Reale durata fissaggio

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Alessio SBAMMM
esperto
Messaggi: 151
Iscritto il: 14/05/2017, 21:53
Reputation:

Reale durata fissaggio

Messaggioda Alessio SBAMMM » 02/03/2018, 12:08

Buongiorno.
Volevo approfittare di questi giorni a casa (neve ti ringrazio :-bd ) per sviluppare due tri-x rimaste nell'armadio da troppo!
Siccome era tanto che non sviluppavo da me, ieri, ho pensato di usare da cavia una fp4 non terminata; volevo vedere se i chimici fossero ancora in buono stato (visto che il fix che attualmente possiedo è un rapid fixer ilford comprato e aperto quasi un anno fa... 8-x ).
Ho diluito, preparato il tutto e ho iniziato (dopo aver vinto una lunga battaglia con la spirale patterson condita di improperi illustrata pure sul forum x_x )
5:30 nel rodinal, il mio tempo standard per fp4 a contrasto medio (è incredibile il cambio di colore e delle incrostazioni sul tappo).
1 minuto per lo stop (ars-imago).
7 minuti nel fix (tempo dilatatissimo, ma volevo essere sicuro visto la "stagionatura" del chimico)
Lavaggio con metodo ilford.
2 min nell'imbibente (ornano, anche questo stagionato anni e anni, era addirittura di mio zio, ma quando iniziai a sviluppare mi disse che era ancora buono e dai risultati direi proprio di si!!)
La pellicola sembra apparentemente ben fissata (almeno secondo le mie scarse competenze), presenta una lieve colorazione magenta, i numeri dei frame sono ben leggibili come i contorni dello stesso, la coda è pulita.
Secondo ilford, una bottiglia aperta dura, ben chiusa, nel contenitore originale, in un ambiente adatto, sei mesi.
Qua chiedo il vostro aiuto...
Visto i risultati, posso procedere con lo sviluppo delle ultime pellicole scattate? Oppure è meglio che compri tutto nuovo?
Grazie di tutto, spero nella vostra sapienza!
Alessio



Advertisement
Avatar utente
Framane
fotografo
Messaggi: 80
Iscritto il: 01/03/2018, 21:11
Reputation:

Re: Reale durata fissaggio

Messaggioda Framane » 02/03/2018, 15:43

Se ha fissato come dici direi che è buono, la conservazione dipende anche da quanta aria rimane nella bottiglia del concentrato e dalla temperatura/umidità a cui viene conservato. Quando però si è in dubbio è bene procedere con il test della coda ogni tot rulli per essere sicuri che tutto funzioni a dovere. alla peggio una pellicola non ben fissata può essere sempre rifilata con un prodotto nuovo.
Per il test della coda se non sai come si faccia taglia il codino della pellicola e mettilo a fissare, se diviene trasparente in un tempo ragionevolmente breve il fix è ancora buono. Se poi vuoi essere pignolissimo una volta fissata la coda mettila nello sviluppo, se annerisce (anche di poco) vuol dire che il fix non ha lavato via tutto l'argento non ossidato ed è perciò da cambiare.



Avatar utente
Alessio SBAMMM
esperto
Messaggi: 151
Iscritto il: 14/05/2017, 21:53
Reputation:

Re: Reale durata fissaggio

Messaggioda Alessio SBAMMM » 02/03/2018, 16:52

Con questo test dovrei essere sicuro che tra qualche anni i miei negativi non si ingialliscano giusto?! Hai modo di descrivermelo meglio?



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9123
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Reale durata fissaggio

Messaggioda chromemax » 02/03/2018, 17:27

Alessio SBAMMM ha scritto:Con questo test dovrei essere sicuro che tra qualche anni i miei negativi non si ingialliscano giusto?! Hai modo di descrivermelo meglio?

Dal datasheet del fissaggio Ilford:
g28030.jpg


Sul resto del datasheet ci sono anche molte altre indicazioni utili ed interessanti che in linea generale possono essere applicabili anche a prodotti simili di altre marche (i fix si assomigliano un po' tutti)
In realtà il processo di fissaggio avviene attraverso una serie di reazioni chimiche in cui gli alogenuri d'argento attarversano una serie di stati intermedi in cui sono trasparenti --quindi la pellicola sembra fissata-- ma assai poco solubili, quindi i residui suppur trasparenti rimangono sulla pellicola e non passano nella soluzione di fissaggio. Questo a dire che un fissaggio esaurito può schiarire una pellicola ma non "fissarla" adeguatamente, la certezza assoluta te la può dare solo un esame specifico che misuri il livello di alogenuro residuo, cosa difficilmente alla portata di chi non abbia accesso ad un laboratorio analitico specializzato e oggettivamente eccessiva.
La regola è sempre quella di adottare una condotta prudenziale, scartare i lfissaggio quando ha raggiunto il limite di pellicole indicato dal fabbricante, magari anche un po' prima di arrivare a quel limite; conservare bene le soluzioni, sia quelle concentrate che quelle diluite, per il tempo indicato dal fabbricante stesso (il fissaggio è più resistente dello sviluppo all'azione dell'aria ma teme molto l'alta temperatura), indicazioni che sono già prudenziali di loro.
Personalmente ho usato fissaggi anche ben oltre la durata indicata dai fabbricanti, ma ero consapevole del "rischio": poi non dimentichiamoci mai di cosa stiamo parlando, i mie negativi non sono mica la cappella sistina della fotografia, a me basta che durino fino a che duro io, il che significa che man mano che il tempo passa posso permettermi di essere molto meno pignolo 8-x 8-x 8-x



Advertisement
Avatar utente
Alessio SBAMMM
esperto
Messaggi: 151
Iscritto il: 14/05/2017, 21:53
Reputation:

Re: Reale durata fissaggio

Messaggioda Alessio SBAMMM » 02/03/2018, 17:44

Però tu stavi parlando della soluzione diluita giusto?
Teoricamente preparandone una "fresca" (con il fix concentrato aperto da quasi un anno) non dovrebbero essere presenti alogenuri dati dal fissaggio delle pellicole precedenti (poiché essendo appena preparata non ne hai ancora fissate).
Quindi come faccio a conoscere la validità del chimico concentrato?
Dico uno strafalcione?



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9123
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Reale durata fissaggio

Messaggioda chromemax » 02/03/2018, 17:54

Alessio, prova a rileggere il post sopra...



Avatar utente
Alessio SBAMMM
esperto
Messaggi: 151
Iscritto il: 14/05/2017, 21:53
Reputation:

Re: Reale durata fissaggio

Messaggioda Alessio SBAMMM » 03/03/2018, 9:46

Mi ci è voluto un po' :)
Ho capito, in definitiva, specie se tengo a quei rulli mi conviene andare sul sicuro!
Grazie, magari userò quel fix per pellicole meno importanti..



Avatar utente
Alessio SBAMMM
esperto
Messaggi: 151
Iscritto il: 14/05/2017, 21:53
Reputation:

Re: Reale durata fissaggio

Messaggioda Alessio SBAMMM » 03/03/2018, 9:48

Mi ci è voluto un po' :)
Ho capito, in definitiva, specie se tengo a quei rulli mi conviene andare sul sicuro!
Grazie, magari userò quel fix per pellicole meno importanti..
Avevo però letto da qualche parte di test appositi per misurare il livello di alogenuri, possibile?



Avatar utente
Alessio SBAMMM
esperto
Messaggi: 151
Iscritto il: 14/05/2017, 21:53
Reputation:

Re: Reale durata fissaggio

Messaggioda Alessio SBAMMM » 03/03/2018, 9:49

Mi ci è voluto un po' :)
Ho capito, in definitiva, specie se tengo a quei rulli mi conviene andare sul sicuro!
Grazie, magari userò quel fix per pellicole meno importanti..
Avevo però letto da qualche parte di test appositi per misurare il livello di alogenuri, possibile?



Avatar utente
Framane
fotografo
Messaggi: 80
Iscritto il: 01/03/2018, 21:11
Reputation:

Re: Reale durata fissaggio

Messaggioda Framane » 03/03/2018, 15:20

Alessio SBAMMM ha scritto:Con questo test dovrei essere sicuro che tra qualche anni i miei negativi non si ingialliscano giusto?! Hai modo di descrivermelo meglio?


Non sono nemmeno così sicuro di esistere ma direi di si :D i tuoi negativi non ingialliranno.
Provo a spiegarti meglio il test: prendi la coda della pellicola (la parte che agganci dentro la macchina fotografica prima di iniziare, quella parte che sicuramente è stata esposta alla luce) la fissi alla luce del giorno con il fix diluito, se nel giro di 1/2 minuti massimo diventa trasparente il fix dovrebbe funzionare ma per essere sicuro ora devi mettere questo spezzone di pellicola nello sviluppo. Se annerisce vuol dire che il fix non ha lavato via tutto l'argento non sviluppato (quindi tutto perché in questo test fai prima il fix e poi lo sviluppo) e allora il fissaggio è da buttare, se in vece rimane trasparente il fix è buono. Spero di essere stato più chiaro :ymhug:





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti