Dubbio su proporzioni chimici.

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Zenit photosniper
esperto
Messaggi: 248
Iscritto il: 14/03/2015, 0:26
Reputation:

Dubbio su proporzioni chimici.

Messaggioda Zenit photosniper » 21/02/2016, 22:32

Probabilmente è un argomento già dibattuto, tuttavia non sono stato abbastanza bravo nel trovarlo.

La mia è una domanda piuttosto semplice: avendo una tank Paterson adatta per tre spirali, ed avendo diversi rullini di diverse tipologie da sviluppare, posso prepararmi in bottiglie apposite le soluzioni di Stop e Fix adatte per lo sviluppo contemporaneo di tre rulli ed utilizzarle anche per due o uno solo? (ho una decina di Fp4 e HP5 da sviluppare in serie, ma solo un paio di Fp4 e Tmax ad esempio)

So per certo che non è possibile per lo sviluppo (ed in ogni caso l'ars-imago Fd non essendo riutilizzabile lo preparo all'occasione), ma non ho idea se per lo Stop o soprattutto il Fix potrebbe essere un problema.

Grazie per l'attenzione.



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 4816
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Dubbio su proporzioni chimici.

Messaggioda -Sandro- » 21/02/2016, 22:44

Certo, basta verificare attentamente quale sia il volume da usare per coprire solo una oppure due spirali. Puoi anche usare il volume massimo, ma è uno spreco.



Avatar utente
Zenit photosniper
esperto
Messaggi: 248
Iscritto il: 14/03/2015, 0:26
Reputation:

Re: Dubbio su proporzioni chimici.

Messaggioda Zenit photosniper » 21/02/2016, 23:10

Avendo ancora tanti rullini da sviluppare (per alcune tipologie più di tre, per altri rullini solo uno o due) preferisco prepararmi in bottiglia l'equivalente di Fix e Stop per tre rullini e poi utilizzarlo tutto (quindi il volume massimo) anche nel caso dovessi stampare soltanto uno o due rullini. Mi eviterebbe di perdere tempo e usare altre bottiglie. E' ovvio che solo per un rullino sarebbe una perdita di tempo, ma avendone più di una decina da fare l'idea sarebbe comunque di buttare il tutto dopo la sessione di sviluppo.

Il mio dubbio era solo relativo al sapere se non vi erano differenze (eccetto per quanto riguarda spreco e utilizzo inutile di materiale) a sviluppare un solo rullino o al massimo due utilizzando il volume massimo e non quello minimo ;)

Ovviamente accoppio solo rullini dello stesso tipo e starò più attento allo stato del Fix dopo lo sviluppo delle pellicole T-grain (ricordo bene che potrebbero "sporcarlo" cambiandone il colore o comunque tendono ad esaurirlo prima?)



Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 1902
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Dubbio su proporzioni chimici.

Messaggioda ammazzafotoni » 22/02/2016, 11:12

La domanda è: vuoi sviluppare più rullini in modo identico?
Perché non è detto che potresti volerlo fare anche se sono uguali se le condizioni di scatto sono diverse.
Quel che ho letto per certo, e che è anche intuitivo, è che il chimico "si consuma" prima se agisce su più rulli insieme, e che i rulli sviluppati assieme, a parità di condizioni (a parte il volume totale del liquido), non saranno identici a sé stessi se sviluppati da soli.
Bisognerebbe fare dei test (che io ancora debbo fare...).
Ah, per inciso, sui Bugiardini i tempi sono divisi per small e large tank, con l'indicazione dei ml; suppongo siano già corretti per la superficie tipica di pellicola esposta.
Ultima modifica di ammazzafotoni il 22/02/2016, 14:19, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Zenit photosniper
esperto
Messaggi: 248
Iscritto il: 14/03/2015, 0:26
Reputation:

Re: Dubbio su proporzioni chimici.

Messaggioda Zenit photosniper » 22/02/2016, 11:46

Torno da diversi mesi passati all'estero, e torno con una ventina di rullini felicemente consumati.

Uso prevalentemente Ilford Fp4 e HP5, tuttavia in alcune situazioni ho preferito utilizzare prodotti diversi (Panf, Trix, Neopan Acros ecc...).
Solitamente ho sempre preferito sviluppare singoli rullini, qui tuttavia ne risulterebbe un lavoro troppo lungo e complicato... ecco perché ho deciso di utilizzare la mia tank paterson per l'intero volume (utilizzando quindi tutte e tre le spirali contemporaneamente caricate di rullini dello stesso tipo).

Ovviamente lo sviluppo lo preparo sempre fresco, lo stop e il fix invece li riutilizzo (magari non ci faccio tutti e venti rullini ma di sicuro più di uno).
Per la conservazione dei prodotti uso tre bottiglie di plastica: quella dello sviluppo la preparo al momento e poi la smaltisco poiché non riutilizzabile.

Quelle dello stop e del fix sono pronte all'occorrenza direttamente con il quantitativo del volume massimo (così durante il lavoro mi viene semplice versare tutto nella tank e poi riempire nuovamente con l'ausilio di un imbuto).

Il problema che mi ponevo riguardava alcuni rullini (es. pan f 50) che posseggo non in numero sufficiente a usare tutte le spirali (posseggo solo due rullini a fronte di tre spirali). In tal caso volevo comunque utilizzare lo stop e il fix in volume adatto a tre spirali (stesse proporzioni ma 900Ml circa a fronte di 600Ml necessari).

Credo non vi siano controindicazioni eccetto uno spreco di prodotto (che nel mio caso è relativo poiché lo utilizzerei anche per altri film e poi a fine sessione lo butterei comunque), tuttavia, prima di cimentarmi in qualcosa per me di nuovo volevo chiedere comunque a voi più esperti.



Avatar utente
_Alex_
esperto
Messaggi: 113
Iscritto il: 24/11/2015, 20:08
Reputation:
Località: Genova

Re: Dubbio su proporzioni chimici.

Messaggioda _Alex_ » 22/02/2016, 14:10

Nelle tank Paterson ci vogliono 290ml di chimico diluito (nel senso già preparato per l'uso) per ogni spirale da coprire, quindi per 2 spirali 580ml, per 3 spirali 870ml.

Nelle istruzioni Kodak relative allo sviluppo è indicata sia la quantità minima di chimico stock di sviluppo per ogni rullo, sia il consiglio di abbondare rispetto al minimo per garantire che il processo si concluda correttamente.

In linea di massima puoi arrotondare a 300ml di chimico diluito se sviluppi 2 rulli, così copri le spirali per intero e ti avanza qualcosa per evitare che l'agente si esaurisca, mentre per 3 spirali hai meno margine di manovra, perché la tank si riempie fino all'orlo, quindi considera qualcosa tipo 885ml (ho stimato, non misurato, ma anche io uso tank e spirali Paterson e più o meno il margine che hai è quello, un pò pochino).

Per il bagno di stop uso il Fomadon, che cambia colore quando esausto, mentre per il fix faccio sempre il test della coda, se fallisce preparo altro chimico diluito e rifaccio il fissaggio subito.

Non ho mai trovato scritto in nessun manuale nè bugiardino che pellicole IN BN prodotte da marchi differenti non debbano essere sviluppate assieme, mentre per quelle COLORE si, sia nel bugiardino Rollei, sia nelle istruzioni della Cpe-2, quindi l'unica discriminante per sviluppare assieme i rulli bn è il tempo, ovviamente con pellicole esposte con contrasto uguale o molto vicino e tutti i parametri di sviluppo uguali (diluizione, temperatura, agitazioni).



Avatar utente
Zenit photosniper
esperto
Messaggi: 248
Iscritto il: 14/03/2015, 0:26
Reputation:

Re: Dubbio su proporzioni chimici.

Messaggioda Zenit photosniper » 22/02/2016, 20:11

Non ho mai trovato scritto in nessun manuale nè bugiardino che pellicole IN BN prodotte da marchi differenti non debbano essere sviluppate assieme


Ma infatti evito di farlo non per via del marchio o modello diverso ma soltanto poiché il tempo di sviluppo non coincide ;)

Nelle tank Paterson ci vogliono 290ml di chimico diluito (nel senso già preparato per l'uso) per ogni spirale da coprire, quindi per 2 spirali 580ml, per 3 spirali 870ml.
devo ammettere che un po' per semplicità un po' per approssimazione ho arrotondato a 300 e utilizzato 900Ml di prodotto per tre spirali. Con la mia precedente tank Paterson questa approssimazione non è sembrata essere eccessiva; la tank non era piena fino all'orlo, le agitazioni si effettuavano correttamente e i negativi erano buoni. Ora che ne ho acquistata una nuova ci farò più attenzione ;)

Grazie a tutti per i consigli.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 3 ospiti