Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2860
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Messaggioda Elmar Lang » 05/11/2015, 17:02

Ed aggiungo una cosa: dopo qualche decennio, ho coronato un mio sogno.

Venerdì scorso, ho acquistato un corredo Gossen Profisix... come nuovo, accessoriato con Profilux; Profiflex; ProfiSpot; ProfiColor ed aggiuntivo "Tele"; il tutto negli imballi originali e con i manuali in Italiano (solo per il ProfiSpot, in Inglese). Preso presso un noto negozio di Milano.
Effettivamente, è un bel po' più efficace del mio "vecchio" Lunalite. Ciò che mi ha fatto decidere per l'acquisto, è stato soprattutto il monumentale ProfiSpot.

Ora, bisognerà usarlo...


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5707
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Messaggioda -Sandro- » 05/11/2015, 18:17

Ti capisco, anche io ho lo stesso corredino, ma devo dirti, in tutta franchezza che il profispot è un cassone ingombrante e poco pratico. Una volta effettuata la lettura devi togliere l'occhio dal mirino e guardare il quadrante dell'esposimetro. In pratica non puoi esplorare il soggetto e valutare le letture sulle varie zone. Quindi è un oggetto inutile, infatti ho poi comprato un Sekonik L-778 (su consiglio di Andrea) ed ho finalmente capito cos'è un vero esposimetro.



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2860
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Messaggioda Elmar Lang » 05/11/2015, 21:34

Vedi... quando eseguissi letture spot, sarebbero a montagne, muri sbrecciati ed altri soggetti poco propensi a muoversi con rapidità superiore ai secoli. Conoscevo la caratteristica del ProfiSpot ed il suo ingombro, che è nulla rispetto alla K-88 o alla MPP Micro-Technical (o, per restar sul leggero, la Rolleiflex).

E poi dai, un Gossen è sempre un Gossen; ed i Profilux e Proficolor, sono accessori assolutamente necessari ed indispensabili... da usare più e più volte al giorno!

Enzo


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4555
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Messaggioda graic » 06/11/2015, 9:42

Questo è vero, come ho letto da qualche parte, non ricordo dove, la Sekonic negli esposimetri è come la Toyota nelle automobili, produce ottime macchine, affidabili e precise ma senza troppo fascino.


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5707
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Messaggioda -Sandro- » 06/11/2015, 11:03

graic ha scritto:Questo è vero, come ho letto da qualche parte, non ricordo dove, la Sekonic negli esposimetri è come la Toyota nelle automobili, produce ottime macchine, affidabili e precise ma senza troppo fascino.


Ehh, ma quando devi buttare via i negativi perché l'esposimetro "affascinante" ha toppato, ti passa la voglia. Per inciso ritengo che i più begli esposimetri della storia siano i Minolta, di cui ho una sterminata collezione (Autometer 1 e 2, Colormeter, Viewmeter 9, Negatime converter, Booster 1, Autospot 1° usato dalla Nasa sulla luna, tutti iperaccessoriati). Ma restano nel cassetto a dimostrare la grande qualità costruttiva di quel tempo, ed esco con il poco fascinoso sekonic, almeno sono sicuro di portare a casa negativi stampabili.



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2860
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Messaggioda Elmar Lang » 06/11/2015, 12:40

Penso che generalizzare additando gli esposimetri Gossen come apparecchi che "toppano" o che forniscono dati non utili ad ottenere negativi stampabili, sia un pochino eccessivo. Gossen è un po' il sinonimo di esposimetro, come lo fu Metrawatt, che tra l'altro produceva i LeicaMeter. Sono certissimo che i Sekonic siano eccellenti esposimetri. Credo anche che più che affascinante, un accessorio debba essere tale da farci "trovare" in sintonia con esso; il resto, rimane all'opinione personale determinata dall'esperienza, sempre personale.

Il mio primo esposimetro spot fu il sovietico Rapri che -pur nella sua logica assai curiosa (e lo spropositato impiego di pile PX-625)- era un discreto strumento, efficiente e compatto; poi, avuta l'occasione, comprai un usatissimo Soligor Spotsensor-II, del quale non posso che dirne bene.

L'esposimetro "generico" che usai di più fu il Lunalite: efficientissimo, precisissimo, solido, semplice e dotato di batterie reperibili dovunque.

Divertente il paragone tra Sekonic e Toyota: di questa casa automobilistica, dopo una vita con le Fiat (la 126 e poi alcune Panda d'antan) sono alla mia seconda Toyota: con la prima ci feci oltre 370.000 km. senza guasti; con la seconda, sono già a 120.000 e pure abbastanza soddisfatto. Per me l'auto è un mezzo di trasporto e deve svolgere questo compito al meglio possibile. Circa l'estetica ed il fascino d'un'auto, per me basta che sia meglio della Trabant o della Wartburg.

Buon pomeriggio,

Enzo


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5707
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Messaggioda -Sandro- » 06/11/2015, 15:39

Non ho detto questo, Enzo, me ne guardo bene, ancor oggi il mio esposimetro generico preferito è il profisix per la sua enorme praticità e versatilità.
Ma se devi fare una lettura di zone con il profi spot, il leva, metti, guarda, annota, leva, metti, guarda, annota è probabilissima causa di errore, non per difetto intrinseco dello strumento, ma per la sua notevole spraticità.
Aggiungo anche che il mirino del profi-spot è maledettamente buio, rispetto a quello del sekonic, e se la luce è poca, il tedio aumenta ancora di più.
Ciononostante anche io ho un corredo completo Gossen, compreso il profi-flash2 che è notevole, ma che è stato mandato in pensione dal sekonic, che è ben più pratico (anche in questo caso)



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4555
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Messaggioda graic » 06/11/2015, 16:52

Però la Toyota fabbrica le Lexus, di cui io sono follemente innamorato, ho ceduto la mia IS di 14 anni e 250.000Km e la rimpiango ancora, magari il L-778 è il modello "lexus" di Sekonic .
A proposito di Sekonic ho fatto di recente un ritrovamento interessante L-158 "auto lumi" al selenio del peso di pochi grammi, molto piccolo, livrea nera e scala bianca, di aspetto praticamente nuovo, perfettamente funzionante (controllato per confronto con minolta spot meter e Gossen Lunalite) ovviamente va in crisi con luci basse, ma è il compagno ideale per una piccola folding.


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4764
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Esposimetro: Gossen Lunasix 3 vs F

Messaggioda impressionando » 06/11/2015, 22:03

Sekonic è il giusto compromesso tra ergonomia mentale e praticità; sembra fatto da uno che li usa.
Gossen è l'opposto..... basta provare lo splendido spot master per rendersi conto della differenza concettuale.
Chi riesce ad usare "agilmente" lo spot master è uno avanti.

Non partiamo con i campanilismi automobilistici.....
...per noi uomini è come parlare di donne...
....la mia NON Toyota l'ho data via con 680.000 ed il commerciante che l'ha ritirata l'ha rivenduta. Avviamenti perfetti con -20 e gasolio non artico. Mai fatto nulla se non cambiare olio ogni 40.000 e le lampade degli stop che subivano il cambio automatico. Pure la batteria non m'ha mai lasciato.





  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti