bagno di stop con acido citrico

Discussioni sui chimici puri e formule di preparazione delle soluzioni di sviluppo/arresto/fissaggio ed altro.

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5035
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda -Sandro- » 14/04/2018, 16:24

Certamente



Advertisement
Avatar utente
Alessio SBAMMM
esperto
Messaggi: 151
Iscritto il: 14/05/2017, 21:53
Reputation:

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda Alessio SBAMMM » 14/04/2018, 17:41

Meraviglioso



Avatar utente
fenolo
guru
Messaggi: 509
Iscritto il: 20/10/2014, 12:58
Reputation:

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda fenolo » 15/04/2018, 10:20

Alessio SBAMMM ha scritto:
-Sandro- ha scritto:con il quale misurare il pH prima di ogni riutilizzo. Quando il pH sale da circa 2 (che è quello che otterrai con 15-20 g/l) sino a 5 vuol dire che il bagno ha perso acidità ed è da gettare.


Così facendo non devo neanche crucciarmi per la conservazione? Per intenderci meglio, se passati i 3 mesi che le case produttrici consigliano come tempo max. una volta aperta la bottiglia e preparato il bagno, l'indicatore di Ph dovesse ancora indicare un valore utilizzabile posso procedere comunque, o è meglio ripreparare il tutto?

grazie :D



Sempre che temperatura e contaminazioni non riducano l'acido citrico ad un eccellente substrato per colture microbiotiche dopo 3 mesi :D



Avatar utente
Alessio SBAMMM
esperto
Messaggi: 151
Iscritto il: 14/05/2017, 21:53
Reputation:

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda Alessio SBAMMM » 15/04/2018, 12:57

:D ::)



Advertisement
Avatar utente
Luca Ghedini
guru
Messaggi: 528
Iscritto il: 02/02/2012, 15:26
Reputation:

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda Luca Ghedini » 16/04/2018, 12:34

Io uso da tempo il citrico per l'arresto ma butto via la soluzione sempre dopo l'uso.


Luca Ghedini - Bologna (San Lazzaro di Savena)

Avatar utente
Genoano44
appassionato
Messaggi: 18
Iscritto il: 13/06/2018, 18:30
Reputation:

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda Genoano44 » 13/06/2018, 18:37

Buonasera a tutti.
Ho comprato da poco il manuale fotografico di Oscar Ghedina.
Leggendolo viene detto che il bagno di arresto non dovrebbe avere pH inferiore a 3,5 e non superiore a 6.
Il processo ha tolleranza? Posso avere un bagno con pH 2 senza inconventi sul negativo?
Con che concentrazione g/L di acido citrico ottengo un pH di 3,5?
Per la carta occorre un'acidità maggiore del bagno?
Grazie



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5035
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda -Sandro- » 13/06/2018, 18:52

La tolleranza è già indicata, da 3.5 a 6.

pH=2 è troppo acido rischi formazione di bolle nella gelatina; con 10g/l sei in condizioni di sicurezza, e va bene per pellicole e carte.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8304
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda chromemax » 13/06/2018, 20:33

Sono ignorantone in materia e non posso fare una controprova pratica ma copiando in maniera pedissequa quanto trovato scritto su internet una soluzione di 10g/l di acido citrico dovrebbe avere un pH di 2,2
Ho seguito quanto scritto su wikipedia per cui la relazione tra pH e costante di dissociazione Ka e' data da pH= -log(sqr(Ka*Ca)) dove
sqr e' la radice quadrata
Ka e' la costante di dissociazione (primaria) dell'acido citrico che e' 0.000754
Ca e' la concentrazione nominale che nel caso di 10g/l con acido citrico avente una massa molare di 192.12 dovrebbe essere 10/192.12 = 0.0521
Ho detto castronerie?



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5035
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda -Sandro- » 13/06/2018, 21:26

chromemax ha scritto:Ho detto castronerie?


Per nulla, trascurando la dissociazione secondaria e terziaria che hanno uno e tre ordini di grandezza in meno (e quindi contribuiscono poco) il conto è giusto.

Però 2.2 è maggiore di 2, quindi siamo in sicurezza :D

Volendo peluccare riduci la dose e vivi tranquillo, ma l'acido citrico è un acido debole e il bagno di arresto dura poco se il pH iniziale è troppo alto. Santo acido acetico dura una vita.



Avatar utente
Genoano44
appassionato
Messaggi: 18
Iscritto il: 13/06/2018, 18:30
Reputation:

Re: bagno di stop con acido citrico

Messaggioda Genoano44 » 14/06/2018, 13:03

Vi ringrazio.
Allora andrei di 5 g/L per stare sul sicuro sia con carte che con pellicole.
@
Avatar utente
-Sandro-
so che sei di Genova, conosci un negozio fisico per le cartine al tornasole?





  • Advertisement

Torna a “Chimici Puri”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti