Manutenzione Durst UT100

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
GianMauro
appassionato
Messaggi: 14
Iscritto il: 27/12/2017, 17:16
Reputation:

Manutenzione Durst UT100

Messaggioda GianMauro » 26/01/2018, 20:41

Buonasera,
dopo un po’ di tempo dalla mia iscrizione e dopo avervi letto con piacere e interesse più e più volte mi trovo a chiedervi qualche consiglio sul Durst UT100

Ho infatti da poco acquistato l’asciugatore per pellicole ma non ho il manualetto… non che sia difficile usarlo, ma magari ci avrei trovato qualche consiglio utile sulla pulizia e manutenzione.

Vi chiedo quindi qualche informazione già a partire dal filtro da montare… questo è pulito ma sembra vecchiotto e ho l’impressione che si sfaldi sotto le dita. Mi hanno detto di usare la carta da filtro delle cappe per cucina.. concordate?

Smontandolo, toccando le superfici interne e la ventola ho avuto l’impressione che le superfici siano appena leggermente oleose… è un trucchetto per bloccare la polvere che ha usato il vecchio possessore o pulisco tutto con un bel panno pulito?

Spruzzate dell’aria compressa per pulire l’interno?

Quanto impiega mediamente una pellicola ad asciugare (interruttore 1)… vado a intuito?

Nonostante i suoi annetti l’asciugatore e molto pulito, si vede che è stato curato e vorrei continuare a mantenerlo pulito se non addirittura migliorarne lo stato, apprezzerei qualunque suggerimento.

Grazie molte



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5716
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Manutenzione Durst UT100

Messaggioda -Sandro- » 26/01/2018, 21:38

Filtro da cappe va bene, lo metterei in doppio strato (non è carta, ma schiuma poliestere). L'olio va rimosso, ci si attacca sopra la polvere, alla lunga diventa una calamita per lo sporco, e poi te lo trasporta sotto. Due gocce di olio sulle bronzine dell'asse del motore, se si ferma la ventola bruci la resistenza (i primi modelli erano privi di termostato bimetallico di sicurezza sul pacco resistenze).
Non c'è termostato che regoli la temperatura del flusso d'aria: potenziale pericolo per la gelatina. La temperatura non deve mai superare i 25 gradi, si spappola la grana, si deforma il supporto. E' meglio montare un termostato capillare sull'alimentazione della resistenza ed un termometro di controllo.
La temperatura di asciugatura dipende dalla temperatura esterna. D'inverno circa venti minuti.



Avatar utente
GianMauro
appassionato
Messaggi: 14
Iscritto il: 27/12/2017, 17:16
Reputation:

Re: Manutenzione Durst UT100

Messaggioda GianMauro » 27/01/2018, 16:20

Grazie Sandro,
ho pulito l'interno, soffiata aria e montato il filtro per cappe... studiero qualcosa per la temperatura, cercherò termometro capillare resta da capire dove montarlo.

Grazie ancora



Avatar utente
copacetix
appassionato
Messaggi: 16
Iscritto il: 01/02/2011, 10:50
Reputation:
Contatta:

Re: Manutenzione Durst UT100

Messaggioda copacetix » 12/08/2019, 15:29

Ciao a tutti,
mi collego a questo post di oltre un annetto fa con una domanda banalissima: ho recuperato un UT-100 un po' disastrato ma funzionante (devo pulirlo ed eventualmente dargli una verniciatina), privo di filtro. Il filtro da cappa da cucina andrebbe posto sopra o sotto la ventola?
Grazie in anticipo!
f



Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9413
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Manutenzione Durst UT100

Messaggioda chromemax » 12/08/2019, 18:35

Sopra





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti