Doppia esposizione?

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco


Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11658
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Doppia esposizione?

Messaggioda Silverprint » 19/05/2016, 9:38

Ciao Pier,

Perché pensi siano doppie esposizioni? :-\


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2253
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Doppia esposizione?

Messaggioda ammazzafotoni » 19/05/2016, 9:53

Ciao

Non capisco cosa intendi...
Pensi che i protagonisti in silhouette siano sovra-impressi da un altro negativo?



pasukaru85
esperto
Messaggi: 170
Iscritto il: 22/03/2013, 7:30
Reputation:
Località: San Francisco

Re: Doppia esposizione?

Messaggioda pasukaru85 » 19/05/2016, 10:32

scusate, ma leggendo di questa tecnica sempre in inglese ho tradotto una cosa per un'altra... e davvero non lo so da dove sia uscita la doppia esposizione, chissa' a che pensavo.
Vorrei sapere se si tratta di "split grade printing"... 8-}



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11658
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Doppia esposizione?

Messaggioda Silverprint » 19/05/2016, 10:45

Ah ecco!

Non si può vedere dalle stampe, comunque direi di no per vari motivi.
Le stampe di HCB possono essere precedenti l'uso diffuso delle carte a contrasto variabile.

Ho assistito alle stampe di alcune sue cose presso il laboratorio Picto Bastille a Parigi dove HCB ha stampato negli ultimi suoi anni. Le stampe recenti sono su Ilford MG-IV e la manipolazione è ridotta al minimo perché HCB avrebbe desiderato che proprio non fosse fatta.

In un laboratorio professionale non si usa la stampa split.

La stampa split è molto di moda negli U.S. poiché è una procedura, vale a dire che si può realizzare una stampa col contrasto giusto anche se non si capisce come funziona il contrasto. È una procedura semplice, in effetti, poiché consente di arrivare ad una stampa di lavoro in 3 mosse... ma il problema viene dopo, perché una stampa finale ben realizzata richiede vari interventi e una modulazione dei toni per zone che con la stampa split si può fare solo con molto più lavoro e meno precisione.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

pasukaru85
esperto
Messaggi: 170
Iscritto il: 22/03/2013, 7:30
Reputation:
Località: San Francisco

Re: Doppia esposizione?

Messaggioda pasukaru85 » 19/05/2016, 10:57

Grazie Andrea. Il dubbio mi venne vedendo che in molti casi il soggetto ha un esposizione maggiore rispetto al resto della scena, rendendolo quasi staccato. Scartai la bruciatura perche', in molti casi, non riuscivo a vedere nessun alone di bruciatura o mascheratura nella foto. Come mai nei laboratori professionali non si usa la stampa split?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11658
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Doppia esposizione?

Messaggioda Silverprint » 19/05/2016, 10:59

Ho aggiornato la risposta precedente.

Comunque mascherature e bruciature fatte bene NON si vedono!

Il soggetto stacca per varie ragioni: inquadratura, fuoco, esposizione, pellicola, trattamento, stampa... insomma niente di speciale, solo gente abbastanza brava al lavoro. ;)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

pasukaru85
esperto
Messaggi: 170
Iscritto il: 22/03/2013, 7:30
Reputation:
Località: San Francisco

Re: Doppia esposizione?

Messaggioda pasukaru85 » 19/05/2016, 11:12

Ok, chiaro. Ero anche curioso riguardo alla stampa split perche' vidi Tim Rudman che ne faceva uso. Comunque, ho visto che tu cambi il contrasto localmente, diverse volte sulla stessa stampa a seconda delle luci. Quella tecnica ha un nome in particolare?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11658
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Doppia esposizione?

Messaggioda Silverprint » 19/05/2016, 11:16

No, non ha un nome particolare. È solo l'uso delle possibilità delle carte Multigrade: regolazione per zone del contrasto.

Comunque non lo regolo "per le luci", cioè non solo. Se pensassi solo a tenere a bada le luci potrei anche usare la stampa split. ;)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

pasukaru85
esperto
Messaggi: 170
Iscritto il: 22/03/2013, 7:30
Reputation:
Località: San Francisco

Re: Doppia esposizione?

Messaggioda pasukaru85 » 19/05/2016, 11:31

Vidi il video un po' di tempo fa' e ricordo che mettesti un contrasto piu' basso in un'area per via di alcuni raggi di sole che filtravano da dietro un albero di olivo, per questo motivo ho pensato per prima cosa alle luci. Ti ringrazio per le dritte.





  • Advertisement

Torna a “Tecniche fotografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti