Aforismi di A.

Discussioni sull'etica e sulla filosofia applicata alla fotografia

Moderatore: etrusco

Avatar utente
Ivan
esperto
Messaggi: 177
Iscritto il: 08/09/2016, 23:48
Reputation:
Località: Merano (BZ)

Re: Aforismi di A.

Messaggioda Ivan » 09/09/2017, 22:04

Silverprint ha scritto:Da cui si evince che siete avvezzi alla lettura di saggi sulla fotografia... :D

Non sono libri più tossici di altri, comunque non mordono. :p


:ymblushing: :ymblushing: :ymblushing:



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 4372
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Aforismi di A.

Messaggioda -Sandro- » 09/09/2017, 22:50

Silverprint ha scritto:Si.

La pretesa di conoscerlo genera mostri...


Basti leggere cosa Barthes ha imbastito sul referente, e quanto a sproposito sia citato ...


Ubi maior minor cessat.

http://canonfdworld.blogspot.it/

Avatar utente
Dart
fotografo
Messaggi: 60
Iscritto il: 15/03/2017, 9:37
Reputation:
Località: Montepulciano (SI)

Re: Aforismi di A.

Messaggioda Dart » 10/09/2017, 13:30

-Sandro- ha scritto:
Silverprint ha scritto:Si.

La pretesa di conoscerlo genera mostri...


Basti leggere cosa Barthes ha imbastito sul referente, e quanto a sproposito sia citato ...


In effetti ( anche se non ho letto interamente "La Camera Chiara" perché onestamente ad un certo punto mi sono annoiato mortalmente, con tutto il rispetto ) quello di Barthes mi pare più un saggio introspettivo basato sulle "sue" fotografie che evocano ricordi piuttosto che "sulla fotografia", ma perdonate la mia superficialità. Anzi, non la perdonate in ogni caso non mi sembra un testo fondamentale per chi si avvicina alla fotografia.

Mi trovo d'accordo sul fatto che non abbia senso la pretesa di conoscere il referente tramite una rappresentazione soggettiva.
Diciamo istintivamente d'accordo



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk



Avatar utente
guerié
guru
Messaggi: 440
Iscritto il: 04/02/2013, 16:21
Reputation:
Località: san miniato pisa

Re: Aforismi di A.

Messaggioda guerié » 10/09/2017, 18:46

-Sandro- ha scritto:
Silverprint ha scritto:Si.

La pretesa di conoscerlo genera mostri...


Basti leggere cosa Barthes ha imbastito sul referente, e quanto a sproposito sia citato ...

Scusa ma non ho capito centra Barthes con il referente in fotografia. Perché cone l'ha inteso lui?


marco guerriero

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 10820
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Aforismi di A.

Messaggioda Silverprint » 10/09/2017, 19:00

Barthes sostiene l'indistinguibilità di immagine e referente, a meno del suo noema "è stato".

Lo scopo di Barthes è quello di negare (possibilità di) significato alle rappresentazioni.
La pretesa di conoscere il referente genera mostri.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
guerié
guru
Messaggi: 440
Iscritto il: 04/02/2013, 16:21
Reputation:
Località: san miniato pisa

Re: Aforismi di A.

Messaggioda guerié » 10/09/2017, 19:07

Silverprint ha scritto:Barthes sostiene l'indistinguibilità di immagine e referente, a meno del suo noema "è stato".

Lo scopo di Barthes è quello di negare (possibilità di) significato alle rappresentazioni.
La pretesa di conoscere il referente genera mostri.

Non mi risulta così definitiva la questione. Lui dice che il referente è sempre presente in una fotografia, ma non dice che è sempre conosciuto atrimenti il suo saggio non avrebbe superato le 20 pagine. Non sono qui a difendere ina teoria ma cercare di capirla :-s


marco guerriero

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 10820
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Aforismi di A.

Messaggioda Silverprint » 10/09/2017, 19:54

Veramente dice che aderisce ad essa, anzi di più.
"La fotografia di una pipa è sempre inesorabilmente una pipa".

Che sia presente lo dice il termine stesso, referente. Altrimenti non sussisterebbe la questione per assenza del termine, un referente non referente, non è un referente. :)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
guerié
guru
Messaggi: 440
Iscritto il: 04/02/2013, 16:21
Reputation:
Località: san miniato pisa

Re: Aforismi di A.

Messaggioda guerié » 11/09/2017, 1:09

Silverprint ha scritto:Veramente dice che aderisce ad essa, anzi di più.
"La fotografia di una pipa è sempre inesorabilmente una pipa".

Che sia presente lo dice il termine stesso, referente. Altrimenti non sussisterebbe la questione per assenza del termine, un referente non referente, non è un referente. :)
c'è da dire che forse non ho bene il senso del tuo aforisma, e anche da dire che il saggio di Barthes non me lo sono studiato poi tanto bene. Ma dire aderisce a qualcosa non significa che chi vede questa aderenza tra fotografia e referente conosca anche il referente. "La foto di una pipa è sempre una pipa" non si pone il problema di una conoscenza del referente ma rimanda alla conoscenza dell'idea di pipa. Quella pipa specifica riconoscibile nella foto è solo una pipa in generale nella nostra personale esperienza, ma in realtà potrebbe essere qualunque altra cosa che assomiglia ad una pipa. Io penso che il referente non si possa conoscere non per limiti di tempo perché la Fotografia è "un è stato" ma per limiti tecnici. Non è una finestra sul mondo passato, ma è un oggetto allusivo alla nostra esperienza visiva, che tecnicamente rimanda in maniera distorta alla nostra capacità visiva. Non è per lo più stereoscopica , non segue una prospettiva sferica ed è continuamente distorta dal teleobiettivo o grandangolo. Per non parlare del bn. Acquista significato una fotografia non per il suo referente ma per quello che noi vi riconosciamo.


marco guerriero


Torna a “Etica e filosofia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti