Profondità di campo: un esempio

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco

luibargi
guru
Messaggi: 446
Iscritto il: 14/02/2012, 22:56
Reputation:
Località: Città di Castello

Profondità di campo: un esempio

Messaggioda luibargi » 17/02/2012, 21:39

Salve, non sono sicuro se questo è il forum giusto per questo post, se è così chiudetemi pure.
Volevo dire che curiosando su APUG mi sono imbattuto nel link di un fotografo, questo qui
http://www.tritranphotography.com/?load=html/
e sono rimasto sbalordito dall'uso che fa della profondità di campo.
Specialmente alla sezione Portrait ci sono ritratti con una profondità millimetrica, sono rimasto un pezzo a guardare le foto specialmente i primi e gli ultimo volti.
E' vero che usa formati enormi e obbiettivi grossi come una bottiglia ma la precisione della scelta della PdC è davvero esemplare.
Il video poi dove spiega alla giornalista come si fotografa è spassoso...l'otturatore "Cappellur" poi..



Advertisement
luibargi
guru
Messaggi: 446
Iscritto il: 14/02/2012, 22:56
Reputation:
Località: Città di Castello

Re: Profondità di campo: un esempio

Messaggioda luibargi » 18/02/2012, 13:17

forse il vietnamita è unpo' difficile da capire...;))



Avatar utente
ryo
esperto
Messaggi: 285
Iscritto il: 01/04/2011, 11:53
Reputation:
Località: Napoli

Re: Profondità di campo: un esempio

Messaggioda ryo » 18/02/2012, 13:36

Ciao, quella della ridottissima profondità di campo, è una caratteristica tipica che si riscontra nell'utilizzo di formati giganti.
Quanto al cappello, ne avevamo parlato proprio recentemente in questa discussione:
precisione-otturatore-t1876.html
Bella segnalazione!
Marcello



luibargi
guru
Messaggi: 446
Iscritto il: 14/02/2012, 22:56
Reputation:
Località: Città di Castello

Re: Profondità di campo: un esempio

Messaggioda luibargi » 18/02/2012, 14:51

In effetti il tipo aveva usato l'esposimetro e dice che risultava 1/250 a f:4,5 ma poi dice...come come cavolo faccio a chiudere il diaframma se questo è un obiettivo pinhole....ah ah :))



Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9132
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Profondità di campo: un esempio

Messaggioda chromemax » 18/02/2012, 17:22

Il ritratto in GF con una ridotta pdc non è affatto facile, per il rapporto che si deve istaurare col soggetto. In questo genere di fotografia è importantissima la collaborazionde del soggetto che deve rimanere assolutamente immobile durante la lunga procedura che intercorre tra la messa a fuoco e lo scatto; sono una ventina di secondi in cui è facilissimo che il soggetto si muova anche impercettibilmente, andando fuori fuoco. Ma la difficoltà maggiore non è tanto tecnica; in questi casi in genere si mette a fuoco, poi si carica la lastra e con il flessibile in mano si interagisce col soggetto alla ricerca della migliore espressione ed è proprio in questa importante fase per la riuscita della foto che il soggetto potrebbe andare fuori fuoco. Intimare al soggetto di non muoversi potrebbe essere anche peggio perché si otterrà uno scatto tecnicamente perfetto ma un soggetto rigido o intimidito da una serie di vincoli che gli impediscono di riusultare naturale. Insomma un genere abbastanza dificile, in cui conta molto la bravura del fotografo nell'approcciare il soggetto più che la perizia tecnica.
Gli scatti in questione sono anche stati eseguiti con lenti d'annata da ritratto o da proiezione (questi ultimi relativamente molto luminosi e senza diaframma), che hanno un effetto flou sulle alteluci, una caduta di definizione ai bordi e uno sfocato a spirale che nessun altro tipo di obbiettivo è in grado di rendere.
Bel video, grazie.





  • Advertisement

Torna a “Tecniche fotografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti