Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9183
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda chromemax » 19/02/2018, 18:15

Umberto M ha scritto:Grazie per aver condiviso il risultato. Penso a questo punto che realmente qualcosa sia cambiato rispetto ai primi lotti testati da Chromemax. Il problema è che con diluizioni superiori a 1+9 non è possibile conservare la soluzione.

Nel testo è ben chiaro che quella testata era la prima versione, tanto che il contrasto non riesce a salire oltre gradazione 3.
A quale soluzione ti riferisce che non si conserva oltre 1+9? Il selenio si conserva benissimo...



Advertisement
Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 708
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda kiodo » 19/02/2018, 18:23

Umberto M ha scritto:con diluizioni superiori a 1+9 non è possibile conservare la soluzione.


Ma no, perchè mai? Il viraggio non si conserva se lo addizioni di chiarificatore dell'iposolfito, che non dura nel tempo. Ma se fai bagni separati (HCA e KRST) non vedo perchè non dovrebbe durare: in realtà si riusa per anni, magari filtrandolo ogni tanto e integrandolo con un po' di concentrato quando perde quel buon profumino di H2So4 8-}



Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 708
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda kiodo » 19/02/2018, 18:28

Devo poi aggiungere che riguardando le stampe oggi, ben asciutte, non le ho trovate "troppo" colorate: sono un po' brune, ma in modo piacevole. Probabilmente da bagnate si mostrano diverse, perchè ieri le vedevo nettamente meno neutre di una stampa non virata: oggi ho dovuto guardar due volte per trovare l'intrusa.
Altra considerazione: non ho avuto sorprese dal dry-down: le stampe asciutte sono, ovviamente, meno brillanti di quando sono bagnate, ma non sento necessità di rifarle più chiare. Buona carta!



Avatar utente
Umberto M
fotografo
Messaggi: 53
Iscritto il: 05/01/2018, 9:38
Reputation:

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda Umberto M » 19/02/2018, 18:46

Benissimo. Grazie dei consigli. Conservandolo c'è un bel risparmio!

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk



Advertisement
Avatar utente
edoardo
fotografo
Messaggi: 59
Iscritto il: 16/05/2017, 9:08
Reputation:
Località: albano laziale
Contatta:

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda edoardo » 21/02/2018, 16:33

chromemax ha scritto:Come ho scritto la Classic che ho testato era il primo lotto di produzione, successivamente l'emulsione è stata modificata. Putroppo non posso darti indicazioni dato che non ho ancora provato la nuova carta col selenio, lo farò a breve, dato che le scorte di (altra) carta stanno finendo :)

Confermo l'uso quasi "eterno" del selenio se rigenerato, personalmente lo butto quando il livello di muciollagine dentro la bottiglia supera il livello della decenza. Come anche lo "spreco" di usare l'HCA col viraggio al selenio; non è tanto un problema di durata della soluzione, quanto il fatto che l'HCA perde efficacia dopo 24h a contatto con l'aria per cui, riusando la soluzione, essa funzionerà solo come viraggio ma non come eliminatrice di iposolfito. A questo punto tanto vale usare bene i due bagni separatamente e... occhio che l'indicazione fornita su "la stampa" di AA di passare direttamente dal fix al selenio porta a delle belle macchie gialle usando i fix acidi e rapidi di oggi (probabilmente funziona usando un fix neutro o basico)

butti il selenio direttamente nello scarico? spero di nò...



Avatar utente
negativo
esperto
Messaggi: 184
Iscritto il: 10/03/2017, 1:35
Reputation:

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda negativo » 21/02/2018, 17:21

La colorazione tipica di un viraggio al selenio come è noto è data essenzialmente dal tipo di carta utilizzata e in una certa misura dal tipo di rivelatore utilizzato. Io per le stampe uso da anni un rivelatore a tono freddo di una vecchia formulazione Agfa che riesce a darmi una intonazione di un marrone meno marcato.



Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1881
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda NikMik » 21/02/2018, 19:14

edoardo ha scritto:butti il selenio direttamente nello scarico? spero di nò...


Io non uso selenio, ma sono curioso: cosa ci si dovrebbe fare?
No, perché all'isola ecologica dalle mie parti NON prendono residui di chimici fotografici; nel senso che non è prevista, né considerata, l'eventuale esistenza di un privato cittadino come me (e come voi) che usi chimici fotografici in casa. (Diverso è il caso dello smaltimento di laboratori professionali - carissimo ma organizzato).



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9183
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda chromemax » 21/02/2018, 23:22

Che io sappia il selenio è molto pericoloso in forma solida, molto meno in soluzione, ma non sono un medico...



Avatar utente
SamueleB
fotografo
Messaggi: 87
Iscritto il: 15/07/2016, 11:42
Reputation:

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda SamueleB » 22/02/2018, 8:40

chromemax ha scritto:Che io sappia il selenio è molto pericoloso in forma solida, molto meno in soluzione, ma non sono un medico...


Io il selenio lo spargo nel mio campo di patate :)) :))


"Frutto di anni di ricerca e selezione, Selenella è un prodotto di eccellenza dalle caratteristiche inconfondibili: altamente digeribile, ricca di amidi, vitamine e sali minerali, è ancor più preziosa perché fonte di selenio, un antiossidante alleato della nostra salute."



Avatar utente
Umberto M
fotografo
Messaggi: 53
Iscritto il: 05/01/2018, 9:38
Reputation:

Re: Reattività Ilford FB Classic viraggio al selenio

Messaggioda Umberto M » 23/02/2018, 11:55

[/quote]
butti il selenio direttamente nello scarico? spero di nò...[/quote]

Mi accodo agli interventi precedenti. Non posso conferirlo all'eco centro e non so proprio dove metterlo. Grazie ai preziosi consigli riuscirò a recuperarlo e sprecarne molto meno.

Leggendo qua e là sul forum ho capito che riutilizzandolo si dovrebbe formare un precipitato che và filtrato. No problem.

Non capisco però come tenere sotto controllo l'esaurimento del selenio. Le immagini vengono immesse nella bacinella del selenio dopo gocciolatura annacquandolo. Il selenio della bacinella tenderà poi a consumarsi a causa della reazione con l'argento. Come si possono tenere in considerazione queste variabili ? Si va sempre ad occhio ?



Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti