Essere temerari...

Discussioni sull'etica e sulla filosofia applicata alla fotografia

Moderatore: etrusco

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 1958
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Essere temerari...

Messaggioda Elmar Lang » 09/06/2017, 21:13

Ed ecco che crolla un mito:

Immagine

Immagine

...anche lui un elitario!


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Advertisement
Avatar utente
Montag
fotografo
Messaggi: 76
Iscritto il: 28/11/2016, 9:31
Reputation:

Re: Essere temerari...

Messaggioda Montag » 09/06/2017, 21:14

Elmar Lang ha scritto:Ed ecco che crolla un mito:

Immagine

Immagine

...anche lui un elitario!

Ahahahah ebbasta con sto bollino rosso

Qui a chiudere la questione ci sarebbe Moriyama che sostiene di non aver mai comprato una macchina fotografica in vita sua, semplicemente non restituiva quelle che gli prestavano.



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 1958
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Essere temerari...

Messaggioda Elmar Lang » 09/06/2017, 21:23

Montag ha scritto: (...) Moriyama che sostiene di non aver mai comprato una macchina fotografica in vita sua, semplicemente non restituiva quelle che gli prestavano.


Un mito... il terrore dei workshops!


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7369
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Essere temerari...

Messaggioda chromemax » 10/06/2017, 11:40

Ma i giapponesi sono famosi per essere degli stilosi attaccati al marchio, tanto che gli uomini vanno in giro anche con borse da donna purché marchiate LV :))



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 1958
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Essere temerari...

Messaggioda Elmar Lang » 10/06/2017, 11:59

E le loro signore vanno in giro con la fotocamera del marito, purché col bollino rosso?


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7369
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Essere temerari...

Messaggioda chromemax » 10/06/2017, 12:53

Forse :) ma attempati uomini d'affari con borse da donna griffate fanno strano a vedersi :))



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 1958
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Essere temerari...

Messaggioda Elmar Lang » 10/06/2017, 12:55

Non dimentichiamo che il Giappone -ci piaccia o no- è un altro mondo.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
NNNN_AAAA
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 04/08/2017, 16:53
Reputation:

Re: Essere temerari...

Messaggioda NNNN_AAAA » 31/08/2017, 12:41

vngncl61 II° ha scritto:
Elmar Lang ha scritto:Leica, nella sua categoria ed evoluzione, rimane il migliore e più longevo sistema fotografico (e concettualmente il più imitato), benché ora sembra sia da doversi vergognare ad usarlo o sottolinearne qualità e meriti, a causa di una sua presunta "elitarietà".


Costruttivamente, le Leica, a telemetro, che le reflex lasciano molto a desiderare, sono fotocamere eccellenti, ma non migliori di altre fotocamere, la "elitarietà" non è presunta, e non solo per il prezzo, hai mai sentito parlare di "fotografi Nikon" o "fotografi Pentax"?
Ancora oggi, avere una fotocamera col bollino rosso è, per molti, sinonimo di saper fotografare, s'attribuiscono al mezzo doti taumaturgiche che, assolutamente, non possiede.


Io ho sempre saputo che equivale a non scattare proprio (meglio rimirarle sopra una mensola) o al massimo scattare fotografie orrende per testare la validità delle ottiche. Senza offendere nessuno sia chiaro.
In realtà è ancora oggi un mezzo che permette di fare ottime fotografie e usato da fotografi di valore.



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 1958
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Essere temerari...

Messaggioda Elmar Lang » 31/08/2017, 14:08

A giudicare da tante Leica reperibili sul mercato dell'usato e delle aste, direi che son state usate e pure tanto.
Curioso, affermare - nello stesso tempo- che una fotocamera "lascia a desiderare" e sia contemporaneamente "eccellente". Nell'ambito delle macchine a telemetro, benché io preferisca la Contax, la Leica serie M è sicuramente, in assoluto, la migliore.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
NNNN_AAAA
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 04/08/2017, 16:53
Reputation:

Re: Essere temerari...

Messaggioda NNNN_AAAA » 31/08/2017, 16:09

Elmar Lang ha scritto:A giudicare da tante Leica reperibili sul mercato dell'usato e delle aste, direi che son state usate e pure tanto.
Curioso, affermare - nello stesso tempo- che una fotocamera "lascia a desiderare" e sia contemporaneamente "eccellente". Nell'ambito delle macchine a telemetro, benché io preferisca la Contax, la Leica serie M è sicuramente, in assoluto, la migliore.


Nel (breve?) periodo in cui ne ho cercata una - la volevo vissuta e molto usata (anche per questioni economiche) - trovavo solo roba che sembrava usata coi guanti e giusto per toglierla dalla scatola e metterla in mostra.
Ora ne ho una, non una serie M, quindi per qualcuno nemmeno una Leica (del resto per qualcuno se la fotocamera non è tedesca non è nemmeno una fotocamera, si è visto infatti che fine ha fatto l'industria foto ottica crucca a forza di darsi delle arie) ed effettivamente è di una costruzione (parlo di quello che posso vedere non essendo io un riparatore) superiore a tante altre fotocamere della stessa fascia e - strano - l'ho acquistata di seconda mano, praticamente nuova, da una ragazza che l'ha comprata anni fa e usata una sola volta. Prezzo direi ottimo.
Certo non sono diventato ne più bravo ne più famoso.

Tornando in topic Araki è un personaggio ed è un maestro. Documentari come questo andrebbero guardati con attenzione dato che sono meglio di tanti workshop fotocopia che imperversano in tutta Italia: si rischia di imparare molto di più osservando un fotografo in azione, sia esso un maestro, un professionista o semplicemente un grande appassionato. Non sono foto rubate nel senso stretto del termine (ritengo che una foto rubata non sia mai una buona foto), sorride sempre e saluta, da indicazioni (cosa che per qualcuno toglierebbe spontaneità al soggetto...) ed è sempre molto educato. Ho notato anche i cambi di fotocamera in base al luogo e al tipo di scatto. Per me, prima di dare 150 Euro ad uno dei tanti improvvisati, documentari come questo tutta la vita.




Torna a “Etica e filosofia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti