Stampe.... Dove le asciugo....

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 799
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Stampe.... Dove le asciugo....

Messaggio da gergio »

impressionando ha scritto:L'hai tolta dallo sviloppo-stop-fix tirandola da un angolo e l'hai tolta e maneggiata nel lavaggio prendendola dal lato.
Si, ora che ci penso l'ho presa per un angolo dallo sviluppo per farla scolare :wall: e l'ho presa per il lato durante sviloppo-stop-fix e lavaggio... ma se non la posso prendere neanche per il lato, come la devo prendere ? :-??
impressionando ha scritto:...a meno che con la torni ad inumidire leggermente (batuffolo di cotone umidogiusto, giro sui bordi ed x al centro).
Intendi proprio una "X"? (croce di sant'Andrea per intenderci?)

:)



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4821
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Stampe.... Dove le asciugo....

Messaggio da impressionando »

La forma non è importante. Sotto i pesi l'umidità si espande per tutta la superficie. Il concetto è inumidirla in modo che si asciughi sotto i pesi da umida.

Avatar utente
Reni
esperto
Messaggi: 179
Iscritto il: 24/06/2011, 21:49
Reputation:
Località: Ferentino (FR)

Re: R: Stampe.... Dove le asciugo....

Messaggio da Reni »

Silverprint ha scritto: [...]
La planarità delle stampe post asciugatura dipende moltissimo dalle condizioni ambientali: in ambienti secchi si asciugano prima e si arricciano di più. Comunque di solito basta poco tempo sotto pressa (un peso qualsiasi), eventualmente sigillate (per redistribuire l'umidità uniformemente) per spianare bene quasi ogni tipo di carta.
[...]
Mi vengono un paio di domande:

In inverno sono appoggiato in una stanza umida, oltre all'aumento del tempo di asciugatura ci sarebbero altri inconvenienti ad installare l'asciuga stampe?

Che caratteristiche debbono avere le raclette? Immagino debbano essere molto "delicate" per non rovinare l'emulsione, hanno un nome particolare? Mi risulta difficile trovarle :)

Remo

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11715
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stampe.... Dove le asciugo....

Messaggio da Silverprint »

Reni ha scritto:In inverno sono appoggiato in una stanza umida, oltre all'aumento del tempo di asciugatura ci sarebbero altri inconvenienti ad installare l'asciuga stampe?
No. Di solito più é lenta l'asciugatura più piane rimangono.
Reni ha scritto:Che caratteristiche debbono avere le raclette? Immagino debbano essere molto "delicate" per non rovinare l'emulsione, hanno un nome particolare? Mi risulta difficile trovarle
In Italiano il nome non c'era, raclette é francese. :)

Paolo dice bene quando si raccomanda di avere cura della manipolazione delle stampe. Bisogna stare attenti alle pinzate, in tanti avete il vizio di picchiettare sulle stampe, di affogarle brutalmente con una bella pressione nel mezzo o di dargli una bella sgrullata post sgocciolatura passando da un bagno all'altro. Sono cose che faccio notare a quasi tutti gli studenti.

Però non ho riscontrato problemi o dfferenze prendendole da un angolo, da un lato o dall'altro (normalmente scolo per un angolo e giro dal lato), o con tempi di lavaggio lunghi (ogni tanto mi scordo roba a mollo), né ho problemi di planarità che non si risolvano con qualche ora sotto pressa, ma spesso neanche serve.

E insomma, ogni volta che leggo di problemi assortiti, mi viene sempre più da pensare che i problemi (oltre la manipolazione aggressiva) possano derivare da un cattivo uso della racletta o da un racletta non adatta: l'acqua va tolta bene ed uniformemente, prima dietro e poi davanti.

Io uso, praticamente da sempre, la Smoothee Squeegee una racletta americana che ha una "lama" molto grossa e molto dura, ma di ottimo materiale e dal profilo molto curato e che permette di fare una pressione decisa senza graffiare. Sarebbe un prodotto normalissimo ed anche molto economico, una cosa assolutamente standard, ma ben fatta tanto che la usano sia in serigrafia (non graffia e stende bene l'inchiostro), sia i lavavetri professionisti appesi ai grattaceli. Purtroppo parrebbe difficile da reperire in Europa e caricarsi di spedizione e dogana per una stupidagine da 15$ mi pare un po' ecceesivo. Mi era sembrato di averne viste in U.K. ma non riesco a ritrovarle. :(
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 799
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Stampe.... Dove le asciugo....

Messaggio da gergio »

Io uso un tergicistrallo per auto, potrei pensare di prenderlo Bosch (quello della CO lo passo all'auto e ne compro uno nuovo... :D )

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4821
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Stampe.... Dove le asciugo....

Messaggio da impressionando »

Da dire che la carta non va mai "Tirata" su..... deve "venire" su. In questo ci sono bacinelle più adatte di altre.... quelle con le righe il rilievo ostacolano la salita e spesso chi le usa tende a tirare la carta; quelle con le righe scavate lasciano la carta più libera. Io estraggo la carta per un angolo prendendola piuttosto interna poi la appoggio di lato per farla scolare.
Per la racletta io uso un volgare tergivetro O:-) . Appoggio la stampa su un piano liscio quasi verticale lasciando fuori un angolino in modo da poterla prendere con facilità, poi la giro. Il tergivetro ha una dimensione da consentire un'unica passata ed essendo il piano quasi verticale l'acqua corre via subito. Assicurarsi che la gomma sia perfetta e che sia perfettamente pulita.
PS: un bagnetto nell'imbibente spesso aiuta un'asciugatura più uniforme.

Avatar utente
dylandog32
fotografo
Messaggi: 49
Iscritto il: 09/09/2013, 14:27
Reputation:
Località: Bolzano

Re: Stampe.... Dove le asciugo....

Messaggio da dylandog32 »

Roberto

Rispondi