Il fatidico primo sviluppo.

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Patadù
fotografo
Messaggi: 65
Iscritto il: 15/04/2017, 20:33
Reputation:
Località: Castellammare di Stabia

Re: Il fatidico primo sviluppo.

Messaggioda Patadù » 30/08/2017, 14:54

Bha, dopo provo a dargli una pulita. Comunque sto notando che la riga compare solo sui primi 2/3 fotogrammi in altro.

Un'altra cosa, come posso pulire i fotogrammi? Ho notato che ci sono delle macchie (credo sia calcare). Questa è la prima volta che escono, sul b/n non le ho mai notate.



Advertisement
Avatar utente
Patadù
fotografo
Messaggi: 65
Iscritto il: 15/04/2017, 20:33
Reputation:
Località: Castellammare di Stabia

Re: Il fatidico primo sviluppo.

Messaggioda Patadù » 12/10/2017, 11:02

Avrei una domanda sul kit bellini, ma l'agitazione deve essere continua o si fa ogni 30'' come riporta il pdf? E poi tra un passaggio e l'altro devo effettuare il lavaggio?



Avatar utente
mattemangia
appassionato
Messaggi: 16
Iscritto il: 10/06/2017, 20:49
Reputation:

Il fatidico primo sviluppo.

Messaggioda mattemangia » 13/10/2017, 1:45

Ciao Patadù, per le macchie in seguito all’asciugatura se mi dovessero capitare, personalmente do una lavata al negativo con acqua demineralizzata (se possibile) e prima di riasciugarlo lo tratto con photo-flo (il quale è consigliato utilizzarlo prima dell’asciugatura). Photoflo si è rilevato essere utile nel mio caso, la mia acqua è molto calcarea, se non dispongo di acqua demineralizzata è l’ideale.

Io con il kit Bellini, che ringrazio Sandro ancora per il suo consiglio di utilizzarlo, faccio una agitazione continua per i primi 15 secondi e poi una ogni 30. Tra un passaggio e l’altro è sempre consigliato un lavaggio di risciacquo per evitare contaminazioni varie dei chimici o anche semplici “schizzi” di sostanze che restano sulla pellicola (mi sono capitati le prime volte che ho sviluppato a colori). Questi “schizzi” non puoi più mandarli via se dovessero asciugare sull’emulsione.
Spero di essere stato utile.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk



Avatar utente
Patadù
fotografo
Messaggi: 65
Iscritto il: 15/04/2017, 20:33
Reputation:
Località: Castellammare di Stabia

Re: Il fatidico primo sviluppo.

Messaggioda Patadù » 16/10/2017, 15:22

Ciao @
Avatar utente
mattemangia
e grazie mille per le delucidazioni. Al più presto proverò si il kit bellini che il photo-flo dato che anche io ho un acqua abbastanza calcarea.



Avatar utente
Patadù
fotografo
Messaggi: 65
Iscritto il: 15/04/2017, 20:33
Reputation:
Località: Castellammare di Stabia

Re: Il fatidico primo sviluppo.

Messaggioda Patadù » 11/12/2017, 15:10

Ragazzi, esponendo una Portra 160 a 200ASA, come mi dovrei comportare nello sviluppo?!



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 4418
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Il fatidico primo sviluppo.

Messaggioda -Sandro- » 11/12/2017, 15:43

La sottesponi, quindi devi sovrasviluppare un pochino. Direi 5-6 secondi in più. Occhio a non sottoesporre troppo, le ombre sottoesposte nel colore sono orribili.


Ubi maior minor cessat.

http://canonfdworld.blogspot.it/

Avatar utente
Patadù
fotografo
Messaggi: 65
Iscritto il: 15/04/2017, 20:33
Reputation:
Località: Castellammare di Stabia

Re: Il fatidico primo sviluppo.

Messaggioda Patadù » 15/12/2017, 13:27

Grazie mille @
Avatar utente
-Sandro-





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti