio in questo caso sul negativo al nostro amico, avrai la possibilità di alzare il contrasto generale, in particolare darà evidenza alla texture dei legni, delle foglie con possibilità di poter stampare con una gradazione normale e morbida, ed un risultato molto migliore che non stampando direttamente il negativo a gradazioni più alte. L'ulteriore vantaggio è una maggiore durabilità del negativo. Ho avuto un negativo simile tra le mani e l'ho 'salvato' in questo modo. Comunque basta aprire qualsiasi manuale di camera oscura e troverai l'utilizzo del selenio come intensificatore, si può usare forte (es. 1+3) o anche più diluito.
Calma ragazzi!
State parlando di due cose differenti. Paolo penso si riferisca all'utilizzo del selenio in stampa.

Avatar utente
darkrat
guru
Messaggi: 514
Iscritto il: 26/05/2014, 15:23
Reputation:
Località: Lago Maggiore

Re: Valutazione contrasto negativi

Messaggio da darkrat »

C'è da imparare da tutti, grazie. Il viraggio al selenio per la "stampa" è qualcosa che avevo già in mente, con intenzione di procedere però ad alte diluizioni. Non voglio rischiare nè un aumento del contrasto nè una chiusura delle ombre. Con i miei tempi lo approccerò fra un paio di annetti :-)
L'uso del selenio nello sviluppo del negativo invece non sapevo nemmeno che esistesse!

Grazie ancora a tutti. Se qualcun altro ha dei contributi ben venga, ciao
Andrea

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4820
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Valutazione contrasto negativi

Messaggio da impressionando »

Stasera ho voglia di chiaccherare.... :D
...si, avevo inteso il seleniare le stampe ma lo ribadisco anche per i negativi e dato che ho voglia di chiaccherare spiego anche perchè argomentando fregandomenne ALTAMENTE dei corsi di CO ecc....

A tutti penso sia chiaro cosa succeda ad una stampa in selenio 1+3 per 5 minuti.... immaginatevi dieci quindi accantoniamo l'argomento stampe.
Sul negativo...
...ecco qui l'argomento intonazione non interessa nessuno quindi andiamo direttamente a parlare dell'effetto sul negativo del selenio. Come sulle stampe il selenio agisce in modo più evidente sulle parti annerite.... prendono anche le parti parzialmente esposte ma solitamente in modo progressivo e dverso. Ciò significa che se andiamo ad intensificare i neri sul negativo avremo sulla carta dei bianchi più intensi.
Ciò che contesto è che
1) battezzare un negativo fotografato con il telefonino come negativo da seleniare mi pare un azzardo o almeno io non mi sento in grado di garantire con una simile analisi un risultato positivo (solo 1 o 2 persone in questo ambiente potrebbero valutarne l'effetto a priori)
2) Il tempo di 10 minuti ha senso come sparare in aria e sprare di centrare una gallina.
3) Dalle mie funeste esperienza al riguardo posso dire di non aver mai risolto il problema
4) L'utente ha chiesto un consiglio/giudizio di altro genere. La sortita del selenio è OT. Un utente inesperto potrebbe prendere sul serio il consiglio e seleniare diversi negativi prima di capire l'effetto.
5) il trattamento è IRREVERSIBILE e fatto su negativi importanti è deleterio (almeno il consigliarlo).
6) Molto meglio consigliare ad un utente alle prime armi di intestardirsi con la stampa consigliando varie tecniche, almeno può capire i difetti del negativo e non è irreversibile.
7) nella foto in oggetto l'intensificazione dei bianchi andrebbe ancor più a sbilanciare lo scatto verso destra. Io agirei solo sulla stampa e in modo ben diverso.

Rispondi