approccio alle foto in studio

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco

Avatar utente
kadokodak
appassionato
Messaggi: 11
Iscritto il: 01/12/2016, 23:52
Reputation:

approccio alle foto in studio

Messaggioda kadokodak » 05/02/2017, 21:21

Ciao a tutti!
Spero tutto bene!
Vorrei iniziare a scattare un pò di foto in studio (fino ad ora ho solo scattato palazzi e architettura in esterno con luce naturale), per lo più figure intere con sfondo nero, in bn 35mm con la mia nikon fe2.
Volevo chiedervi quindi un paio di domande, perdonatemi in partenza se qualcosa può risultare ovvio..

1) Innanzitutto volevo chiedervi se avete qualche libro o manuale da consigliarmi dove possa trovare degli schemi di illuminazione interessanti, da cui prendere spunto e trarre inspirazione.

2) Come seconda cosa, per fare tutto ciò userei l'esposimetro interno della mia macchina con cartoncino grigio con luci fisse (kinoflo, panel led etc), immaginando che la lettura dell'esposizione cade maggiormente sulla parte centrale dell'inquadratura, il cartoncino, che terrà il soggetto, quanto quanto deve riempire l'inquadratura per garantire una buona lettura e dunque un buon risultato (cioe se mi devo avvicinare per riempire quasi tutta l'inquadratura col cartoncino e poi allontanare per prendere tutto il soggetto mi cambia la quantità di luce che mi arriva in camera..e quindi?) ?

3) Come ultima cosa, pensavo di prendere un corpo macchina digitale su cui montare i miei obbiettivi (nikkor serie E) per fare tutte le prove e i set-up del caso liberamente, per poi scattare montando l'obbiettivo sulla fe2 mantenendo lo stesso settaggio di apertura, iso e velocità. E' una cosa che funziona, ha un senso? In caso affermativo vi sentite di consigliarmi qualche corpo macchina che potrebbe fare al caso mio per questo scopo?

Grazie mille a tutti come sempre e buon inizio settimana! :)



Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8311
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: approccio alle foto in studio

Messaggioda chromemax » 06/02/2017, 11:27

1) Non ho mai creduto molto sui libri di illuminazione, al di là dell'impostazione classica --frontale a 45°, schiarita in asse con l'obbiettivo, e controluce-- il resto si impara provando e guardando. Imho molto più utile un soggetto statico e far girare una sola luce intorno facendo una serie di scatti, poi aggiungere una seconda luce e fare varie prove a diverse angolazioni, credo sia molto più utile per imparare.

2)La Nikon FE2 legge l'80% ca dell'esposizione all'interno del cerchio segnato nel mirino, il restante 20% è letto su tutta la superficie inquadrata, per cui il cartoncino grigio sarebbe meglio che riempisse almeno quest'area.
Leggere l'esposizione sul cartoncino grigio equivale ad effettuare una lettura in luce incidente (il cartoncino deve essere inclinato di 45° rispetto all'asse dell'obbiettivo per avere una letture corretta) e, se non proietti la tua ombra sul cartoncino grigio, avvicinandoti non cambia la luce.
Leggendo ogni singola fonte luminosa puoi anche trovare il rapporto di illuminazione fra le varie fonti luminose, che so il frontale 1 stop in più rispetto alla luce di schiarita, il controluce a +2 stop rispetto al frontale, ecc.

3) imho meglio usare la digitale come una "polaroid" per avere un'idea piuttosto vaga di quello che sarà il risultato (quello che facevano le polaroid appunto) ma niente di più.



Avatar utente
kadokodak
appassionato
Messaggi: 11
Iscritto il: 01/12/2016, 23:52
Reputation:

Re: approccio alle foto in studio

Messaggioda kadokodak » 07/02/2017, 17:49

gentilissimo! :)





  • Advertisement

Torna a “Tecniche fotografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite