antiquariato fotografico

Discussioni su idee e suggerimenti per migliorare il forum analogica.it

Moderatore: etrusco

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 1798
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: antiquariato fotografico

Messaggioda Elmar Lang » 11/05/2016, 19:27

graic ha scritto: (...) gli ennemila buffi nomi degli accessori Leica senza nemmeno riprendere il fiato (...)


Potrebbe quasi essere una materia per il nuovo "Rischiatutto":

"Qual è il nome del ricambio della molla di ritegno per il paraluce del Summitar; il nome del detto paraluce e dell'ottica Summitar... ed infine il nome per la custodia in cuoio del paraluce in questione?"


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Advertisement
Avatar utente
PIERPAOLO
guru
Messaggi: 908
Iscritto il: 19/10/2010, 17:30
Reputation:

Re: antiquariato fotografico

Messaggioda PIERPAOLO » 12/05/2016, 21:21

in effetti le sigle Leitz sono dei veri scioglilingua e potrebbero essere oggetto di divertenti quiz, aggiungo alla lista anche 39 articoli su

http://www.nadir.it

su viaggi e prove sul campo di ottiche e macchine di varie epoche, corroborate da numerose immagini

Pierpaolo

-----
sul Summitar e i suoi accessori qui c'è da divertirsi

http://www.wetzlar-historica-italia.it/summitar.html



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 1798
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: antiquariato fotografico

Messaggioda Elmar Lang » 12/05/2016, 23:56

Certo che dev'essere divertente fotografare col SOORE, senza dimenticare il SOOPD; ma con il bianconero, mai lasciare a casa il GCYOD o, con quei bei cieli nuvolosi, il GECOO; all'occorrenza, avendo filtri d'altro diametro, il SOOTF è necessario, ma un bel POOTR, direi che è indispensabile.

Erano quei "codici telegrafici", che rendono Leitz divertentissima.

Pure Zeiss Ikon non si sottrasse alla tenzone e chi possedesse uno dei divertenti volumetti "Contaxphotographie" (o la non comune edizione italiana "La Foto Contax"), troverà che la Contax-II con Tessar 50/2,8 era IDHAN, mentre la III con identico obbiettivo, era IDKUW; la rara biottica Contaflex con Sonnar 50/1,5 era IHFEY (che suona quasi come una parola in Malgascio), ecc. ecc.

Uno spasso...

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
adege
appassionato
Messaggi: 15
Iscritto il: 06/08/2014, 14:29
Reputation:
Contatta:

Re: antiquariato fotografico

Messaggioda adege » 03/12/2016, 16:08

Anch'io sono interessato ad una Ica Ideal 225, ma da quanto ho capito è impossibile utilizzarla con la pellicola piana senza un vetro anteriore che la blocchi, dato che montava le pellicole di vetro. In alternativa ho trovato una Fotokor, ma non ho visto il dorso. Qualcuno sa se i dorsi per la Fotokor sono utilizzabili senza vetro?



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 1798
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: antiquariato fotografico

Messaggioda Elmar Lang » 24/01/2017, 9:15

Anche la sovietica Fotokor ha gli chassis per le lastre in vetro. La GOMZ produsse anche (ma non so in che epoca, dei telai in lamiera laccata di nero opaco, nei quali inserire la pellicola piana, da mettere poi nello chassis. Questo telaio, provvedeva a compensare lo spessore del vetro.

Se tu volessi montare la pellicola piana in uno chassis previsto per le lastre in vetro, tale vetro non va posto davanti alla superficie sensibile pellicola, ma dietro. Oltre a problemi di rifrazione e di errata focheggiatura, eviterai di danneggiare il retro della pellicola piana, che raschierebbe contro le molle presenti negli chassis metallici.

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)


Torna a “Idee e suggerimenti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite