Il digingranditore di giulio limongelli

Spazio Aperto a qualunque tipo di discussione, idea o proposta non necessariamente legata alla fotografia

Moderatori: etrusco, DanieleLucarelli

Avatar utente
Giuseppe.C
fotografo
Messaggi: 96
Iscritto il: 19/10/2013, 11:40
Reputation:
Località: Torino

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da Giuseppe.C »

L'utilizzo di un 210mm potrebbe esser dovuto al fatto che la fonte sia un ipad retina, la diagonale è di 246mm.
L' iphone 5 retina ha una diaginale di 101mm quindi un 105mm da 6x9 lo copre perfettamente.
Appena vado a stampare provo con l'iphone. Secondo me usa un filtro diffusore, guardando l'ipad tramite un cokin molto lieve effettivamente i pixel risultano meno netti. Come si comporti poi in proiezione è da vedere...
Se così fosse è un accrocchio da far venire i brividi :)



Avatar utente
Giuseppe.C
fotografo
Messaggi: 96
Iscritto il: 19/10/2013, 11:40
Reputation:
Località: Torino

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da Giuseppe.C »

Stampa da iphone 5 retina, la superficie stampata è circa 5,5 volte l'originale sul display, i pixel si cominciano ad intravedere guardando la foto a distanze inferiori ai 40cm, magari usando un ipad che ha un dispaly di maggior dimensione, riducendo l' ingrandimento, si ottiene qualcosa di più dignitoso...
Allegati
IMG_2571.JPG

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5785
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da -Sandro- »

Se ingrandisci (solo) 5.5 volte un negativo 6x6 (che equivale più o meno ad un iphone) ottieni risultati che prendono a calci nelle palle codesto mirabolante "segreto industriale"...

Avatar utente
Marinaio
esperto
Messaggi: 209
Iscritto il: 10/02/2014, 13:53
Reputation:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da Marinaio »

Riprendo questo vecchio topic per capire se ci sono state ulteriori sperimentazioni.

Concordo in linea di massima con chi preferisce una catena analogica, ho pero' in archivio dei file con i quali mi piacerebbe provare a stampare con questa tecnica. Nessuno ha approfondito oltre alle prime prove?
Come avete generato ad esempio i negativi?
Gian Luca Perris

Avatar utente
emigrante
guru
Messaggi: 1252
Iscritto il: 26/11/2012, 21:39
Reputation:
Località: Abruzzo

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da emigrante »

Premesso che non ho mai provato, immagino che risultati migliori si possano ottenere stampando a contatto su di un qualsiasi schermo da pc, accendendo e spegnendo col bottone del monitor.
Se i pixel non si vedono a video no si vedranno neppure sulla stampa.

Ciao
Marco

Avatar utente
vic.thor
esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 02/03/2012, 21:33
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da vic.thor »

Se si deve stampare a contatt tanto vale usare un foglio di acetato tipo pictorico che é molto più maneggevole di un monitor ed offre qualche possibilità in più nella scelta delle dimensioni della stampa.

Avatar utente
emigrante
guru
Messaggi: 1252
Iscritto il: 26/11/2012, 21:39
Reputation:
Località: Abruzzo

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da emigrante »

Avendo a disposizione una buona stampante il negativo su acetato è certamente una buona opzione.

Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 990
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da Ri.Co. »

Avevo già visto tempo fa i video di limongelli e se non ricordo male proprio da NOC mostrava stampe di formato abbastanza generoso. Non penso che se i risultati fossero scadenti NOC avrebbe pubblicato la video intervista mettendoci la faccia.
Se fosse un buon lavoro, avendo la sorgente digitale, potrebbe essere comunque una soluzione interessante per alcune foto da stampare.

Avatar utente
Marinaio
esperto
Messaggi: 209
Iscritto il: 10/02/2014, 13:53
Reputation:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da Marinaio »

Si, non mi interessa la stampa a contatto, uno schermo poi non dara' mai risultati decenti e se devo stampare un internegativo a quel punto stampo direttamente la foto e pace. La stampa digitale e' costosa e difficilissima da calibrare per ottenere risultati solo lontanamente paragonabili a quelli di una stampa analogica.

Ho in mente un processo ancora piu' folle, non so pero' se e' realizzabile! Faro' delle prove prima di sparare idee strampalate.
Gian Luca Perris

Avatar utente
vic.thor
esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 02/03/2012, 21:33
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da vic.thor »

La stampa a contatto con internegativo a me non dispiace e se hai una foto scattata con la digitale e vuoi stamparla su un supporto tradizionale è l'unico modo.
Se riesci a mettere insieme un processo alternativo, per folle che sia, faccelo sapere... :-)

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi