Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Fagius88
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 03/09/2016, 18:03
Reputation:
Località: Friuli

Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda Fagius88 » 06/10/2016, 19:44

Perdonate la banalità, non riesco a ricapitolarmi sui materiali ideali per sviluppare bn. Cosa mi consigliereste come plasticheria? Si tratta di pochi euro però non vorrei fare acquisti che poi si rileveranno inutili..

Partirei con 3 cilindri da 600ml in plastica per sviluppo, stop e fix (soluzioni concentrate da diluire sul momento), quindi idealmente 3 diverse siringhe? Per il mescolamento delle soluzioni finali nei cilindri, un semplice mestolo...? Forse poi i cilindri sarebbero un problema a metterli nella bacinella d'acqua per portare i liquidi a temperatura, dunque meglio delle bottiglie chiuse?
Infine una caraffa d'acqua (distillata?) con una goccia di sapone liquido come imbibente

Può andare?



Advertisement
Avatar utente
emigrante
guru
Messaggi: 1247
Iscritto il: 26/11/2012, 21:39
Reputation:
Località: Abruzzo

Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda emigrante » 06/10/2016, 20:23

I cilindri di plastica vanno bene
Per i concentrati puoi usare le siringhe se te ne serve poco, altrimenti io mi trovo bene con un cilindro da 100cc
Per mescolare va bene qualsiasi cosa sia facile da pulire (=plastica) tipo cucchiaio USA e getta



Avatar utente
emigrante
guru
Messaggi: 1247
Iscritto il: 26/11/2012, 21:39
Reputation:
Località: Abruzzo

Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda emigrante » 06/10/2016, 20:27

Se ti servono delle bottiglie per i travasi e per le termostataziomi quelle della minerale o del latte le trovo ottime
Per il bn di solito porto a temperatura l'acqua mischiando calda e fredda, poi iniziò subito a sviluppare ed al massimo metto a bagno la tank, fissaggio e stop se la temperatura non è troppo sotto ai 20 non me ne curo più di tanto
Infine sarebbe meglio l'imbobente alla giusta concentrazione in acqua distillata
Ciao
Marco



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5635
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda -Sandro- » 06/10/2016, 20:49

Per rimescolare non devi usare oggetti metallici, possono reagire con i prodotti usati compromettendo le operazioni. Usa bacchette in plastica da cocktail se non trovi di meglio.



Advertisement
Avatar utente
lenri
fotografo
Messaggi: 48
Iscritto il: 13/05/2013, 18:50
Reputation:
Località: Brianza

Re: Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda lenri » 06/10/2016, 21:42

Per portare in temperatura i liquidi per il bianco e nero anch'io ti consiglio di mischiare acqua calda e fredda durante la loro preparazione. Le siringhe io le utilizzo solo per hc-110 e imbibente, per il resto dei chimici (fix e arresto) per misurare va bene un cilindro da 50-100ml . Ottima una quarta caraffa dedicata solo per il bagno con imbibente, dove puoi immergere la pellicola già estratta dalla tank e dalla spirale.


pentax 645n + FA 75mm + FA 150mm

Avatar utente
Fagius88
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 03/09/2016, 18:03
Reputation:
Località: Friuli

Re: Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda Fagius88 » 06/10/2016, 23:52

Grazie mille!

Ancora qualche dubbio e domande al volo che si automanifestano:
una volta a temperatura ambiente i liquidi quanto restano più o meno a 20C? Nel caso li tiro fuori dall'acqua appena ne ho bisogno? Il lavaggio con metodo ilford è il migliore? E per l'asciugatura si vede chiaramente o c'è un tempo medio di attesa?
Alla fine posso riciclare solo il fixer? E una volta usati i chimici dove si buttano ?

Più una curiosità, cosa posso aspettarmi dai primi sviluppi? Perché sto seguendo un corso di fotografia generale e si farà un paio di esercitazioni in esterna. Mi piace l'idea di svilupparmi i rullini che ne verranno ma vorrei anche che l'insegnante possa poi vedere qualche cosa in modo da ricevere un feedback sulle foto (digitalizzate). Mi conviene farne almeno uno di prova mi sa per prendere mano. D'altro canto il biancoenero non è mai una foto scontata da scattare...



Avatar utente
emigrante
guru
Messaggi: 1247
Iscritto il: 26/11/2012, 21:39
Reputation:
Località: Abruzzo

Re: Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda emigrante » 07/10/2016, 5:18

Se sviluppo a temperatura ambiente intorno ai 20 gradi (18-22) non mi curo della eventuale deriva termica di stop e fissaggio, lo sviluppo se è lungo lo tengo a bagno in una bacinella di acqua a temperatura.
Per il lavaggio puoi usare il metodo ilford magari doppio (fai due volte gli step di lavaggio: 5+5, 10+10,....). Il lavaggio con iniettore èun po più lungo e consuma più acqua ma alla fine il risultato è lo stesso.
Per l'asciugatira non stare a guardare la pellicola come procede altrimenti gli stacchi sopra l'ok possibile esse la maneggi la segno facilmente in quanto la gelatina bagnata è delicata. Appendila in un posto dove non ci siano correnti d aria ed in cui non entra nessuno e poi lasciala in pace per 2-3 ore. Comunque l'emissione cambia la trasparenza quando asciuga, se la vai a trovare troppo presto vedi le parti asciutte e quelle bagnate.



Avatar utente
emigrante
guru
Messaggi: 1247
Iscritto il: 26/11/2012, 21:39
Reputation:
Località: Abruzzo

Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda emigrante » 07/10/2016, 5:20

Lo sviluppo è preferibile usarlo one shot (prepari quello che ti serve lo usi e lo butti) in questo modo aumenti la riproducibilità di quello che fai.
Lo stop lo riciclo le poche volte che faccio due sviluppi consecutivi, oppure se terminato di sviluppare stampo lo butto nella bacinella dello stop della carta insieme a quello, a fine sessione lo butto.
Il fix se sviluppo con costanza può essere rigenerato o riusato entro certi limiti, se cerchi rigenerazione del fissaggio sul forum trovi facilmente post in cui è stato spiegato molto bene da chi ne sa più di me.



Avatar utente
emigrante
guru
Messaggi: 1247
Iscritto il: 26/11/2012, 21:39
Reputation:
Località: Abruzzo

Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda emigrante » 07/10/2016, 5:26

Una ( o più) prove prima di sviluppare scatti importanti sarebbe una buona idea, altrimenti il rischio di fare qualche casino grosso su scatti unici èmaggiore.

L'aspettativa è una cosa soggettiva, comunque veder uscire la pellicola sviluppata dalla tank per la prima volta è una bella esperienza.

Ciao
Marco



Avatar utente
Fagius88
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 03/09/2016, 18:03
Reputation:
Località: Friuli

Re: Consiglio banalissimo su primo sviluppo

Messaggioda Fagius88 » 17/10/2016, 21:40

Oggi ho fatto il primo sviluppo ma non è uscito assolutamente nulla.... e il peggio è che non capisco cosa posso aver sbagliato.
Temperatura e concentrazioni ok, ho seguito la sequenza di passaggi: sviluppo 5 min con inversioni, stop 45sec, fix 5min (va agitato anche questo no?), lavaggi, acqua distillata con un goccio di sapone liquido (giusto che venga molta schiuma?), estraggo per mettere ad asciugare ma non è comparso nulla...
L'unica cosa che mi viene a mente è che l'otturatore della zenit si era bloccato e ho dovuto scattare a vuoto con obbiettivo coperto finché si è aggiustato e cosi ho riavvolto la pellicola e cominciare a scattare, non so se mi sono spiegato... ma qualcosa dovrebbe apparire comunque





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite