presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Spazio Aperto a qualunque tipo di discussione, idea o proposta non necessariamente legata alla fotografia

Moderatori: etrusco, DanieleLucarelli

Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 2124
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da NikMik »

Cari amici, sono venuto in possesso della registrazione della presentazione di un nuovo prodotto della Hawaiifilm; una mia amica ha tradotto dal giapponese. Ve ne offro la trascrizione:

Ora vi presenteremo una nostra nuova meravigliosa macchina fotografica digitale della nostra marca Hawaii-film: la H-cro-2.
Cercheremo di convincervi a comprarla, anche se costa moltissimo.
Ha un sensore ottimo, processori potentissimi e software fantastici, sì. Ci sono anche ottiche di eccellente qualità, fatte da noi. Fa fotografie praticamente al buio. Ma tutto questo succede anche ad altre macchine fotografiche della concorrenza, non è su questo che vogliamo perder troppo tempo.

Ci sono altri buoni motivi per comprarla: possiede innovazioni mai viste in un corpo fotografico:
Ha un mirino ottico! Ed è trasparente alla luce! Ci si può vedere la vera realtà! Metterci anche un telemetro per la messa a fuoco sarebbe stato troppo, ancora la tecnologia non è matura per questo. Lo metteremo nella nostra prima full-frame, fra qualche anno (è già tutto previsto), e solo per questo dettaglio la faremo pagare 1000 euro in più (noi un si frigge mica con l'acqua, sapete?) Perciò ora il telemetro ve lo abbiamo simulato con un software complicatissimo. Ma sembra quasi vero, ve lo assicuriamo!
La Cro-2 ha anche delle vere ghiere (zigrinate!) per diaframmi, tempi e staratura dell'esposizione. Un inedito assoluto nella fotografia.
E si può mettere a fuoco manualmente! Un altro traguardo avanguardistico, ci abbiamo messo anni per perfezionarlo.

Ma il piatto forte è un altro.
Parliamo un po' del nostro nome. Avete notato che c'è la parola "film"? Sapete cos'è? No? È la pellicola, zucconi! Noi (mi scappa da ridere...) siamo uno dei più antichi e rinomati produttori di pellicole. Se si trovano ancora in commercio? MA CHE C'ENTRA QUESTO? [ bisbiglia sottovoce a un body guard: fate tacere quello là in seconda fila, per piacere...].
Ora seguite il discorso, le domande dopo.
Avendo raggiunto nel campo delle pellicola la quasi-perfezione, non c'è bisogno di ricerca e sviluppo. Avremmo potuto mantenere per la nicchia del mercato analogico le nostri migliori pellicole, che i nostri clienti (tenacetti e ostinati, devo dire) continuano a comprare: la Hawaii-Cro400-H, la Vulvia 50, la Prostia 100, la Geopan 400 e la Atoss 100. Questo avrebbe mantenuto al lavoro diverse centinaia di persone, più un indotto in tutto il mondo, e avrebbe mantenuto alto il nostro nome e la nostra illustre tradizione. Un po' come la Leica che produce ancora fotocamere a pellicole. E poi, certo, la Kodak, direte voi, si è rovinata col digitale, aveva il settore pellicole in bianco e nero in attivo. I numeri di un tempo non torneranno più, ma ci si guadagna (certo non fantastiliardi) in modo abbastanza sicuro. I nostri veri guadagni ce li saremmo sudati, come cerchiamo di fare, col digitale.
Ma noi invece abbiamo avuto un'idea geniale: siccome con le macchine digitali non ci guadagniamo abbastanza (o almeno non tanto quanto avremmo sperato), il nostro obiettivo è far smettere quel piccolo fastidioso branco di tenaci fissati di usare le nostre pellicole e di far passare anche loro al digitale. Loro infatti sono dei veri fissati ed esperti della fotografia, e con i fissati esperti ci si guadagna sempre.
Per far questo, abbiamo a disposizione un bastone e una carota.

Cominciamo dalla carota.
Seguite il ragionamento: noi sappiamo fare benissimo le pellicole, abbiamo moltissima esperienza in questo, non ci batte quasi nessuno. Vero? Quindi, lo ammetterete, sappiamo benissimo come funzionano le nostre pellicole. Ecco allora che abbiamo messo nelle Hawaii-Cro-2 un software complicatissimo che simula il comportamento delle nostre pellicole. Così non dovrete più comprare pellicole !!!! Capito? Sì, lo so, sembra contorto: per ottenere un risultato che ricordi pellicole che sono ancora in produzione vi chiediamo di NON comprare quelle pellicole, ma di comprare una macchina costosissima che le imita... Un po' come chiedere a qualcuno che vuole un pollo arrosto di comprare un complicatissimo sformato di seitan che, grazie a un miliardo di aromi artificiali, ricorda moltissimo il sapore del pollo arrosto... La nostra Cro-2 imita perfettamente la Atoss 100, le Vulvia, le Hawaii 400-cro-H, ecc. E inoltre avrete a disposizione anche un software che imita l'effetto della grana! Con DUE funzioni: POCA grana e MOLTA grana!
Ma vedo che scuotete la testa un po' scettici...

Mi vedo costretto a usare il bastone.
Siccome sapevamo che eravate dei brutti bastardi ostinati maledetti, allora abbiamo deciso di punire la vostra stupida fedeltà ai nostri prodotti aumentando il loro prezzo in modo costante e sconsiderato, mandandoli fuori mercato. Voglio proprio vedere se comprerete un rullino di Vulvia 50 a 23 euro l'uno!!! UAH! UAH! UAH! A quel punto smetterete di comprarli, perché vi converrà molto di più comprare una Hawaii H-Cro ogni tre anni (nostro vero obiettivo) che rifornirvi per lo stesso periodo delle nostre pellicole. Noi licenzieremo un ballino di persone, diminuiremo i nostri costi e anche se solo una piccolissima parte di voi passerà alla nostra digitale, aumenteremo comunque i nostri guadagni. Gli altri si fottano. Così, cari clienti analogici, imparerete cosa vuol dire esserci fedeli! Esserci fedeli non vuol dire comprare per decenni i nostri prodotti, ma vuol dire cambiare abitudini di consumo come garba a noi e quando garba a noi.
E siccome mi avete fatto incazzare, per punizione vi tolgo subito la FP-100, che da qualcuno di voi era tanto amata. Con la Geopan l'avevamo fatto già, ma non vi era bastato per capire l'antifona; avete pure protestato.
Tiè.



Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
Matteo Virili
guru
Messaggi: 482
Iscritto il: 08/05/2014, 16:04
Reputation:

Re: presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da Matteo Virili »

Sei un grande... stima assoluta! :D

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 6414
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova

Re: presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da -Sandro- »

Accademia della crusca docet...

Avatar utente
ghiro1985
guru
Messaggi: 555
Iscritto il: 25/09/2013, 17:54
Reputation:
Località: trottola tra Valcamonica e Monza

Re: presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da ghiro1985 »

Hehehe...Il "noi un si frigge mica" sono sicuro sia una traduzione letterale dal giapponese , vero?!
Amare risate purtroppo


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
davdesmo
esperto
Messaggi: 215
Iscritto il: 22/04/2012, 23:27
Reputation:
Località: Giusto di fronte ad un vulcano apparentemente tranquillo...

Re: presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da davdesmo »

Non so se ridere o piangere...
Proverò a ridere con le lacrime agli occhi... :D

vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da vngncl61 II° »

Bah, senza dubbio il "comunicato" è divertente, ma lontanissimo dalla realtà. Se veramente pensate che aumentino i prezzi delle pellicole colore per "costringervi" a comprare il digitale, siete su un altro pianeta, di un'altra galassia.
A loro, interessa far soldi, tanti soldi, non interessa se con i pixel o con i granuli d'argento, se i soldi che arrivano son pochi, o aumentano i prezzi, o dismettono, ed amen. Si chiama economia di mercato, non l'ha inventata la Fuji.
La applicano per tutto e dappertutto, quello che "tira" merita d'andar avanti, il resto ... sticazzi, le pellicole colore appartengono agli sticazzi, non solo di Fuji, anche di qualche miliardo di persone che fino a ieri l'altro ci "passava le ferie", adesso usano l'aifon e il galacsi, e manco sanno che ...azzo siano i pixel, come prima non sapevano che ...azzo fossero gli alogenuri ed i copulanti.
Così va il mondo, e va bene a tutti, analogici compresi ;)
Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 3022
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da Pacher »

Bellissimo, potresti continuare la fantastoria e farci un libro. Mi ricorda un po' lo stile di Benni...
Ciao

Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 2124
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da NikMik »

Pacher ha scritto:Bellissimo, potresti continuare la fantastoria e farci un libro. Mi ricorda un po' lo stile di Benni...
Ciao
Non so come potrebbe andare avanti il libro...
...vagheggiare un impossibile e utopico ritorno all'analogico stile buoni sentimenti? Frotte di adoloscenti a trastullarsi con le bacinelle ?
... narrare la fine dell'ideologia del dio quattrino e del dio libero mercato e un ritorno all'idea che la produzione di cose sia al servizio delle persone che le usano e non SOLTANTO ad arricchire chi le produce?
... sottolineare l'importanza democratica della sopravvivenza, tutela e rispetto delle nicchie di ogni tipo (artistiche, culturali, linguistiche. etniche, religiose, ecc.) ?
... far notare che secondo la legge del mercato nella sua attuale verisone neoliberista (che è una sorta di spietata selezione tipo neodarwinismo sociale) si può vendere il battistero di Firenze all'asta (tanto il suo mantenimento è un costo e non ci si guadagna), e consentire che lo radano al suolo e ci facciano un ipermercato. Qualche stanza degli Uffizi già l'hanno affittata per feste della jet set con le troione di regime.
... il manager d'assalto che capisce alla fine, folgorato dalla visione delle foto e della Leica di Cartier-Bresson o del vetustissimo banco ottico di Sally Mann, che non tutto nella vita umana è merce, e che il profitto ad ogni costo non è lo scopo della vita ? Il manager pentito che lotta alla fine per inserire nella costituzione giapponese l'articolo di quella italiana che dice che l'iniziativa economica è libera, ma DEVE tradursi anche in un beneficio per la collettività ?
Tutto patetico, stile libro Cuore, roba debole... dammi qualche idea!
Il mio convincimento è che, data l'importanza della storia della cultura del Novecento, produrre pellicole è un'attività culturale che andrebbe protetta e sostenuta. Lo facciamo (o lo fanno in Europa) con certe produzioni agricole di nicchia. Perché se lo si fa con il cece sumero (dico per dire) o il farro metopontino, non lo si può fare con la pellicola? La diversità in altri ambiti è considerata una ricchezza da proteggere e quando necessario la si tutela. In Francia i piccoli cinemi di quartiere sono protetti e sostenuti; non danno guadagni a nessuno, ma non si permette che muoiano. Non è come produrre lattine. E anche essere uno dei più grandi produttori al mondo di pellicole comporta responsabilità etiche. Non tutto deve essere soggetto alla legge del mercato. Semplicemente perché la legge del mercato non è una legge della natura. È una nostra invenzione che ci è sfuggita di mano e che, con la promessa di renderci liberi, ci ha reso schiavi. Poco a poco ha pervaso ogni aspetto della nostra vita, financo la nostra salute. Siamo liberi di vivere secondo altri valori. La legge del mercato non è la volontà di Zeus. NON TUTTO è merce. NON TUTTO deve produrre ubn guadagno spropositato. Per tenere in vita un pezzo della cultura dell'uomo ci si può anche accontentare, in un piccolo settore, di guadagni normali, pur di tenere in vita una storia, una tradizione, e dare rispetto e riconoscenza a milioni di clienti.
Ultima modifica di NikMik il 05/03/2016, 17:02, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
adrian
guru
Messaggi: 654
Iscritto il: 12/06/2015, 15:16
Reputation:

Re: presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da adrian »

scemo chi se la compra quella cassa da morto della cro 2 a 1800 euro, quando c'e' la cro 1 che fa le stesse foto e ne costa 400 :D

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10726
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: presentazione nuovo prodotto della Hawaii-film

Messaggio da chromemax »

Comincia col fare una petizione per eliminare il premio nobel per l'economia

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi