JOBO CPE/TBE prima versione

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
SweetCake84
esperto
Messaggi: 163
Iscritto il: 09/02/2018, 8:52
Reputation:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda SweetCake84 » 28/02/2018, 0:37

-Sandro- ha scritto:Se sono quelli con la scocca interamente di colore rosso sono vecchiotti assai ed hanno alcune limitazioni:

- Furono progettati per le Ro-Tank serie 4000 con magnete sul fondo, il lift non è applicabile perché non esisteva ancora.

- Le tank serie 4000 sono di diametro inferiore rispetto alle 2500 e superiore rispetto alle 1500; siccome i rulli in vasca sono fissi, queste nuove serie di tank non possono essere adoperate.

Se ti hanno dato in dotazione una tank usa quella, altrimenti dovrai cercare una 4000 e le relative spirali.

La TBE è un bagno maria con termostato per tenere in temperatura altri bagni mentre stai lavorando sulla CPE (ad esempio E6 e C41, mentre fai uno, l'altro resta in temperatura pronto all'uso)

L'elemento a 4 lame è un marginatore, e di questo tipo costano cari.

Probabilmente è un affare.


Ciao, riprendo citando il commento ^:)^ ho ripulito tutto e sto usando la tbe per tenere i chimici a temperatura. Volevo utilizzare la CPE per sviluppare con la tank 4312, ma la spirale non presenta sfere nè altro a cui agganciare la pellicola. Sono le JOBO a essere strane o mi manca un pezzo? :-\

Ho anche un Durst Colorneg: è una cosa utile?

Grazie in anticpo,

Edoardo



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5675
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda -Sandro- » 28/02/2018, 8:08

Le spirali jobo sono prive di sfere e si caricano così:



L'analizzatore di colore è pressoché inutile.



Avatar utente
fotocelluloide
esperto
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/07/2010, 11:24
Reputation:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda fotocelluloide » 01/03/2018, 12:52

Forse può esserti utile. Ho la cpe e la tbe, la prima mai utilizzata. La tbe la utilizzo tranquillamente da sola con le tank paterson (anche con quella da tre 35mm) infilandola nel buco per tenerla a bagnomaria, per l’agitazione uso il pirolino per far ruotare la spirale (senza capovolgimenti).
La cpe va bene per la tank più grande, per la carta, per stampare l’ra4 o il cibacrome.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk



Avatar utente
SweetCake84
esperto
Messaggi: 163
Iscritto il: 09/02/2018, 8:52
Reputation:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda SweetCake84 » 01/03/2018, 13:00

Grazie
Avatar utente
-Sandro-
:ymhug: :-bd ho fatto un po' di prove con una pellicola 35mm e la trovo comodissima :D



Advertisement
Avatar utente
SweetCake84
esperto
Messaggi: 163
Iscritto il: 09/02/2018, 8:52
Reputation:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda SweetCake84 » 01/03/2018, 13:06

fotocelluloide ha scritto:Forse può esserti utile. Ho la cpe e la tbe, la prima mai utilizzata. La tbe la utilizzo tranquillamente da sola con le tank paterson (anche con quella da tre 35mm) infilandola nel buco per tenerla a bagnomaria, per l’agitazione uso il pirolino per far ruotare la spirale (senza capovolgimenti).
La cpe va bene per la tank più grande, per la carta, per stampare l’ra4 o il cibacrome.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


Grazie...per il colore mi sto preparando, per ora uso la tbe con gli sviluppi carta e pellicola, lo stop e il fissaggio a mollo.
Volevo provare l'ebbrezza di sviluppare un rullo con la rotazione della CPE :D



Avatar utente
SweetCake84
esperto
Messaggi: 163
Iscritto il: 09/02/2018, 8:52
Reputation:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda SweetCake84 » 01/03/2018, 13:09

PS Scusate l'ignoranza per quanto riguarda i procedimenti...ma a cosa servono i cilindri col beccuccio davanti a ogni bottiglia nella TBE? E il piccolo foro che ha tra questi e la tank? Serve per il termometro? (o almeno così è come lo sto utilizzando io :D)



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5675
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda -Sandro- » 01/03/2018, 13:34

Sono cilindri da un quarto di litro. Sono utili quando sviluppi con modiche quantità. Il foro è per il termometro.



Avatar utente
SweetCake84
esperto
Messaggi: 163
Iscritto il: 09/02/2018, 8:52
Reputation:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda SweetCake84 » 28/09/2018, 14:06

Riapro il thread per un'informazione:

Dove posso trovare una guida per la stampa col tamburo? Trovo solo esempi con il lift, con la CPE prima versione come potrei procedere?



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5675
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda -Sandro- » 28/09/2018, 17:16

Non c'è bisogno di una guida, carichi il foglio nel tamburo in piena oscurità, lo chiudi, accendi la macchina, versi il liquido nel bicchiere e rapidamente lo attacchi al magnete.



Avatar utente
SweetCake84
esperto
Messaggi: 163
Iscritto il: 09/02/2018, 8:52
Reputation:

Re: JOBO CPE/TBE prima versione

Messaggioda SweetCake84 » 22/10/2018, 15:32

Allora: questo weekend ho sviluppato e stampato per la prima volta il colore.
Grazie Sandro! (se riesco stasera metto una foto sul thread)

Ovviamente diminuite le paranoie di chi inizia col colore sono aumentati i dubbi.

Il processo è stato il seguente:
Sviluppo C41: preparati i chimici secondo le proporzioni da bugiardino Bellini per 250 ml (tank utilizzata jobo 4312) ho sviluppato due rullini come da tabella senza risciacqui intermedi.
Aggiungo un bagno stabilizzatore per ogni passaggio? Se si, quanto lo faccio durare? Ho fatto un rullo da 24 come primo sviluppo e uno da 36 dopo, con un quarto di litro (per quanto dipenda dai fotogrammi scattati) quanto posso ancora sviluppare per esser sicuro?
Passo le pinze tergifilm come con il bianco e nero o lascio la stabilizzatore con tanto di schiuma sul negativo?

Stampa RA4: questa l'ho fatta con il Jobo Drum 4531 e ho stampato dei fogli di fuji crystal G 18x24. Preparati i chimici per mezzo litro e anche qui ho seguito i tempi da procedimento (è stato più difficile per il semplice fatto che non avendo il lift ci metto più tempo a svuotare il drum rispetto alla tank). Tolta la prima provinatura, per la quale ho usato solo uno stabilizzatore per 2 minuti, per le successive ho preparato un altro stabilizzatore in modo da fare 1 minuto con quello più sporco e successivamente un minuto con quello pulito. Dopo tre provinature ho trovato il tempo giusto a 21s con f/11 e con filtratura M=60 Y=50 C=0.
Aggiungo anche qua dei bagni con lo stabilizzatore? Ogni quanto devo cambiare chimici e qual è la sequenza migliore per tenerli più puliti? (trovo solo info sullo stabilizzatore 1 L per circa 1 m^2).
Lascio anche qui la schiuma dello stab sulla stampa finita?

Stasera conto di tornare a mettere le mani in pasta (ho sviluppato due rulli di prova per vederli e capire in stampa, adesso dovrei fare quelli di un mio viaggio) e volevo capire dove poter migliorare il processo.
Le due jobo TBE e CPE le ho tenute sui 38°c e i 35°c rispettivamente per sviluppo e stampa.
Ho misurato con un termometro analogico (suppongo a mercurio) con precisione 0.5°c (non ne ho da 0.3) e non ho riscontrato differenze di misurazione tra il lato della resistenza e l'altro, né sulla Tbe che sulla cpe.


Sicuramente a vedere una stampa RA4 lascia a bocca aperta e nonostante le tante cose da mettere a posto sono soddisfatto del lavoro di ieri.


PS. Ho le unghie nere. Come tolgo le macchie di sbianca? :D

Inviato dal mio SLA-L02 utilizzando Tapatalk





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite