Ilford PQ Universal

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Lasombra
esperto
Messaggi: 110
Iscritto il: 01/02/2016, 17:32
Reputation:
Località: Veneto
Contatta:

Ilford PQ Universal

Messaggioda Lasombra » 29/10/2016, 23:30

Buonasera a tutti! Una domanda, più una conferma. Ho acquistato il suddetto rivelatore per carta, ho sempre usato quello della foma (trovandomi bene per altro) però volevo provare altro. Leggo dal foglio illustrativo però che in diluizione 1+9 questo rivelatore dura solo 24 ore.
Quello della foma ci ho fatto diverse stampe a distanze anche di diverso tempo e teneva bene, mi pare di capire che per questo devo fare la soluzione di volta in volta che stampo?

Grazie di tutto e buon week end :)



Advertisement
Avatar utente
MarcoV95
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 22/12/2015, 17:17
Reputation:
Località: Carmignano di Brenta (PD)

Re: Ilford PQ Universal

Messaggioda MarcoV95 » 30/10/2016, 7:19

Anche io uso il pq universal,
contando che non lo sfrutto mai a pieno alle volte mi è capitato di fare una sessione di stampa a distanza di un mese dalla prima e funzionava ancora perfettamente. Io di solito lo uso in diluizione 1+5

Appena vedi che il tempo di comparsa diventa il doppio (rispetto al chimico fresco) buttalo, di solito faccio così. Poi dipendente perché non è sempre vera questa cosa, comunque lo vedi quando è da buttare



Avatar utente
Lasombra
esperto
Messaggi: 110
Iscritto il: 01/02/2016, 17:32
Reputation:
Località: Veneto
Contatta:

Re: Ilford PQ Universal

Messaggioda Lasombra » 30/10/2016, 9:32

Io di solito lo uso in diluizione 1+5


1+5? Scusa la domanda, come mai lo usi con quella diluizione? Sulla bottiglia c'è scritto di usarlo in 1+9



Avatar utente
MarcoV95
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 22/12/2015, 17:17
Reputation:
Località: Carmignano di Brenta (PD)

Re: Ilford PQ Universal

Messaggioda MarcoV95 » 30/10/2016, 11:10

Per far si che mi duri di più e poi perchè hai un leggero aumento del contrasto, ma più per la prima cosa.

In più capita che in quella diluizione quando è un po' finito dia delle stampe più calde delle altre e di conseguenza porta a poca costanza del risultato nel lungo tempo



Advertisement


  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti