luce verde, non rossa

Discussioni sui vari accessori necessari in camera oscura (tank, termometri, marginatori, taglierine, focometri, timer, esposimetri, etc..)

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Bludiprua
esperto
Messaggi: 116
Iscritto il: 30/08/2013, 15:14
Reputation:
Località: Padova

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda Bludiprua » 13/12/2017, 20:44

Mi sono espresso male o forse è il titolo a portare fuori strada, non metto in dubbio che la luce giallo-verde veli, ho riportato un'altra filtratura (ambra, arancio chiamatela come volete) che non è fastidiosa come la rossa ma non vela come la verde. Tra l'altro scorazzando su qualche forum in inglese ho scoperto che la cupola ambra della Paterson non è più in produzione...



Advertisement
Avatar utente
Bludiprua
esperto
Messaggi: 116
Iscritto il: 30/08/2013, 15:14
Reputation:
Località: Padova

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda Bludiprua » 13/12/2017, 21:10

Ok, ho cercato, la mia safelight è Photax e non Paterson com ho scritto, la cupola che uso ha codice VF e risulta come "copper-brown" e "especially suitable for fibre-based variable contrast papers".
Qualcosa di alternativo alla luce rossa c'è.
Ma magari non la fanno più...



Avatar utente
StefanoVT
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 04/02/2018, 21:48
Reputation:

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda StefanoVT » 19/02/2018, 12:07

Buon giorno a tutti,
sto allestendo la mia camera oscura, e ho trovato la possibilità di comprare - al posto della lampada - dei filtri. O giallo-verde, oppure giallo. L'idea mi piace, per me è comodo. Ma:
1. la luce inattinica deve essere per forza rossa?
2. sono segnati come come Y1, oppure come GY1: sapreste dirmi se sono adatti?
Grazie,
Stefano.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8252
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda chromemax » 19/02/2018, 14:38

StefanoVT ha scritto:Buon giorno a tutti,
sto allestendo la mia camera oscura, e ho trovato la possibilità di comprare - al posto della lampada - dei filtri. O giallo-verde, oppure giallo. L'idea mi piace, per me è comodo. Ma:
1. la luce inattinica deve essere per forza rossa?
2. sono segnati come come Y1, oppure come GY1: sapreste dirmi se sono adatti?
Grazie,
Stefano.

In genere le "vere" lampade da camera oscura, dette anche lanterne, che utilizzano i filtri colorati, hanno parecchi anni sulle spalle e risalgono al periodo in cui le carte da stampa erano quasi esclusivamente a gradazione fissa. Le carte a gradazione fissa sono sensibili alla porzione blu dello spettro, per cui una lampada giallo-verde, abbastanza centrata sul picco di sensibilità dell'occhio umano, permetteva una buona visione in camera oscura e una inattinicità rispetto alla carta sensibile.
Le carte a contrasto variabile invece hanno nella sensibilizzazione ai diversi colori della luce il cuore del meccanismo con cui variano in continuo la gradazione di contrasto per cui queste carte hanno una sensibilità spettrale anche rispetto al verde, colore molto vicino al giallo-verde dei filtri delle lampade da camera oscura usati per le carte a gradazione fissa. E' buona precauzione evitare i filtri giallo-verdi con queste carte, magari non velano ma spesso anche una velatura "invisibile" è sufficiente per abbassare il contrasto delle luci in una sorta di pre-flash della carta non voluto ne cercato ma soprattutto mai scoperto.
Un buon test per la luce di sicurezza non è certo il "test della monetina" che si trova in giro per la rete col quale si scopre se c'è del velo, per questo spesso basta anche solo l'occhio nudo.
Il filtro giallo è un filtro per le carte per stampa a contatto, tipo Azo o Lupex o per le gaslite, dalla sensibilità bassissima, e non è un filtro utilizzabile con le carte moderne (neanche quelle a gradazione fissa).
Se si vuole usare una lampada da camera oscura coi filtri bisogna cercare un filtro tipo rosso chiaro, di quelli adatti ai prodotti ortocromatici poco sensbili (il filtro rosso per le pellicole orto è molto poco luminoso) e anche in questo caso va fatto un test perché questi filtri spesso erano indirizzati ai prodotti fotomeccani molto poco sensibili. Inoltre i filtri tendono a scolorirsi e dopo un po' vanno cambiati, ma dato che la scoloritura avviene anche per invecchiamento un filtro che appare nuovo e non usato non è detto che abbia mantenuto le sue caratteristiche spettrali di inattinicità.
La soluzione migliore sotto tutti i punti di vista sono i led rossi, selezionando quelli inattinici (non tutti lo sono), che hanno uno spettro ristretto, una durata e costanza nel tempo, un costo abbordabile e un consumo irrisorio; se cerchi nel forum troverai discussioni in merito.



Avatar utente
photo8x10
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 17/02/2015, 14:45
Reputation:
Località: Prato
Contatta:

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda photo8x10 » 19/02/2018, 14:50

Io nella mia camera oscura ho un a luce Ambra, piuttosto potente, ma è vero che io normalmente uso carte come la Lupex, la Lodima o la Azo, quindi a bassissima sensibilità, quando uso quelle da ingrandimento dimezzo la potenza della lampada. La luce verde invece la uso per lo sviluppo ad ispezione delle pellicole.
Ultima modifica di photo8x10 il 19/02/2018, 18:01, modificato 1 volta in totale.


"Consulting the rules of composition before taking a photograph is like consulting the laws of gravity before going for a walk."
...
Edward Weston

Photo © Edward Weston
Civilian Defense, 1942

Avatar utente
StefanoVT
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 04/02/2018, 21:48
Reputation:

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda StefanoVT » 19/02/2018, 15:10

Grazie ancora! Led rossi... allora esistono! Vado a cercare nel forum...



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4301
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda impressionando » 19/02/2018, 17:09

Per la mia esperienza posso dirti che le lampade gialloverde velano benissimo le carte moderne.... quasi al pari delle lampade bianche di pari intensità. Pure l'ambra non va bene.... ho provato più volte con i filtri del DL15 ma gli unici che le carte non vedono sono i rossi.
Una led rossa com emissione stretta è ok



Avatar utente
nikarlo
appassionato
Messaggi: 22
Iscritto il: 14/03/2017, 22:45
Reputation:

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda nikarlo » 27/02/2018, 12:17

Ho iniziato a fare un test sulle numerose sorgenti di luce (solo rossa) che ho e che ho raccolto negli ultimi tempi.
Con carta pre-velata e esposizione abbondante di 7 minuti.
Per ora si sono salvate (nemmeno del tutto) solo la philips tungsteno rossa da camera oscura e un led e27 da 0,5w pagato meno di 3€.
Bocciata anche la paterson con il coperchio rosso avvitato e una piccola lampadina da 15w a tungsteno all'interno.
Ho ancora da provare chip led rossi deep e non deep e le strisce led rosse.
Vi terrò aggiornati.



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4301
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda impressionando » 27/02/2018, 13:38

È una prova troppi empirica.
Dei provare a parità di luminosità. Una tungsteno rossa fa MOLTA meno luce di una led.
La led da 0,5W non ha velato perché fa poca luce..... Se trovassi una tungsteno rossa con la stessa luminosità avresti risultati paragonabili.
...poi a che distanza dal foglio?
Diretta o riflessa?



Avatar utente
nikarlo
appassionato
Messaggi: 22
Iscritto il: 14/03/2017, 22:45
Reputation:

Re: luce verde, non rossa

Messaggioda nikarlo » 27/02/2018, 14:29

Stessa identica distanza dal foglio con luce diretta (1,50m). In realtà il led da 0,5w è luminoso come la tungsteno, forse anche di più.
Sicuramente è un test empirico, ma ho cercato di farlo lasciando una serie di punti fissi e comunque mi aiuta nella scelta della lampada all'interno della camera oscura già allestita.





  • Advertisement

Torna a “Accessori vari per camera oscura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti