Saluto e mi presento...

Sei un fotografo, un appassionato o semplicemente una persona che vorrebbe cimentarsi nel fantastico mondo della fotografia analogica? Presentati qui ed esponi le tue idee, le tue curiosità, i tuoi lavori e le tue esperienze.

Moderatore: etrusco

Avatar utente
ilsignoreinesistente
appassionato
Messaggi: 20
Iscritto il: 23/01/2016, 19:02
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Saluto e mi presento...

Messaggioda ilsignoreinesistente » 27/01/2016, 15:02

Un saluto a tutti gli utenti!
Mi chiamo Michele e sono uno scarsissimo fotoamatore... Da un paio di mesi ho tirato fuori dalla scatola, nella quale giaceva, la mia vecchia Canon AE-1 program, e sto ricominciando a scattare su pellicola, rigorosamente b/n.
Ovviamente il passo successivo sarà quello di stampare (lo sviluppo lo lascerò ad un laboratorio), anche perché il ritorno all'analogico mi ha già dato ispirazione per un progettino. Per cui mi sono iscritto qui per usufruire dei preziosissimi consigli che saprete (e spero vorrete) darmi.
L'acquisto dell'occorente sarà il primo e fondamentale passo, perciò tra non molto vedrete apparire nella sezione adeguata qualche mia richiesta di info... So che la sezione ingranditori è piena zeppa di richieste simili, ma data la mia ignoranza faccio fatica a muovermi tra gli annunci in internet perché non so cosa fare!
Per ora, comunque, mando un salutone a tutti...e a presto! :)



Advertisement
Avatar utente
andynaz
esperto
Messaggi: 141
Iscritto il: 31/07/2015, 12:17
Reputation:
Località: Roma

Re: Saluto e mi presento...

Messaggioda andynaz » 27/01/2016, 15:04

Benvenuto! :)



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Saluto e mi presento...

Messaggioda Silverprint » 27/01/2016, 15:59

Benvenuto.

ilsignoreinesistente ha scritto:(lo sviluppo lo lascerò ad un laboratorio)


Forse sarebbe meglio il contrario. Fare fin da subito i negativi e in un secondo tempo la stampa.
Difficilmente i normali laboratori riescono a dare negativi appena accettabili. Si salvano solo pochissimi laboratori davvero artigianali (e anche, giustamente, costosi).


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
ilsignoreinesistente
appassionato
Messaggi: 20
Iscritto il: 23/01/2016, 19:02
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: Saluto e mi presento...

Messaggioda ilsignoreinesistente » 28/01/2016, 11:46

Forse sarebbe meglio il contrario. Fare fin da subito i negativi e in un secondo tempo la stampa.
Difficilmente i normali laboratori riescono a dare negativi appena accettabili. Si salvano solo pochissimi laboratori davvero artigianali (e anche, giustamente, costosi).


In realtà, viste le mie velleità in qualità di fotografo, preferirei lasciare lo sviluppo all'esterno... Ci sono due negozi/laboratori storici dove vivo che fanno uno sviluppo discreto. In uno si riforniva mia papà negli anni '70 quando fotografava (indovinate chi mi ha passato la passione? :D ).
Ricordo bene quando da piccolo ci chiudevamo in bagno a stampare foto... L'ingranditore che usava e che ho provato anch'io qualche anno fa, era un Durst F30, purtroppo andato perso durante un paio di traslochi... :(
Il mio budget per il materiale è molto ridotto, sia per ragioni "contingenti", sia perché vorrei tenere la stampa in regime di prova. Se poi dovessi appassionarmi molto potrei pensare all'acquisto di materiale performante. Ma per ora...



Advertisement
Avatar utente
pazifico
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 16/12/2014, 23:20
Reputation:
Località: veneto
Contatta:

Re: Saluto e mi presento...

Messaggioda pazifico » 28/01/2016, 11:57

Guarda che sviluppare è molto più semplice e facile di quello che si pensa (sviluppare bene è un altro discorso)
Poi seguire tutta la filiera dall'inizio alla fine ha tutt'altro sapore.
Oltre al fattore economico


I grandi cammini si fanno a piccoli passi

https://www.flickr.com/photos/pazifico/

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2253
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Saluto e mi presento...

Messaggioda ammazzafotoni » 28/01/2016, 12:16

Ciao

Ho iniziato a sviluppare da pochissimo dopo quasi un annetto di sole stampe (e sviluppo fatto fare dal "fotografo") e, confermo, sviluppando da sé, superati i patemi iniziali non è "difficile" (con le summenzionate premesse che poi "farlo bene" è un'altro paio di maniche) ottenere negativi decenti e non rovinati (questa è la paura di fondo).

Anche io quindi, dal basso della mia noobezza, con l'ovvio senno di poi e non immemore della forza che mi ci volle per fare il grande passo, ti consiglio di sviluppare da subito; risolveresti così immediatamente il fattore budget e i soldi risparmiati potrebbero andare all'acquisto del resto del materiale.
Per lo sviluppo in fondo tutto ciò che ti serve è una tank e due mollette da bucato, oltre ai chimici ovviamente, buona parte dei quali però sono comuni anche alla stampa; come detto, poi, ti ritroverai a poter ottenere i risultati adatti a ciò e a come hai scattato, in quanto non è assolutamente detto che "il fotografo" ti sviluppi i negativi per farli rendere a meglio, ovvero ciò, anche volendo, è impossibile, senza conoscere le condizioni di scatto e il risultato che vorrai ottenere.
Ultima modifica di ammazzafotoni il 28/01/2016, 14:24, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
ilsignoreinesistente
appassionato
Messaggi: 20
Iscritto il: 23/01/2016, 19:02
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: Saluto e mi presento...

Messaggioda ilsignoreinesistente » 28/01/2016, 12:33

pazifico ha scritto:Guarda che sviluppare è molto più semplice e facile di quello che si pensa (sviluppare bene è un altro discorso)
Poi seguire tutta la filiera dall'inizio alla fine ha tutt'altro sapore.
Oltre al fattore economico

Sono d'accordo che è bello seguire tutto... Ma cercando un po' in rete mi è sembrato che sviluppare non fosse poi tanto semplice. :-s



Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2253
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Saluto e mi presento...

Messaggioda ammazzafotoni » 28/01/2016, 14:18

Sviluppare è praticamente semplice. Bisogna solo riempire, aspettare, agitare, svuotare. E' più difficile stampare se è per questo.
Perlopiù invece è rischioso, visto che o la va o la spacca, mentre con la stampa non si rischia nulla (a parte i nervi...).
Bisogna però essere rigorosi nel rispetto delle grandezze fisiche coinvolte ed affidarsi alle "ricette" giuste, delle quali sono ancora all'inizio della sperimentazione; ma per questo, per cominciare da una base certa, esistono i bugiardini e i technical datasheet.



Avatar utente
ilsignoreinesistente
appassionato
Messaggi: 20
Iscritto il: 23/01/2016, 19:02
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: Saluto e mi presento...

Messaggioda ilsignoreinesistente » 29/01/2016, 12:45

Grazie! Sì, penso proprio che mi muoverò nella direzione che mi consigliate... Cioè seguire tutto il procedimento dall'inizio alla fine.



Avatar utente
etrusco
moderatore
Messaggi: 4635
Iscritto il: 08/12/2009, 12:16
Reputation:
Località: Viterbo
Contatta:

Re: Saluto e mi presento...

Messaggioda etrusco » 30/01/2016, 16:36

Benvenuto

Confermo: sviluppare è più facile ed economico dello stampare.

Per stampare ti serve una CO, ingranditore, bacinelle, chimici, carta da stampa , marginatore e molto altro ... Per sviluppare ti servono molte meno cose


ImmaginePssss, Hei! ... Ti sei ricordato di registrare la tua camera oscura su darkroom locator?

Alessandro "etrusco" De Marchi - @trovarigenerati - @trovareflex - @trovaregalodonna



  • Advertisement

Torna a “Presentazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite